Utente 440XXX

Buongiorno, chiede un consulto per capire le cause di alcuni disturbi che durano da mesi ormai. Tutto cominciò con una sensazione di lingua gonfia e secchezza alla bocca, dopo questo primo episodio rimase alla gola una sensazione di pelo che non va giù soprattutto dopo i pasti. In seguito cominciarono problemi di digestione lenta (soprattutto con verdure e frutta) e qualche sporadico bruciorino di stomaco. Gli esami del sangue non evidenziano nulla di strano, effettuo gastroscopia con biopsia per una conferma di reflusso gastroesofageo ma si rivela negativa. Insomma per fortuna allo stomaco non c'è nulla di strano. Intanto mi rendo conto che tengo i muscoli facciali in tensione, quasi le labbra serrate come a stringere la bocca e mascella serrata anch'essa. Di notte ho episodi di bruxismo con movimenti laterali delle mandibole. Lo gnatologo mi visita e consta una latero deviazione della mandibola, che è secondo lui la causa del bruxismo e scarsa salivazione che è causa del fastidio in gola e alla lingua e della cattiva digestione. Nel frattempo faccio sedute di fisioterapia per forte tensione alla zona cervicale (forse causata dal bruxismo) che presenta anche una discopatia c5-c6 con riduzione spazio intersomatico, lieve iperlordosi con modesta retrolistesi di c3-c4-c5. Effettuo anche ecografia delle ghiandole salivari che non rivela nulla.
Con la fisioterapia ho risolto il problema di tensione alla cervicale ed è passato il senso di corpo estraneo alla gola e mi pare migliorato anche il bruxismo notturno, ma il fastidio alla lingua si presenta ogni tanto anche se con minore intensità. La salivazione pare sempre un po' scarsa e assente di notte. Mi chiedevo, siccome non credo molto alla scarsa salivazione come conseguenza di stress (ho avuto momenti peggiori nella vita e la saliva era presente) se è possibile che la causa sia magari un nervo sofferente o la deviazione mandibolare o il fatto di avere i muscoli facciali un po' tesi. Per il mio dentista la spiegazione, anche della cervicale e della mia postura con collo in avanti, sarebbe che la mia dentatura tende all'interno e quindi il palato è stretto. Consiglia oltre al byte notturno un apparecchio (mascherina trasparente) per raddrizzare la situazione, ma a 41 anni non so se faccio bene a metterlo (non vorrei trovarmi con fastidi peggiori, tipo dolori alla testa o alla cervicale). Qualcuno riesce a tirare le somme? Io non sto capendo più niente. Vi ringrazio molto dell'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' difficile "tirare le somme" senza visita. Ha già effettuato una visita e iniziato un percorso terapeutico. Dovrebbe seguire se migliorano i sintomi col procedere della terapia
Ha effettuato una radiografia OPT?
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#2] dopo  
Utente 440XXX

Salve Dr Spinelli, grazie per avermi risposto. Ho effettuato la panoramica e non ha evidenziato nulla di strano. Potrebbe esser utile una risonanza magnetica?

[#3] dopo  
Dr. Dario Spinelli

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
16% attualità
16% socialità
BARI (BA)
SANTERAMO IN COLLE (BA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Ulteriori esami devono essere prescritti dallo specialista che la segue. Sarebbe interessante vedere l'opt se riesce a inviarcela
Dr. Dario Spinelli
Odontoiatra Specialista in Ortodonzia e Gnatologia
www.ortodonzia.bari.it
www.ildentistaperibambini.it

[#4] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
OLtre alla ridotta salivazione si sente anche gli occhi secchi? mani che cambiano di colore con freddo ha in famiglia persone con malattie autoimmuni? La grande diversità di sintomi con cui si presentano questi quadri è descritta bene in http://www.danieletonlorenzi.it/news/dolore-da-somatizzazione-o-somatoforme-o-sintomi-clinicamente-inspiegabili/
Saluti
PS più che esami sarebbe importante che la visitasse qualcuno che conosce queste cose.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
"Lo gnatologo mi visita e consta una latero deviazione della mandibola, che è secondo lui la causa del bruxismo"

Innanzitutto chiariamo una cosa.
Il bruxismo ha delle cause neurologiche e psicologiche.
NON HA invece origine dalla posizione dei denti.
Questa concezione, che un problema mandibolare potesse generare il bruxismo, è stata seppellita una quindicina di anni fa.

I denti sono le VITTIME del bruxismo, non la causa.
Una terapia di contenimento è comunque rappresentata dal bite.




