Utente 505XXX
Egregi Dottori, essendo molto paranoico e ansioso, un bel mix non c'è che dire, volevo portare quello che mi è successo dal mio parrucchiere (che è solo per donne con qualche eccezione), finito il taglio per togliere la peluria dal collo ha usato un rasoio da barbiere preso dallo scaffale e inavvertitamente mi ha procurato dei piccoli taglietti, infatti una volta a casa mi sono disinfettato con l'alcol e ho notato che c'era del sangue. Da li a poco sono iniziate le mie fissazioni con la paura di aver contratto qualche malattia tipo hiv, epatiti ecc..., anche se leggendo alcune informazioni viene riportato che per quanto riguardea l'hiv il virus muore dopo pochi secondi a contatto con l'aria.
Vorrei tranquillizzarmi ma non ci riesco, Vi chiede qualche informazioni maggiore al riguardo. Grazie.
Cordialità

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Caro Signore,
è sempre buona norma, specie per i soggetti ansiosi come lei, chiedere di cambiare le lame del rasoio in sua presenza.

Ciò premesso, il rischio è davvero così infinitamente basso che a mio avviso non meriterebbe nemmeno di essere perso in considerazione.

Se tuttavia deve vivere la sua futura esistenza nell'angoscia di aver contratto una malattia infettiva, faccia i test immunoenzimatici per HIV (davvero improbabile) HBsAg+HBs Ab e HCVAb.

Cari saluti.

Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 505XXX

La ringrazio vivamente Dottore, perché già questo mi tranquillizza molto, si in effetti ha ragione di far cambiare la lametta, ma essendo un parrucchiere per donna non ho dato molto peso a questo. In più ci si imbatte nelle miriadi informazioni sul web che non fanno altro che peggiorare lo stato ansioso.
Grazie.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 505XXX

Una domanda ancora Dottore, ammesso che un oggetto sia infettato da epatite B o C, per quanto rimangono in vita a contatto con l'aria?
Cordiali saluti.