Utente 155XXX
Salve,
vorrei sottoporre il mio caso ai bravissimi medici di questo sito.

Mio papà è stato ricoverato 4 giorni fa in ospedale perché a causa di un mancamento accompagnato da vomito abbiamo scoperto che aveva la pressione altissima 220. Il medico ha detto che soffre di ipertensione e cuore ingrossato. Mio papà 72 anni non ha mai fatto un controllo di questo tipo. Dopo un paio di diuretici la pressione sembrava stabilizzarsi a 150. Per due giorni però ha avuto problemi di equilibrio e senso di debolezza così i medici hanno deciso di fargli un una tac con contrasto. Ieri però non l'hanno potuta fare perché aveva di nuovo la pressione a 220. Hanno così finalmente cominciato una terapia. I medici però ancora non si sono pronunciati quindi siamo all'oscuro.

Oggi che devono farà la tac la pressione era 60 con 100 .

Mio papà è lucidissimo e sembra stare abbastanza bene.
Io penso ad un attacco ischemico speriamo lieve e con meno conseguenze possibili.
Chiedo a voi se da queste poche informazioni magari con l'esperienza riuscite a darmi qualche delucidazioni sulle cause.
Manderò appena posso l'esito della Tac con contrasto.
Saluti e grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

oltre il "mancamento" Suo padre non ha avuto altri sintomi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#2]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

oltre il "mancamento" Suo padre non ha avuto altri sintomi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#3] dopo  
Utente 155XXX

Oltre il "mancamento" poi come le dicevo ha avuto problemi di equilibrio che ora sembrano scomparsi.
Ieri l'esito della Tac con contrasto è stato negativo.
Non so ora che intenzione hanno i medici, che cura adotteranno.
La mattina la pressione subisce sbalzi che poi si ristabiliscono.
Non capisco cosa possa avere mio papà.
Grazie infinite a tutti coloro che posteranno qualche risp.
Saluti

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la TC con contrasto è risultata negativa non ci dovrebbero essere danni cerebrali permanenti. Un'ipotesi potrebbe essere quella di un TIA (attacco ischemico transitorio) causato dall'ipertensione arteriosa o da aterosclerosi dei vasi che portano il sangue al cervello o di origine cardiaca mediante la formazione di emboli.
E' opportuno effettuare un ecodoppler dei vasi sovraortici e transcranico e indagare la funzionalità cardiaca mediante Elettrocardiogramma ed ecocardiografia.
Questa è comunque soltanto un'ipotesi, sta ai sanitari che hanno in cura papà indagare ulteriormente e stabilizzare i valori pressori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente 155XXX

Gentile dottore

la ringrazio infinitamente per i suoi preziosi consigli.
Farò certamente fare questi controlli vediamo di scoprire qual'e' la causa di questi sbalzi di pressione.
Oggi cmq la pressione sanguigna è stata stabile 70 / 130 max 140 .
Speriamo bene

Saluti cordiali

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, se vuole può tenermi aggiornato.
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente 155XXX

Gentile dottore

stamani in ospedale in seguito ad un ulteriore verifica mio papà è stato sottoposto ad un ecodoppler (come lei stesso avevo consigliato) con la novità di avere due accumuli di grasso nell'aorta (almeno se ho ben capito) e qualche altro problemino a livello di artrosi (se ho ben capito poco rilevanti).
Domani gli verra fatta una radiografia al torace e un controllo ai reni.
Da premettere che fortunatamente mio padre sta molto meglio, ha ancora qualche piccolo sbalzo di pressione alta (150), da oggi hanno modificato la cura avendo individuato il problema.
Mi hanno anche detto che con questa anomalia non c'è tanto da fare a parte tenere costantemente sottocontrollo la situazione e seguendo una cura appropriata e uno stile di vita sano.
Io approfittando ancora della sua gentilezza le chiedo:
che rischi ci sono vista la situazione?
si può risolvere o quanto meno si può cercare di fare qualcosa per migliorare la sua condizione?

Cordiali saluti
Luca

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Luca,

Suo padre dovrebbe tenere sotto controllo la pressione arteriosa, la glicemia e il colesterolo (penso che Le sarà prescritto qualche farmaco che protegga i vasi dal colesterolo). E' consigliabile che pratichi attività fisica costante e una dieta povera di grassi. Inoltre è opportuno fare gli esami del sangue ad intervalli regolari (6 mesi circa) ed ecodoppler con cadenza annuale.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 155XXX

Dottore io la ringrazio tantissimo.
I suoi consigli sono sempre molto utili.
Cercherò sensaltro di seguire questi ultimi.
Non saprei solo che tipo di attività fisica potrei proporgli. Mio papà fa sempre 3 - 4 km al giorno di camminata perchè esce sempre a piedi di casa e gia penso sia una cosa positiva.
Vediamo di pensare ad altro.

La ringrazio ancora gentilissimo dottore.

Cordiali Saluti

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

già questo movimento è sufficiente. Se camminasse a passo svelto sarebbe meglio, sempre che non ci siano controindicazioni di altro tipo. Chieda consiglio al Suo medico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro