Emebolia e vaccino anticovid

Buon giorno, a mio marito 70 anni in seguito ad una tac effettuata in data 11/3/2021 veniva rinvenuto materiale trombotico segmentario non occludente nei rami arteriosi in ambo i lati, più marcato a destra.
Veniva quindi indirizzato al pronto soccorso e successivamente ricoverato.
Veniva trattato con clexane 8000 UL 1 fl 2/die e successivamente poiché doveva essere sottoposto ad intervento chirurgico per cancro al colon gli veniva posizionato filtro cavale via vena giugulare dx in data 16/03.
Dimesso in data 19/03 da reparto medicina veniva successivamente ricoverato in altro ospedale per intervento chirurgico dove veniva fatta emicolectomia destra allargata in data 26/03.
Veniva quindi dimesso in data 7/04 con indicazione di proseguire terapia con Inhixa 4000 UL, 1 fl 2/die per tre mesi fino a controllo radiologico per rivalutazione sospensione terapia eparinica ed eventuale rimozione filtro cavale.
Durante la degenza è stato trasfuso con 2 UEC.
Siamo in attesa del referto istologico definitivo.
Il nostro medico di base lo ha segnalato come paziente fragile e aveva detto che sarebbe stato contattato e che non avrebbe dovuto fare astrazeneca.
Ora contattato cup per vaccino, visto che nella nostra regione hanno aperto alle persone fragili, ci dicono che non effettuano più chiamate e che dobbiamo controllare noi giorno per giorno e non si può sapere al momento della prenotazione il tipo di vaccino che verrà somministrato.
Questo crea ulteriore angoscia oltre alla sua patologia oncologica e non potendo parlare prima con un medico competente non sappiamo se vada sospesa eparina.
Inoltre mio marito è debole e non può affrontare un viaggio a vuoto, anche perché non è semplice qui non ci si muove in auto.
Sono veramente disorientata e avvilita e ho l impressione di essere abbondonati.
Resto in attesa di un vostro cortese riscontro.
Grazie
[#1]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 2,2k 117
Purtroppo, non posso darle tanti consigli, lo stato decide lui. Comunque le consiglio di fare la prenotazione e andare poi a vaccinarsi, portando con se la documentazione delle varie patologie di suo marito e mostrandole al medico vaccinatore. Vedrà che nessuno si prenderà la responsabilità di non fare il vaccino Pfizer.

Dr. Claudio Bosoni

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto della Sua rapida risposta
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dottore, La disturbo per una ulteriore informazione. Mio marito ha prenotato on line vaccinazione. Come deve comportarsi con la terapia con inhixa 4000? Deve farla la mattina prima del vaccino? E la sera prima? LA ringrazio ancora.
[#4]
Dr. Claudio Bosoni Allergologo, Medico di base 2,2k 117
Deve continuare la sua terapia con Inhixa come sempre. Non crea problemi.

Dr. Claudio Bosoni

[#5]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio moltissimo della sua cortesia e competenza
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buon giorno Dottore, mio marito è stato vaccinato con Phizer e abbiamo saputo che possono richiedere la vaccinazione anche i conviventi di persone a rischio. Mia figlia vorrebbe vaccinarsi, ma abbiamo alcuni dubbi. Cinque anni fa è stata sottoposta a lobectomia tiroidea e in tale occasione ha manifestato intolleranza alla neostigmina. Da allora prende Tiche 50 mg al giorno. Soffre inoltre di endometriosi ed è in terapia con effiprev da prendere in continuo per 63 giorni con successiva pausa di sospensione di 7giorni. Inoltre prende Sirdalud 2mg 1 compressa alla sera prescritta dal gastroenterologo per ipertono basale. Alla luce di tutto questo può fare qualsiasi vaccino o meglio evitare astrazeneca? La ringrazio e spero in una Sua cortese risposta.

Il Covid-19 è la malattia infettiva respiratoria che deriva dal SARS-CoV-2, un nuovo coronavirus scoperto nel 2019: sintomi, cura, prevenzione e complicanze.

Leggi tutto

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa