Utente 161XXX
buongiorno.
ho da poco compiuto i 50 anni. A febbraio sono stata sottoposta a intervento di mastectomia totale sx per una diagnosi di carciroma duttale infiltrante NAS G2 molticentrico. presenza di angioinvasività neoplastica peritumorale. Linfonodi indenni da metastasi.Sono tuttora in fase ricostruttiva del seno con espansore e successiva protesi definitiva. la terapia per due anni con tamoxifene e in seguito con inibitore dell'aromatasi per 3 anni. non sono stata sottoposta a chiemioterapia.
su indicazione degli stessi medici ho presentato domanda di invalidità, sulla quale il mio medico di base indica anche un intervento di conizzazione per displasia grave della porzio uterina e una spondiloartrosi lombare con protrisione discale in L3-L4, L4-L5, L5-S1, oltre ad uno stato ansioso depressivo. Quale percentuale di invalidità posso avere riconisciuta? devo affrontare la visita e sono molto in ansia . io lavoro, sono direttore amministrativo in una amm.ne pubblica, non aspiro a benefici economici, ma potrei avere un risarcimento da una mia privata assicurazione e forse un beneficio per l'età pensionabile. grazie per l'attenzione. manuela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
La valutazione per la mastectomia per carcinoma dovrebbe essere del 70% con revisione ad almeno a 3 o 5 anni dall'intervento. Le suggerisco di esibire la documentazione di tutte le altre patologie da cui è affetta e di fare presente alla commissione che spera di raggiungere il 75% per i benefici pensionistici (2 mesi all'anno.

Per la sua polizza assicurativa privata, la valutazione d'invalidità civile non serve, Le è necessaria una perizia medico-leale di parte.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 161XXX

grazie per la celere ed esaudiente risposta.
per la questione assicurativa che credevo di riuassumenre in poche parole, in realtà si tratta di una polizza a garanzia di un finanziamento che prevede l'estinzione in caso di invalidità permanente superiore al 66%.
credo di capire che anche qualora mi venisse dato un grado superiore ma rivedibile, non rientro nel caso previsto. oppure la revisione potrebbe essere solo maggiorativa, visto che, anche considerando la ricostruzione protesica, la mutilazione resta ?????
grazie ancora e congratulazioni per la validità del sito. manuela

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
4% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Ma l'invalidità permanente prevista dalla polizza non è la percentuale d'invalidità civile. In ogni caso la revisione non è peggiorativa.
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona