Cisti di tarlov

Salve, ho appena scoperto, casualmente, di avere una cisti di tarlov a livello s2, che arriva fino a 33mm.
Non ho avuto particolari problemi o dolori finora, ma adesso che so di averla ovviamente sento che mi da fastidio e mi provoca del bruciore (reale??
).
Vorrei sapere se mi devo preoccupare, se è possibile che aumenti di dimensioni e di conseguenza mi crei del dolore, e come mi devo comportare a riguardo.
È pericolosa?
Può scoppiare facendo sforzi?
Rischio nel futuro di vivere con dei dolori perenni?
Ho letto che può corredere le ossa??
E in questo caso cosa succede?
Specifico che la rm mi è stata ordinata dal ginecologo in quanto soffro di endometriosi, probabilmente colon irritabile ed ho subito nel gennaio 2018 un intervento d'urgenza x emorragia interna causata dallo scoppio di una cisti ovarica e nel 2019 mi è stata inserita una rete protesica.

Pratico ipopressiva per l'addome (già che a seguito degli interventi ho un deficit muscolare)
Scusate le mille domande ma visto i miei precedenti sono molto preoccupata.
Grazie mille
[#1]
Dr. Pier Francesco Eugeni Neurochirurgo 78 5
Il più delle volte questo quadro morfologico è da considerare quale "reperto incidentale", ovvero è una cosa che si vede all'esame ma che non è clinicamente espressiva.
Nel caso lei abbia dolori locali o anche irradiati agli arti con ogni probabilità non sono da riferire alla cisti.
Se così è, merita sicuramente una valutazione clinica.
Cordialità.

Pier Francesco Eugeni, MD
Specialista in Neurochirurgia - Chirurgia Spinale
Segreteria: 3296122118 – Portatile: 3208219474 - email: eugeni@inwind

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio Dr.
Al momento non ho sintomi ma ho deciso comunque di rivolgermi ad uno specialista (crisi attuale permettendo).
La ringrazio per la sua risposta
Cordiali saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio