Utente 250XXX
Buongiorno, ho 38 anni e da tempo soffro di dolori facciali, sopratutto al risveglio, tensione mandibolare, cefalea (diagnosi di emicrania con aura avuta circa 9 anni fa) click mandibolare e cervicalgia. Ho deciso di affrontare il problema e provare a risolverlo... ho prenotato una visita da una fisioterapista (con la quale ancora non ho iniziato nessun tipo di terapia) specializzata nelle disfunzioni dell'atm e, anche in funzione del fatto che ho espresso la volontà di allineare i denti, mi ha indirizzato da una dentista con la quale collabora che a sua volta mi ha proposto un apparecchio funzionale il primo anno per poi passare al fisso il secondo (quest'ultimo non prima di aver verificato dall'ortopedico se fosse presente una scoliosi)... la domanda è: è consigliabile mettere un apparecchio funzionale in età adulta? Dimenticavo di specificare che indossò un bite da un paio di anni (inizialmente tutte le notti, ora saltuariamente)

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
"....ho prenotato una visita da una fisioterapista (con la quale ancora non ho iniziato nessun tipo di terapia) specializzata nelle disfunzioni dell'atm .."


Mi scusi ma non è la fisioterapista che é la figura chiave dei disordini temporo-mandibolari,ma è il dentista-Gnatologo che ha le competenze necessarie per la diagnosi e la terapia.


".....una dentista con la quale collabora che a sua volta mi ha proposto un apparecchio funzionale il primo anno per poi passare al fisso il secondo ....."



In caso di disordine temporo-mandibolare
è importante uno studio accurato a cui segue una corretta terapia con un bite.
L'apparecchio funzionale, su cui non mi pronuncio,perché non ho idea di cosa le è stato consigliato, può essere utile in alcuni casi particolari(se parliamo di apparecchi polifunzionali secondo una determinata filosofia adottata da parte di alcuni gnatologi),in altri può non essere indicato.Il fulcro della terapia Gnatologica è il ristabilire un corretto rapporto mandibolo-cranico e occlusale in assenza di sintomi disfunzionali,successivamente se necessaria può essere presa in considerazione una finalizzazione ortodontica o meno.
Le allego degli articoli informativi di un esperto Collega Gnatologo

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1968-disordine-temporomandibolare-e-dolore-facciale.html



https://www.medicitalia.it/blog/gnatologia-clinica/821-tanti-tipi-di-bite-ai-denti-come-sceglierlo.html


Legga attentamente,poi se ha domande chieda pure


Cordiali Saluti
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia