Utente 118XXX
Gentile dr Salvo Catania,le scrivo solo x comunicarle un mio pensiero:con il blog lo sport fa male si compie un'opera di disinformazione medica,tanto più che contiene al suo interno un pericoloso accostamento tra fumo(nocivamente intrinseco in se) e sport(intrinsecamente benefico in se).Lei ironicamente parla di effetti collaterali da bugiardino,ma qui il discorso verte tutto sulla posologia e sulla coscienza individuale nella conoscenza della tecnica di allenamento,nonchè dei limiti del proprio organismo.Lo sport(inteso come protocollo che si pone il raggiungimento di un traguardo salutista come l'abbassam della pressione,riduzione dei valori ematici come colesterolo,protezione del cuore,capillarizzazione,rafforzam difese immunitarie,controllo del peso etc)non può mai fare male,ma è solo la "mal practice" individuale che rappresenta una deviazione dalla corretta esecuzione del carico di lavoro,o dall'adesione a metodiche di allenamento sbagliate a stravolgere scopi e valenze di una attività per ontonomasia salutare(come ad esempio le sindromi di "overuse e overload" sono dovuti alla responsabilità di non aver saputo(o voluto)riconoscere i segnali inequivoc di un imminente infortunio ed essersi saputi fermare e recuperare).Se un principio attivo è di per se benefico è colpa di quel principio attivo se io ho ignorato una mia intolleranza ad esso,abusato nelle dosi,etc,cio' mi giustifica dal dire che quel principio attivo è nocivo?Inoltre lo sport praticato nelle giuste dosi protegge dalle osteoporosi e rafforza le articolazioni,contrariamente a quanto dice il dottore.Quando dice che chi corre 5 ore la settimana mette a rischio le sue articolazioni dice una cosa risibile.Al massimo può rischiare una tendinite che rientra in un paio di giorni per ottenere in cambio i vantaggi salutistici di cui ho parlato sopra!E il dottore mi viene a dire che "probabilmente"può farmi bene?!?La verità dottor Catania è che dire che lo sport fa male è il grande alibi dei sedentari,da cui si cerca con la forza di argomentazioni deboli di farne discendere una filosofia malsana.Il problema delle nuove generazioni e la sedentarietà,il sovrappeso e l'assunzione di stili di vita errati.Non facciamo in modo che simili pseudoteorie avallino dei costumi già malsani,cancellate quindi pure questo blog,perchè quel messaggio non deve passare,con questo la saluto e grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#2] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
MATERA (MT)
NOVARA (NO)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
Caro utente,

questo Suo post è interessante ed è posto in maniera correttissima.

L'unica parte scorretta è relativa al fatto che mi accusa di "disinformazione", mentre se Lei, liberando la mante da tutti i pregiudizi (è ovvio -e non la prenda come un'offesa- che Lei fa parte del partito degli "ultra-sportivi" contrapposto ai "super-sedentari") leggesse TUTTO quello che ho scritto, scoprirebbe che ho scritto in tutte le salse che "LO SPORT FA BENE, MA ATTENZIONE..."

Questa sarebbe disinformazione?

Mai sentito parlare di Yin e Yang? Non esiste mai qualcosa di assolutamente buono e assulatmente cattivo.

Affermare il contrario significa fare disinformazione.

In questo mondo, ogni cosa buona ha qualcosa di cattivo. E ogni cosa cattiva, contiene qualcosa di buono.
E' un principio Tao, ma non bisogna certo essere taoisti (io sono anzi ignorante in materia) per comprenderlo e per riconoscerlo come una grande verità.

Quindi, al di là della Sua posizione intransigente, La invito, se vuole proseguire la discussione, a ripostare questo Suo commento nel blog.

Questo commento è interessante e pubblicabile, a differenza del secondo che ha scritto e che mi sono trovato costretto a non pubblicare, in quanto era solo una classifica dei benefici dello sport ed una invettiva contro la sedentarietà: non è il tema del mio blog, e avevo chiesto cortesemente di rispettare il topic.

Non ho voglia di fare discussioni da stadio "forza sportivi!! versus forza sedentari!!).

Io non appartengo nè all'una nè all'altra categoria. Voglio solo, con serenità, affrontare tutti i punti di un problema. Anche quelli che per Lei, del partito degli "ultra-sportivi", appaiono più scomodi e scottanti.

La aspetto nel blog, e perfavore eviti in futuro di usare impropriamente lo spazio dedicato ai consulti.

Distinti saluti
Dr. Emanuele Caldarella

Chirurgia dell'anca e del ginocchio
emanuele.caldarella@medicitalia.it

[#3] dopo  
Dr. Emanuele Caldarella

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PARMA (PR)
RHO (MI)
COMO (CO)
MARCALLO CON CASONE (MI)
MATERA (MT)
NOVARA (NO)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2009
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
In effetti in quel blog di esagerata c'era solo una affermazione e purtroppo era del sottoscritto :

>>LO SPORT FA SOLO BENE>> senza se e senza ma di cui invece occorre tener conto.

Ma la mia era stata una istintiva reazione a questo tema che ha creato tante discussioni nel nostro sito ove vengono riportati solo studi osservazionali, di grande valore scientifico per studi settoriali, ma di scarsissimo valore epidemiologico perchè escludono TUTTI il resto della popolazione, calpestando tutti i principi su cui si fondano le più elementari regole della PREVENZIONE PRIMARIA, SECONDARIA e persino TERZIARIA di molte malattie, tra l'altro le più gravi e letali.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Prof. Alessandro Caruso

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Egr. signore, mi associo anch'io a quanto le hanno detto sapientemente i colleghi Salvo Catania ed Emanuele Caldarella, in in quanto sono stato tra i primi, anche da Specialista medico dello Sport, ma sopratutto da Ortopedico, a promulgare questo slogan : Lo sport va bene, l'attività sportiva fa bene! ovviamente l'atleta amatoriale, dilettante o professionista deve essere seguito tecnicamente e gestito nella maniera migliore dai professionisti idonei .
Non vi sono discussioni: dice bene il Collega Catania !
Vi sono tante patologie da sport, ovvio, ne parlava in maniera egregia anche il dott. Caldarella in un suo post, che se valutate e riscontrate vanno curate e curate bene: dovute a tante anomalie o della struttura dell'apparato muscolo scheletrico o cardiorespiratorio dell'atleta o dovute a cattive attrezzature usate o gesti anomali eseguiti, o allenamenti errati, e tanti altri fattori intrinseci ed estrinseci all'atleta.
Ma l'attività fisica, motoria, ginnica , sportiva chiamiamola in 1000 maniere fa solo bene.
Ovviamente l'attività motoria portata all'estremo limite dell'agonismo : va seguita e ipercontrollata ancora di più.
Nella Medicina e Chirurgia pensi, è una TERAPIA : la Kinesiterapia, la terapia del movimento, il nuoto, esiste proprio la Ginnastica medica in Ortopedia !
Cordiali saluti
Alessandro Caruso
Specialista Ortopedia - Traumat.//Medicina dello Sport
Specialista Medicina Fisica e Riabilitazione -Messina -