Utente 108XXX
Buonasera dottori,
vorrei chiedere un'informazione riguardo il mio caso. Da più di un anno soffro di tremende cistiti recidivanti che mi hanno causato, purtroppo, una pielonefrite cronica accertata. La mia domanda è: esiste una sorta di invalidità o esenzione a cui una persona con il mio problema potrebbe accedere?
So che di norma per avere una di queste due bisogna avere problemi considerati gravi o menomazioni o handicap particolari, ma leggendo un forum sulle cistiti poco tempo fa ho appreso che persino degli studi recenti hanno dimostrato che chi soffre di cistiti ricorrenti e recidive conduce una vita più invalidante di chi è sotto dialisi. Certo, non c'è da paragonare la gravità della situazione (anche se in alcuni casi le cictiti batteriche recidivanti possono portare ad insufficienza renale), ma chi soffre d questo problema vi posso assicurare che è effettivamente invalidato! Prendiamo me: è da un anno e mezzo che praticamente non esco di casa perché non riesco nemmeno a vestirmi dal bruciore, con la conseguente assenza periodica dal lavoro, non ho rapporti col mio partner da più di un anno, soffro molto a causa non solo del bruciore ma anche dei dolori alla schiena causati periodicamente dalla pielonefrite, inutile poi dire che tutto questo mi causa anche nervosismo e una forte depressione che contribuiscono non poco a rendere la mia vita un inferno! E quando vado in farmacia a prendere medicine in grado di alleviare un po' la sofferenza mi ritrovo a sborsare ogni volta una fortuna! Possibile che una cosa del genere non venga riconosciuta invalidante o non dia diritto ad avere delle esenzioni per i farmaci che danno un po di sollievo da una quotidiana tortura?
Non esiste davvero nulla del genere? Spero di avere chiesto nella sessione medica appropriata. Grazie mille per l'attenzione. Cordiali saluti, B.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Se ha la dicumentazione specialistica e le copie degli esami di funzionalità renale provi a fare la domanda d'invalidità civile all'INPS (per il tramite del Patronato)+ Legge 68 (collocamento al lavoro per invalidi) se è in cerca di lavoro.
Per l'esenzione ne parli con lo specialista e con il suo medico curante.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 108XXX

Buonasera Dr. Golla, tenterò di sicuro ciò che mi ha consigliato.
Grazie e buon lavoro, B.