Utente 507XXX
Gentile Dottore,
2 mesi fa ho avuto un episodio di forte febbre 39,5 e forte mal di testa durato 3 giorni che difficilmente scendeva con Tachipirina. Il dottore di base mi ha prescritto Augumentin per sospetta tonsillite in quanto nel frattempo mi si erano ingrossate tonsille a livello del collo.
Al primo giorno di Augumentin e tachipirina mille poi la febbre è sparita ma mi è rimasto il mal di testa ed anche nelle settimane successive un forte senso di intontimento, cefalea a tratti, scarsa lucidità e difficoltà di concentrazione oltre a lievi capogiri e tremori sul viso.

Non essendo ancora passato il malessere ho eseguito degli esami del sangue a distanza di 6 settimane dall’influenza tra cui citomegalovirus e mononucleosi.

Premetto che fino a quel momento non ho mai sofferto di cefalea o stati simili.

Questi i risultati:
SIEROLOGIA
EBV Ac anti-EBNA IgG 204 U/ml (Chemiluminescenza) Positivo
Ac anti-VCA IgM 37.4 U/ml (Chemiluminescenza) > 20 < 40 DUBBIO

Ac anti-CITOMEGALOVIRUS IgG 80.8 U/ml positivo (Chemiluminescenza)
Ac anti-CITOMEGALOVIRUS IgM < 5.0 U/ml negativo (Chemiluminescenza)

E’ possibile che il valore degli IGM dubbi indichi a distanza di 6 settimane un evento in atto ed in fase di remissione?
Il resto dei valori è nella norma.

Grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Michele Piccolo

40% attività
20% attualità
16% socialità
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
gentile utente da quello che racconta, considerato la riduzione della gravità dei sintomi, è probabile che la sua ipotesi sia corretta; resta il dubbio dovuto all'assenza di un esame obiettivo (analisi delle stazioni linfonodali, auscultazione torace...) cordialità
Dr. Michele  Piccolo

[#2] dopo  
Utente 507XXX

La ringrazio per la risposta.

A distanza di 3 settimane ho ripetuto gli esami

SIEROLOGIA
EBV Ac anti-EBNA IgG 184 U/ml (Chemiluminescenza) Positivo
Ac anti-VCA IgM 52 U/ml (Chemiluminescenza) > 40 positivo.

Vista la positività delle IGM porterò i risultati ad un infettivologo per un consulto.