Utente 320XXX
Salve da poco ho iniziato a correre,in quanto soffro di ansia e la cosa mi ha condizionato molto,dopo aver fatto 5 minuti aumentando gradualmente di un minuto sono arrivato a fare 15 minuti e secondo il mio cardiofrequenzimentro i battiti sono di media 155-160.Considerando che non dovrei superare i 180 vorrei chiedere come si fa a stabilire se il mio cuore e' in salute o meno,l andatura e' blanda tra il footing e la corsetta diciamo cosi.Poi vorrei chiederVI se c'e una giusta respirazione da diminuire l ansia e se mi consiigliate un programma da raggiungere i 30-40 minuti di corsa alla distanza, cosi poi da iniziare a fare gli allunghi e gli scatti e da poter concedermi una partita dic calcetto.Non voglio assolutamente che il mio cuore soffra.
Gentilissimi

[#1] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile utente, può verificare lo stato del suo cuore, approssimandosi ad una attività sportiva regolare non agonostica, effettuando una visita sportiva in cui effettua un test da sforzo ecg.
La frequenza raggiunta da l'idea di non essere ancora perfettamente allenato, considerando anche i parametri fisici del peso corporeo e del BMI. Probabilmente arrivando a tali valori di frequenza supera la soglia destinata al calo del peso corporeo per entrare in quella dell'allenamento in cui brucia più glucosio che grassi.
Per quanto riguarda la respirazione alcuni esercizi possono riguardare esclusivamente essa ma non durante l'allenamento. La tecnica sta nell'effettuare atti respiratori in ambiente tranquillo con insiprazioni profonde e lunghe espirazioni e molto lentamente.
Trovo un ambiente tranquillo, rilassante, utilizzi della musica se vuole, una comoda posizione: inizi facendo dei lunghi respiri ad occhi chiusi, concentrandosi sull'atto respiratorio stesso. L'obbiettivo è quello di effettuare il più basso numero di atti respiratori al minuto (si può arrivare anche a 4 con l'esercizio). Anche questo esercizio andrebbe fatto quotidianamente.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#2] dopo  
Utente 320XXX

Attualmente ho iniziato una cura con alprazolam e entact dal mio psichiatra ovviamente e bassi dosaggi, vorrei chiederle dove posso trovare un programma di allenamento che mi faccia tornare in forma, la visita cardiologica l ho fatta ed e' tutto ok, certo non sono allenato infatti ci metto parecchio per recuperare questo a causa di una sosta di circa un anno tra ansia e problema alla spalla.Da maggio ho iniziato con 5 minuti come li dicevo poi aumentando fino ad arrivare a 10 ed ora a 20, ma arrivo sempre alla soglia dei 20 minuti affaticato.Dovrei cambiare allenamento? A chi mi devo rivolgere nel caso; l obbiettivo e correre come facevo prima 45 minuti ad un buon passo e senza essere affaticato cosi da poter permettermi qualche partita di calcetto tra amici.Grazie

[#3] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le consiglierei una visita dal Medico sportivo. Ogni palestra ne ha uno, in più li può trovare un preparatore atletico che le può impostare un programma di allenamento.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#4] dopo  
Utente 320XXX

Salve per incrmentare l hdl abbassare la pressione sanguigna e perdere qualche kilo in aggiunta di una alimentazione equilibrata sto facendo jogging per 3 volte a settimana per 45 minuti, mi sta succedendo che una volta arrivato a 30 minuti inizio a faticare e arrivo ai 45 minuti con estrema difficolta',come dice lei probabilmente consumo glucosio e mi sento quasi male davvero stanco e inizio ad avere paura , poi con un integratore mi sento meglio, volevo chiederle come fare a non andare in affaticamento, le mie pulsazioni vanno dai 165 alla prima mezz ora ai 177 fino ai 45 minuti.sono alto 175 e peso 79, ibm 25. grazie.

[#5] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Non so da quanto sta effettuando questo allenamento per cui potrebbe essere ancora scarsamente allenato. Comunque la sua FC è troppo alta. I migliori risultati al fine di un ottimale weight management sono ottenuti impostando il suo cardio frequenzimetro ad una frequenza del 60-70% di quella massima relativa alle sue caratteristiche. Quest'ultima (FC max) dovrebbe essere, per lei, non superiore 186 bpm.
Quella che lei raggiunge è troppo elevata, prevalentemente anaerobica, inefficace ai fini di dimagramento. Il range del 60-70% dovrebbe portarla a stare nell'intervallo tra 112 e 130 bpm (se mi da anche la sua frequanza cardaca a riposo e l'età attuale, io l'ho calcolata secondo i dati della sua iscrizione e dovrebbe essere 34, il dato può essere più preciso). Cioè dopo quel valore il suo cardiofrequenzimetro dovrebbe andare in allarme per suggerirle di rallentare. Non si preoccupi di fare l'attività magari solo di buon passo o con una corsetta leggera, dovrebbe riportare la frequenza nell'intervallo suggeritole. I migliori risultati si ottengono propio così andando ad utilizzare soprattutto la riserva energetica dei grassi.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#6] dopo  
Utente 320XXX

Grazie dott ALVINO, quindi imposto il cardiofrequenzimetro al 60 70% cercando di non superare i 130 battiti,la frequenza cardiaca a riposto varia tra i 68 a 72 a riposo a volte raggiunge anche gli 80, ora mentre le scrivo sono a 72, la sera in procinto di andare aletto scendono anche a 62-65, 34 anni li compio a settembre.

[#7] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buongiorno, alla luce di questi due nuovi dati (età e fc a riposo) ricalcolando può portare la sua frequenza efficace per l'obbiettivo proposto tra 140 e 149. Non oltre per non inficiare il dispendio energetico a favore del glicogeno e del glucosio muscolare ma soprattutto utilizzando i depositi di lipidi.
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#8] dopo  
Utente 320XXX

Grazie da oggi pomeriggio inizio, le chiedo se posso fare 45 minuti o alzare la soglia dei minuti nel momento in cui credo che andro' piu' piano di quanto precedentemente facevo?
ovviamente se dovessi superare i 149 bpm rallento per entare nella soglia,un altra domanda per quanto secondo lei devo fare questo esercizio diciamo anche di gestione della corsa per un due mesi?e magari passare poi ad una corsa piu' energica e quindi agli allunghi e scatti brevi.
Mi conviene lavorare sempre sotto questa soglia dei battiti al minuto 141 149 per non inficiare il dispendio energetico?
grazie molto gentile e professionale.

[#9] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se rimane entro questa soglia non penso vada in fatica per cui è naturale che può allungare i tempi. Dipende dall'attività fatta settimanalmente: tre volte la settimana possono essere sufficienti. Le ricordo che è importante anche un buon recupero per cui si lasci 2/3 gg alla settimana alternandola con una attività differente (in palestra per esempio) o meglio a completo riposo. Se più avanti vuole un allenamento per aumentare le prestazioni allora può spingere arrivando soprattutto verso il limite massimo dell'intervallo (70%). Valuti lei in base alle sue esigenze di perdita peso dove vuole arrivare.
Per la soglia tenga presente che non deve andare al di sotto ma essere "dentro" questi valori.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#10] dopo  
Utente 320XXX

Salve dott.ALVINO, in effetti stamani ho corso per un ora rimanendo nella soglia tra i 141 e 149 battiti, e in effetti ha pienamente ragione , non ho accusato la fatica, sono stato bene e felice direi, ragion per cui la ringrazio per il suggerimento; a volte capitava di superare la soglia e cioe' 150 151 ma subito rallentavo facendo scendere la soglia a circa di media 145.
le chiedo quanto mi consiglia di correre in questo modo? si effettivamente corro per 3 volte a settimana il resto dei giorni sono a riposo anche se abitando nel centro della citta' faccio delle passeggiate di svago tra negozi,
cosa intende il limite dell intervallo 70%? ricalcolare la frequenza cardiaca?
il mio obbiettivo e' scendere di qualche kilo 3 0 4,mangio regolare e seguo un alimentazione equilibrata con pochi grassi.grazie

