Utente
Buongiorno dottori.
So che probabilmente sarà una banalità, se non addirittura una perdita di tempo, ma volevo chiedere un piccolo consiglio.
Come capita facilmente in questo periodo dell'anno, martedì ho cominciato ad accusare i primi sintomi dell'influenza, che (nonostante l'assunzione di un Actigrip, nella speranza fosse sufficiente) ovviamente si sono "confermati" nella mattina successiva, del mercoledì appunto, con febbre a 37.6, forte mal di testa e di collo, nausea (fino al vomito in 3 occasioni), dolori addominali e stanchezza. Tutto come da "prassi" per tale virus. Ho consultato il medico di guardia (erano ormai le 10 di sera ed il mio medico non era più di turno) per chiedere se prendendo una bustaina di Brufen per far diminuire il mal di testa (che causava il vomito) avrebbe interagito col paracetamolo. Giustamente mi ha suggerito una Tachipirina in supposte (che però io volevo evitare in quanto mi butta di molto giù di pressione). La assumo (da 500mg) e al mattino sembro migliorare; fino a sera quando rientra il mal di testa e decido di prenderne un'altra che però non sembra fare molto effetto. Il mattino successivo mi sveglio tra forti dolori alla schiena ed ai reni (ho bevuto un po' poco per via del vomito), che poi si sono estesi alle gambe.
Dunque: ora sono 2 giorni che sopporto a malapena questi dolori, non dormo la notte, non posso stare né seduta né sdraiata né in piedi (forse sento un po' meno dolore a camminare lentamente).. se dovessi prendere una (o mezza..)bustina di Brufen o Oki, faccio male o bene? non vorrei che quei dolori ai reni fossero dati da un loro affaticamento dovuto alla scarsa idratazione e che dandogli da filtrare anche altri medicinali di quel calibro, soffrissero ancora di più..... vi prego, datemi un suggerimento..comincia ad essere un po' stancante stare tutto il giorno a tormentarsi e passeggiare per casa...
Vi ringrazio per la cortesissima attenzione, benché sia facile intuirne la banalità, sapendo che c'è molto di peggio al mondo...
un calorosissimo saluto.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
E' possibile che la sintomatologia descritta sia legata ad una forma influenzale che sta girando in questi giorni. L'idratazione è fondamentale. Ovviamente, è necessario che si faccia visitare dal Medico di Famiglia, anche per una corretta prescrizione di farmaci per la nausea, per regolarizzare la flora intestinale ed antinfiammatoria. In attesa di domani, o assume il paracetamolo o l'antinfiammatorio, non entrambi. Buona serata
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
La Ringrazio infinitamente per la risposta accurata.
Fortunatamente la nausea è sparita in pochissimi giorni, così come la febbre. Per i dolori ho deciso di "affidarmi" agli antinfiammatori poiché il paracetamolo (la Tachipirina soprattutto) mi rende troppo debole sotto l'aspetto pressione (raramente mi tengo in piedi, dopo averla assunta).
Oggi sto molto meglio, ma forse una visita del mio medico non me la farò comunque mancare.
Cordiali saluti ed auguro una buona giornata anche a Lei.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo sull'utilizzo degli antingfiammatori per qualche giorno, cosi' come per la visita da parte del suo Medico curante. Cordialmente
Dr. Raffaello Brunori