Utente
Buongiorno,

Sono una ragazza di 25 anni e da circa un mese e mezzo si sono manifestate improvvisamente delle miodesopsie ad entrambe gli occhi, molto fastidiose come lo sono per tutti, ma che non hanno comportato un abbassamento della vista; oltre a quanto sopra descritto, avverto spesso una sensazione molto fastidiosa di pressione che avvolge tutta la testa e che da vita ad acufeni. Unitamente a ciò, a volte ho la sensazione di improvviso annebbiamento della vista o mancamento che mi costringe a chinare il capo e a tenerlo basso per alcuni istanti, quanti ne bastano per ristabilire la normalità. Ho fatto di recente delle analisi del sangue a causa di valori bassi di sideremia e ferritina, per i quali ho effettuato una cura a base di integratori che hanno riportato i valori nella norma; da altre analisi effettuate è risultato un valore basso della proteina S e un alto valore di MPV. La misurazione della pressione è sempre ottima e seguo uno stile di vita abbastanza sano, facendo esercizio fisico quasi tutti i giorni e seguendo un'alimentazione varia e il più possibile corretta. Naturalmente ho già conslutato il medico curante, ma come familiari ed amici minimizza il tutto, il che mi fa sentire anche peggio se possibile, giacchè la sensazione di malessere è reale e sottolineata dall'ipocondria; il problema è: come faccio ad appurare che non sia appunto una situazione preoccupante se non mi si da modo di fare eventuali accertamenti? Chiedo consulto per ampliare le opinioni ricevute e cercare magari di capire meglio come affrontare la situazione, se con spensieratezza o con maggiore attenzione.

Ringrazio per l'attenzione e colgo l'occasione per un cortese saluto.

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente,

da lontano non è possibile un esame fisico ed appunto questo è indispensabile per definire meglio la Sua sintomatologia. Immagino che il Suo curante, prima di trarre le proprie conclusioni, l'avrà visitata. La Proteina S è un valore determinato geneticamente e pertanto non suscettibile di variazioni clinicamente rilevanti. Nelle giovani donne capita spesso che la Ferritina si aggiri su livelli bassi a causa delle mestruazioni; in questi casi gli integratori sono inutili (a dire la verità gli integratori non servono mai assolutamente a nulla) ed è più utile una supplementazione con Ferro e, a volte, Acido Folico.

A una lettura da lontano, in effetti, l'opinione del Suo curante sembrerebbe sensata

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dottore,


la ringrazio anzitutto per la risposta celere; il mio medico curante mi ha sì visitata, ma al di là delle analisi del sangue non mi è stato prescritto nulla. Certamente sono ignorante in materia, per questo mi devo affidare al parere di un esperto quale ad esempio il medico di famiglia, ma ciò non mi ha molto rassicurata sulle mie perplessità, che si concentrano più che altro sui mal di testa e tutto il resto già descritto più che sui valori del ferro che -come dice anche lei- possono essere dovuti alle mestruazioni.
Dal basso delle mie scarse conoscenze, potrei pensare che sia dovuto ad un fattore di stress, ma consulterò comunque nuovamente il mio dottore seguendo il consiglio.

La ringrazio nuovamente e le auguro buona domenica.

[#3]  
Attivo dal 2010 al 2011
Gent.ma Utente,

lo stress, di sicuro, influisce sulla percezione della sintomatologia e, a volte, può anche causare alcune cefalee dovute a contrattura dei muscoli del collo, dette appunto tensive o muscolo-tensive.

Mi permetta, comunque, di ricordarLe che Lei ha tutto il diritto di chiedere al Suo medico quali siano le sue valutazioni: esiste quella che si chiama "alleanza terapeutica" tra i due attori e, almeno nelle mie abitudini, se io sto giocando con la pelle di qualcun altro, quel qualcun altro deve capire cosa io faccia per poter essere d'accordo o meno.

Saluti.