Utente 287XXX
Buona sera, volevo porvi la seguente questione: faccio domanda nel 2012, viste le mie diverse patologie, per il riconoscimento dell'inv.civ e l.104. Nel mese di ott sempre del 2012 , vengo sottoposto alla prima visita presso l'asl, dove espongo certificate le mie diverse patologie: otosclerosi bilaterale con perdita sempre bilaterale intorno al 50 60% e presenza di continui e persistenti acufeni, emicrania con aura preceduta da parestesie e disturbi visivi(scotomi), corioretinite sierosa occhio ds, piastrinosi e policitemia vera in corso di trattamento. Calcolosi della coleciste e sindrome ansioso depressiva. La prima commissione mi riconosce il 75% e la 104 art. 3 comma 1. Nel mese di aprile 2013 vengo sottoposto a intervento chirurgico per asportazione della coleciste, diventato intervento laparoscopico esplorativo a causa della presenza del fegato di conformazione cirrotica, presenza di trombosi vene sovraepatiche e una neoformazione di fondo della coleciste. Trattamento con seleparina. Ad agosto del 2013 , vengo sottoposto alla visita presso l'nps di provincia, dove presentando queste ultime gravi patologie, mi viene confermato nuovamente il 75% di inv.civ e fermo restando la l.104.A novembre vengo sottoosto nuovamente a intervento per la rimozione della coleciste, dove salta la presenza di adenocarcinoma poliposo, insomma tumore maligno. Volevo impugnare la via giudiziaria, poi qualche mese fa mi arriva a casa una lettera dell'associazione invalidi civili, dove mi decido di andare e vedendo le altre cert mediche e tra l'altro mi consiglia di procedere all'aggravamento. Secondo voi ci sono i presupposti per richiedere l'aggravamento oppure l'azione giudiziaria??

Vi ringrazio anticipatamente. Utente 287395

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Golia

28% attività
20% attualità
12% socialità
BRESCIA (BS)
SERIATE (BG)
CREMONA (CR)
PESCHIERA DEL GARDA (VR)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
A mio parere, considerando la recente insorgenza dell'adenocarcinoma, conviene fare l'aggravamento.

cordiali saluti
Dr. Maurizio Golia Specialista Medicina Legale e Medicina Preventiva Lavoratori tel. 339/7303091
Brescia - Cremona - Bergamo - Verona

[#2] dopo  
Utente 287XXX

Grazie Dott.Golia della cortese risposta.


Utente 287395