Utente
buongiorno,ho 38 snni, ipertesa da circa 15 anni terapia con atenololo 25mg la mattina insieme a quark 10 mg, lercadip 10 mg la sera. sono da un 6/7 mesi che quasi tutte le notti mi sveglio sempre alla solita ora (1.30/2.00) con leggera tachicardia e senso di angoscia,paura che mi porta ada vere mancanza d'aria, la prima cosa che faccio è il controllo della pressione la quale risulta sempre bene (in media 70/120), allora cerco di rilassarmi facendo dei profondi respiri, cammino un po per casa e dopo un'oretta mi riaddormento.sono un tipo ansioso e da circa 8 mesi anche asmatico. nr ho parlato con il medico di famiglia ma molto superficialmente mi ha detto che trattasi si ansia e che devo stare calma (facile a dirsi). prima di dare la colpa all'ansia, c'è qualcosa che posso fare per vedere se ci sono altre cause?non saprei da dove e da chi iniziare.
vi ringrazio anticipatamente per il Vs tempo.

[#1]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Ritengo che la diagnosi di un disturbo d'ansia abbia l'obbligo di essere preceduta da un attenta valutazione clinico/strumentale per esludere una eventuale natura organica del sintomo lamentato (capita purtroppo a volte che anche i medici prendano fischi per fiaschi).
Ciò premesso le consiglierei di approfondire il quadro con gli esami qui di seguito elencati: 1) monitoraggio pressorio delle 24 ore 2) profilo glicemico 3) esami di funzionalità tiroidea.
"Last but not least" considerei comunque la controindicazione, se pur relativa, dell'uso di un farmaco beta bloccante in una paziente affetta da asma bronchiale. MG
Mauro Granata

[#2] dopo  
Utente
grazie per la Sua risposta, è facile dire che è un disturbo d'ansia... l'holter pressorio l'ho fatto 2 anni fa ma lo ripeterò come farò gli accertamenti da Lei consigliati...(almeno so da dove iniziare), avevo dubbi sulla tiroide (spesso mi sento stringere in gola).. appena avrò tutte le risposte Le farò sapere.
PS: il vs sito è molto ma molto interessante...e non siete medici "fannulloni" come tanti (senza generalizzare e polemicizzare)
Buon Lavoro...a presto.

[#3] dopo  
Utente
Salve,volevo aggiornarVi sui miei esami clinici come mi avete consigliato. Ho eseguito holter pressorio (p.a.media 90/140), esami tiroidei nella norma, curva glicemica nella norma, esami allergologici negativi.Potrebbe essere un leggero reflusso gastrico (ma non ho il coraggiodi fare la gstroscopia) quindi il mio medico mi ha consigliato di fare attenzione all'alimentazione evitando i pomodori la sera e mi ha cambiato la terapia per l'ipertensione invertendo l'atenololo dalla mattina alla sera ed il lercadirp dalla sera alla mattina. Cosi le cose sono migliorate molto, non ho più risvegli notturni per mancanza d'aria. L'allergologo mi ha fatto fare la tac del massiccio facciale(senza contrasto) e coronale-tc massiccio facciale (senza contrasto) in assiale per escludere possibilità di polipi nasali. Oggi ho ritirato il referto il quale dice:
"Pseudocisti mascellari delle dimensioni di 25 mm a livello del seno mascellare di sn e di 15 mm a livello del seno mascellare dx.
Ipertrofia della mucosa dei turbinati.
Modesta deviazione dx convessa del setto nasale.
Aplasia del seno sfenoidale."
Vi chiedo: cosa significa tutto questo? sapevo di avere la sinusite a sn ma non il setto nasale deviato. Devo approfondire il controllo? Se si a chi devo rivolgermi ad un otorino?
Vi ringrazio anticipatamente per la Vs attenzione.
A presto. Franca

[#4]  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Carissima Franca grazie per i complimenti che fanno sempre piacere... si, penso sia indicata una visita da un collega otorino. Cordiali saluti. MG
Mauro Granata