Utente 446XXX
Buongiorno,

Dall'inizio dell'anno ho avuto una serie di problemi: lombalgia, qualche episodio di vertigini e doloretti in zona cervicale che non sapevo bene a cosa imputare. Ho fatto raggi alla schiena, visita ed esami vari da cardiologo e otorino per le vertigini, tutti negativi.

Magari e' una coincidenza ma dopo un massaggio fatto da un chiropratico per alleviare le tensioni mi è però comparso il fastidio più terribile, l'acufene ma anche incredibili dolori intorno alle orecchie e alla giuntura della mandibola. Ho fatto visita dall'otorino più esame dell'udito, tutto a posto.

Sono stata dal dentista che mi ha fatto un bite perché dice che soffro di bruxismo e ha sospettato la disfunzione temporo-mandibolare e mi ha consigliato di togliere i denti del giudizio.
Il mio medico di base ha aggiunto una cura di Brufen per una settimana due volte al giorno e Acuval, un integratore per il ronzio auricolare.
Sono passati tre giorni, il dolore e' un po' diminuito seppure ancora ben presente.

Ciò che mi inquieta e' l'acufene continuo che percepisco e che mi fa impazzire! E soprattutto che non accenna a diminuire (perché il dolore sta passando e il ronzio no?) Si presenta da entrambi i lati ma molto più intensamente a destra (dove tra l'altro avverto anche più male, specialmente nella zona dove schiaccio per tappare l'orecchio col dito)

La domanda è, passerà mai? Perché leggo inquietanti ipotesi su internet sul fatto che potrebbe anche durare per sempre e la cosa mi genera non poca ansia.
Oltre a portare il bite di notte (all'inizio lo sto usando anche un po' di giorno) e a finire la cura con l'antiinfiammatorio cos'altro posso fare?

Non so se andare da un altro otorino, da uno gnatologo (oltre che dal dentista), in un cento per acufeni, da un chiropratico o se attendere speranzosa gli effetti del Brufen e del bite...attendo un consiglio!

Mi preme risolvere l'acufene in primis, il dolore posso sopportarlo ma il ronzio e' davvero snervante e non voglio pensare a 33 anni di doverci convivere per sempre!

Grazie mille a chi vorrà rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"Sono stata dal dentista che mi ha fatto un bite perché dice che soffro di bruxismo"

Probabile ma non certo.


"acufene, incredibili dolori intorno alle orecchie e alla giuntura della mandibola"
"Il dentista ha sospettato la disfunzione temporo-mandibolare e mi ha consigliato di togliere i denti del giudizio."

No.
Non è un sospetto, è una certezza dati i sintomi che ci comunica.
Togliere i denti del giudizio in questi casi potrebbe essere, a volte, deleterio.

Brufen e Acuval servono a poco.

Occorre una VISITA da una persona competente del settore (uno gnatologo) e probabilmente l'allestimento di un riprogrammatore di funzione della mandibola (un tipo di bite).

Qui degli articoli sull'argomento bruxismo.
www.studioformentelli.it/pagine/articoli/bruxismo
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#2] dopo  
Utente 446XXX

Va bene grazie , ho visto che lei riceve nella mia provincia anche se siamo un po' lontani ma mi organizzerò per venire. In ogni caso è possibile che poi l'acufene regredisca? Quali sono le percentuali indicative di possibilità?

[#3] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non le prenda come percentuali frutto di statistica: non ne esistono.
Lo prenda come un numero che da un'emozione, una immagine, una aspettativa frutto della mia personale esperienza e non mi piace fare promesse a vanvera o illudere.

60% sparizione totale dell'acufene
30% solo attenuazione
80% sparizione totale dei dolori facciali
19% solo attenuazione dei dolori facciali

Il tutto ottenuto tramite un regolatore di funzione (un bite dalla forma particolare) da mettere esclusivamente durante il sonno e funzionalizzare settimana dopo settimana.

Risultati inequivocabili quasi sempre entro 1-2 settimane.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)