Utente 539XXX
Buongiorno, vorrei chiedere un consulto perchè nell'ultimo periodo sono molto preoccupata. Racconto brevemente la mia storia.
La scorsa estate ho iniziato ad accusare fastidi al lato sx della testa, in zona auricolare e mi sono allarmata quando ho sentito una pallina piuttosto grossa sulla mascella, in concomitanza con l'attaccatura dell'orecchio. La mia dottoressa mi ha detto di stare tranquilla ma non essendolo mi ha prescritto un ecografia di controllo. Sono stati rilevati svariati linfonodi reattivi anche piu grandi di quello che sentivo io. Dopo poco mi è venuta una forte tonsillite e fatti gli esami del sangue c'erano dei valori su linfociti e fegato sballati. La mia dottoressa presume una mononucleosi e fatte di nuovo le analisi del sangue a distanza di mesi tutto rientra nella norma a conferma della sua tesi.
Un paio di settimane fa ricomincio a toccarmi il collo e sento linfonodi ingrossati sia duri che non e non capisco se gia c'erano oppure no. Ho dolori muscolari ai cervicali (ne sono soggetta) e mi sembra di avere un nodo alla gola (riesco a bere e mangiare) e da tre giorni provo anche un prurito diffuso.
Avendo cercato informazioni su internet ho letto di tutto e ciò mi agita ancora di piu.
Ho preso l'ennesimo appuntamento dalla dottoressa e sono quindi in attesa di un nuovo consulto. Vorrei avere un altro parere perchè sono davvero in ansia.
Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Da cio' che riferisce, condivido quanto le è stato detto dal suo Medico curante e, pertanto, non vedo motivo per cui debba preoccuparsi. Purtroppo, la linfoadenopatia permane anche per molti anni dopo aver contratto la mononucleosi, con riacutizzazione e recessione della infiammazione dei linfonodi. Il nodo alla gola puo' scaturire da uno stato ansioso o da una infiammazione esofagea. Per capire, servirebbe una visita specialistica otorinolaringoiatrico con rinolaringoscopia a fibre ottiche.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente 539XXX

Grazie mille dottore. Avevo anche una sensazione di formicolio all'orecchio che poi si è rivelato di origine micotica.

[#3] dopo  
Utente 539XXX

Buongiorno, vorrei chiedere un ulteriore consulto, riferendomi ai linfonodi di cui parlavo. Ce ne sono due in particolare, simmetrici a dx e sx duri come fossero ossa, che posso sentire in profondità solamente girando il collo di 90 gradi da un lato o dall'altro. Secondo lei devo preoccuparmi di questi? Quello dal lato destro sembra provocarmi dei dolori muscolari cervicali. Prossimamente dovrò effettuare una visita da un otorino per verificare la situazione dell'orecchio sinistro. Secondo lei devo far presente di questi linfonodi?
La ringrazio

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Certo, deve far notare questi linfonodi, anche se sarebbe utile portargli una ecografia. Ne parli con il suo Medico di famiglia
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente 539XXX

Ma quindi secondo lei dovrei farne un'altra di ecografia? Io al momento sono in possesso di quella fatta ad ottobre al lato sx di mandibola e collo.
Secondo lei è una situazione per la quale dovrei preoccuparmi?
I linfonodi in quest'area possono essere esaminati anche da un otorino?
La ringrazio

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Si, sarebbe utile ripetere l'ecografia e farla leggere ad uno Otorino
Dr. Raffaello Brunori

[#7] dopo  
Utente 539XXX

È un quadro preoccupante? Sinceramente le sue parole mi fanno andare in ansia, lei cosa pensa? Ho preso oggi appuntamento per una visita otorino che però sarà tra un paio di settimane.

[#8]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Nulla di preoccupante: dovrebbero trattarsi di linfonodi reattivi, ovvero su base infiamamtoria
Dr. Raffaello Brunori

[#9] dopo  
Utente 539XXX

Le farò sapere cosa dice l'otorino. La ringrazio intanto