[#11] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si scusi, forse non sono stato chiaro. L'intervallo della frequenza cardiaca consigliatole è quello che in termini di percentuale va dal 60 al 70% della FC massima calcolata e relativa alla sua età e alle sue caratteristiche. Se si avvicina ai 150 cioè farà più un allenamento cardiovascolare che legato al consumo di grassi. Per l'obbiettivo che si è prefissato è più che sufficiente, tra l'altro anche in breve tempo. Una alimentazione regolare poi farà il resto, comunque con questi ritmi non ha bisogno di fare una dieta eccessivamente ipocalorica faccia pasti regolari (tre principali e due spuntini: a metà mattina e pomeriggio con frutta e/o verdura cruda) senza mai arrivare affamato.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#12] dopo  
Utente 320XXX

capisco, quindi secondo lei seguendo questo tipo di programma potrei diventare piu' allenato, per due tre mesi 3 volte a settimana faccio questa corsa di un ora tenendo il cardiofrequenzimetro tra i 141 e i 149 poi magari potrei incrementare con qualche allungo dai 6 ai 10 cosi' si riduce pure la pressione sanguigna,tutto questo pero' alla fine della corsa, magari da potermi permettere di fare qualche partita di calcetto e non andare subito in affaticamento, cosa ne pensa?
poi alla fine di questi mesi potrei inziare a correre piu' forte, ma li mi deve dare un consiglio su entro quanti battiti cardiaci devo rimanere, ripeto magari tra qualche mese. L alimentazione e' equilibrata, la mattina cereali latte scremato caffe' e frullato di frutta, poi a pranzo pasta carne o pesce qualche noce e un frutto, lo spuntino lo faccio con un te verde o frutta e la sera ora verdura frutta pomodori.
grazie per la sua solerte collaborazione.

[#13] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si direi che va bene, incrementerei un po i carboidrati con questa attività regolare. Più avanti ci risentiamo.
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#14] dopo  
Utente 320XXX

Salve dottore sto continuando a svolgere l attivita' che mi ha consigliato lei con i bpm che non superano i 149 devo dire che va bene soltanto che alla fine dell attivita' o meglio subito dopo mi sento come giu' come se mi mancassero gli zuccheri anche se misurando la glicemia era 95,non le dico poi se faccio gli addominali,insomma e' come se mi sentissi svenire anche se non come prima, sto facendo un alimentazione equilibrata, in effetti la pancetta e' scesa sto meglio anche se perdo i chili a poco a poco. Secondo lei e' propenso ritornare a fare che so 45 minuti di corsa e poi salire gradualmente fino ad arrivare all ora e fare gli addominali insieme oppure continuo a fare 1 ora sempre rimanendo tra i 141 e 149 ma non facendo addominali e altro.grazie per i suoi consigli, secondo lei a cosa e' dovuto il fatto di sentirmi cosi a anche se poi passa gradualmente, grazie

[#15] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buonasera, scusi il ritardo ma non mi viene notificata la domanda sulla mia posta privata nel consulto aperto e solo per caso mi accorgo che ha scritto e anche da tempo.
Dunque è passato un po di tempo e forse le cose si sono modificate.
La sensazione di "calo glicemico" che avverte e che però non trova riscontro nella realtà è normale. Può essere compensata con l'assunzione di una barretta energetica poco prima o subito dopo l'attività.
Probabilmente la sua frequenza cardiaca è alta per cui va ad agire più sulla quota di glicogeno epatico (e quindi del glucosio pronto circolante)che sulla mobilizzazione dei grassi nei depositi. Ciò potrebbe darle questa sensazione sgradevole (anche di fame improvvisa) ma temporanea.
Riduca a 30/40 m la durata della corsa, recuperi per 10 m e poi se se la sente riprenda per altri 10 m.
Va benissimo il fatto che stia perdendo peso poco alla volta (non più di 1 Kg a settimana).
E' importante anche un recupero muscolare per cui non superi i 3-4 allenamenti alla settimana
Quanto ha perso in peso e da quanto tempo?
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#16] dopo  
Utente 320XXX

Grazie dott per la risposta allora praticamente ho perso si e no 1 kg in 1 mese e mezzo, comunque quel tipo di corsa di un ora con range battito cardiaco tra 141 e 149 lo sto continuando e non sempre termino in affaticamento, per cui mi dica lei se continuare o cambiare programma, si sto correndo per 3 volte a settimana, per bruciare grassi sendo lei cosa potrei fare in questa ora di corsa, non so qualche allungo anche se poi come sa esco fuori range e rallentando diminuiscono.
I miei obbiettivi sono:

stare in forma
perdere qualche chiletto 2 0 3
aumentare l hdl
e quindi prevenire le malattie cardiovascolari.

Correre mi mette di buon umore e mi rende felice.grazie

[#17] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ottimo, continui così, dieta controllata con consumi moderati di carboidrati non raffinati (integrali), preferenza proteica al pesce, frutta e verdura a volontà, condimento solo con olio extravergine di oliva. 3 pasti principali e due spuntini leggeri metà mattino e pomeriggio.
Per spezzare la monotonia dell'allenamento può fare gli allunghi.
Al termine non dimentichi un po di stretching finale.
Saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#18] dopo  
Utente 320XXX

Salve sono contento di risentirla, senta ho prolungato il mio allenamento sempre 3 volte a settimana facendo in questo modo. 70 minuti di corsa tra cui 45 minuti a una frequenza a 141 149 battiti, e 25 minuti a circa 162 aumentando la falcata, quando torno a casa poi svolgo esercizi di scarico per la spalla e addominali tra bassi e alti circa 200.
proprio ieri al termine mi sentivo alquanto stanco forse troppo, la glicemia era cmq a 90, insomma bisogna rivedere qualcosa.
Le chiedo come e' piu' opportuno fare, tornare a 60 minuti dividendo 40 tra i 141 e 149 bps e 20 ad un andatura lenta, e svolgere meno addominali un centinaio oppure mi dica lei, le ricordo che le mie priorita' sono perdere qualche chilo ovviamente seguendo una dieta regolare alzare l hdl e abbassare la pressione sanguigna insomma vorrei allenarmi bene ma senza strafare.

[#19] dopo  
Dr. Stelio Alvino

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
20% socialità
MONTEPULCIANO (SI)
ABBADIA SAN SALVATORE (SI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Buongiorno, lei sta facendo un allenamento che va oltre gli obbiettivi che si è preposto. va bene la frequenza a giorni alterni, dovrebbe rimanere nel range di FC di cui si è parlato nei primi consulti. Non superi i 160 di bpm negli allunghi .
Attenzione agli addominali! Se li ipertrofizza troppo rischia poi di evidenziare di più l'addome e l'inestetismo che vuol proprio eliminare. Va bene la tonicità ma prima deve calare il giro vita. Tre ripetizioni di 15/20 addominali sono più che sufficienti.
saluti
La consulenza è prestata a titolo puramente
gratuito secondo lo stile Medicitalia.it
Dott. Stelio ALVINO

[#20] dopo  
Utente 320XXX

Salve ieri ho corso per 40 minuti alla fequenza cardiaca tra il 65e l 85% . dopo un po ho salito le scale 60 gradini con mia figlia in braccio ( pesa 8 kg) mi succede che subito dopo mi sento bene spossat, puo'' essere un problema di allenamento dato che non salgo piu le scale come prime, am corro soltanto 3 4 volte a settimana. cmq per calmarmi ho preso 10 gocce di lexotan,puo'' essere un problema di ansia.cosa mi consiglia di fare?