"Per il mio dentista la spiegazione, anche della cervicale e della mia postura con collo in avanti, sarebbe che la mia dentatura tende all'interno e quindi il palato è stretto. Consiglia oltre al byte notturno un apparecchio (mascherina trasparente) per raddrizzare la situazione, ma a 41 anni non so se faccio bene a metterlo (non vorrei trovarmi con fastidi peggiori, tipo dolori alla testa o alla cervicale)."

In presenza di sintomi la terapia NON E' ortodontica (mascherine per raddrizzare), ma gnatologica (bite), proprio perchè cambiare l'assetto della masticazione porta troppo spesso all'accentuarsi dei sintomi, proprio come lei teme.

Con queste informazioni, lei può consultare un altro gnatologo, e capire se "gliela racconta giusta".
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno, intanto ringrazio tutti per le riposte.
La panoramica non mi è possibile inviarla.
Mani e occhi al momento non mi danno problemi e in famiglia non ci sono persone con malattie autoimmuni. Non ho però effettuato analisi del sangue per escluderle.
Dr Formentelli, persino a me sembrava strano quanto dettomi durante la visita gnatologica e cioè che la deviazione mandibolare causata da una scorretta posizione durante il sonno (pancia in giù) portasse a sua volta il bruxismo e non fosse viceversa come invece dettomi dal mio fisioterapista e adesso confermato anche da Lei. Durante la masticazione i sintomi alla lingua/gola/salivazione e mandibola scompaiono, per questo pensavo ad un problema di tipo meccanico/muscolare e non al fattore stress.
Se possibile qualcuno potrebbe consigliarmi un ottimo gnatologo a Genova? Buona giornata

[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Faccio una eccezione alla regola nel segnalargliene uno.
Dr. Piero Silvestrini.
Vada pure a nome mio.
Fa le cose in modo completamente diverso da come le faccio io, ma è una persona seria e preparata.

Oppure...
Massa Carrara è proprio irraggiungibile per lei?
C'è un grande (non solo di corporatura), ma mi sembra che lei lo conosca già...
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#8] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Ringrazio per la valutazione positiva.
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#9] dopo  
Utente 440XXX

Buongiorno Dott.ri, volevo rendervi partecipi della mia evoluzione o devoluzione. Circa ormai un mesetto fa il mio dentista mi ha sostituito l'otturazione del molare sinistro inferiore perché lamentavo sensibilità al freddo e facendo una lastra al singolo dente aveva notato una leggera infiltrazione. Dopo circa 10 giorni la sensibilità non è migliorata anzi.. e ho cominciato ad avvertire dolore al molare riotturato e in alternanza al suo corrispettivo molare superiore che non è stato toccato (se fa male uno non fa male l'altro). La causa scatenante inizialmente era l'aumentata sensibilità al caldo e al freddo, il dolore durava parecchi minuti. Adesso pare migliorata la sensibilità ma il dolore può presentarsi fuori dai pasti senza preavviso e senza apparente causa. A volte ho anche dolori alla zona davanti e dietro l'orecchio sx oppure al muscolo pterigoideo sx e non contemporanei al dente. Da sdraiata la situazione peggiora. Siamo in attesa di valutare la devitalizzazione e nel frattempo mi è stato fatto il bite (ancora in fase di regolazione perché mi stringe causando dolore e indolenzimento ai denti, siamo ad agosto e non gioca a mio favore). Avendo provato a indossarlo di giorno nei momenti di queste problematiche facciali mi pare che attenui il dolore. Ma se ho male al molare e l'indosso è peggio. Chiedevo se secondo voi tutto dipenda dalla deviazione laterale della mandibola oppure sia una conseguenza dell'otturazione (il dentista mi ha detto che ha dovuto 'scavare' un po' e probabilmente ne ha risentito il nervo) oppure le due cose. Mi scoccia dover devitalizzare un dente per nulla.
Faccio presente di aver iniziato un mese fa attività in palestra per mettere muscoli sulla zona collo e spalle per raddrizzare la postura, può forse dipendere anche da questo? Il lato positivo è che da quando ho dolore ai denti non ho più fastidio alla lingua/gola. Cosa ne pensate? Vi ringrazio nuovamente.

[#10] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
16% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Individuo due possibili cause del Suo dolore a quei denti, magari ce ne sono altre che mi sfuggono:
1) un risentimento della polpa del nervo;
2) un peggioramento del disordine temporomandibolare; questo spiegherebbe la comparsa del dolore su due denti contrapposti, se l'otturazione fosse un po alta ad esempio i due denti "sbatterebbero" ad ogni chiusura.
Anche i dolori che Lei riferisce sembrerebbero dovuti al disordine temporomandibolare.
Un'occhio attento potrebbe stabilire se il problema è 1), 2) o entrambi, si rivolga a gnatologo.
Saluti
Daniele Tonlorenzi
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum