Utente
Buon giorno, sono un ragazzo di 27 anni e a fine febbraio di quest'anno ho contratto l'Herpes Zoster nella parte sinistra della testa: grosse vescicole sul cuoio capelluto, forti dolori al collo dalla parte sinistra e uveite all'occhio sinistro. Non mi è stato diagnosticato subito, e quindi non mi è stato dato nessun tipo di antivirale, ho fatto solo una terapia a base di colliri cortisonici per circa 3 mesi.
Ora sono passati 6 mesi però mi sento ancora parecchio stanco (devo ammettere però un miglioramento dato che nei primi due mesi ho dovuto sospendere lavoro, studio, palestra e gruppo musicale a causa della stanchezza), ho dolori molto forti alla testa, dietro l'orecchio e al collo (parte sinistra) e l'occhio si arrossa molto facilmente causandomi delle fitte. Anche i mal di gola molto frequenti si localizzano sulla parte sinistra della faringe. Questi sintomi ci sono soprattutto quando sto al computer, anche per un tempo limitato (mezz'ora), ma dato che lavoro in ufficio non posso non usarlo. E' normale che la sintomatologia post-herpetica si trascini per un periodo così lungo? Ho sentito qualche persona che ha avuto lo stesso tipo di herpes la quale mi diceva che questi sintomi possono protrarsi anche per qualche anno...però mi sembra esagerato, e comunque vorrei avere un parere più autorevole.
Per scrupolo, dopo che mi era stato diagnosticato l'Herpes, il mio medico mi ha fatto fare i raggi ai seni nasali e paranasali per verificare che non ci fosse una sinusite non curata: esito negativo, tutto a posto. Ho fatto una tac cerebrale dalla quale non è emerso niente, solo un polipetto al naso. Ho fatto gli esami del sangue, delle urine e delle feci per vedere se per caso fossi diventato diabetico o celiaco: tutti i valori sono nella norma. Le IgM Varicella Zoster risultano assenti mentre le IgG sono maggiori di 4.000. L'Herpes simplex è assente. Il ves è a 8.
Ho preso un sacco di vitamina B sotto forma di compresse e punture perchè il medico mi ha detto che doveva ricostruirsi la guaina mielinica dei nervi interessati dall'infezione, ho preso e sto prendendo un sacco di integratori quali l'Mgk vis ricarica più e altri a base di ginseng per darmi un po' di carica ma non sortiscono grandi effetti. Forse dovrei avere ancora pazienza, però con tutte le cose che devo fare (finire gli esami universitari più tesi, lavorare e pensare all'esame di stato) mi faccio prendere dallo sconforto perchè non mi sento per niente in grado di affrontare tutte queste cose e non vorrei che questo stato ansioso contribuisse negativamente con il decorso. Tra l'altro il medico mi aveva prospettato la possibilità della sindrome da stanchezza cronica se questi sintomi si fossero protratti per mesi, però per ora non ho fatto nessuna indagine in questo senso perchè ho sempre aspettato di vedere qualche miglioramento (come effettivamente c'è stato, anche se modesto).
Devo aspettare ancora o fare qualche altro accertamento?
Ringrazio fin d'ora per l'attenzione

[#1]  
Dr. Fabio Formaglio

24% attività
0% attualità
0% socialità
MORBEGNO (SO)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2005
Buongiorno.
Il virus dell'herpes zoster aggredisce in modo peculiare le strutture nervose e la cute soprastante il nervo, producendo una reazione infiammatoria causa del dolore della fase acuta della malattia. Il virus viene controllato dal sistema immunitario e l'infiammazione correlata regredisce fisiologicamente in alcune settimane, e con essa il dolore ed i sintomi generici dell'infiammazione(stanchezza, malessere, arrossamento cutaneo, etc.).
Tuttavia, in alcuni casi, la riparazione delle fibre nervose danneggiate avviene con lentezza, od è incompleta o con sovvertimento delle connessioni nervose, causa di un deficit nervoso (perlopiù una riduzione della sensibilità tattile) o di sensazioni aberranti quali formicolio o dolore.
Questi sintomi compongono la sindrome (dolorosa) post erpetica, come vengono definiti temporalmente quelli presenti a 8 settimane dall'esordio delle manifetsazioni cutanee dell'infezione.
Nel suo caso è comunque verosimile che si sommino elementi di stress psicologico provocato dall'infezione.
La gestione di questi disturbi da parte del suo medico di famiglia mi sembra giudiziosa, ed anch'io mi sento di consigliarle di pazientare per le prossime 4 settimane per una regressione dei disturbi. Se dopo tale periodo permanessero disturbi particolarmente fastidiosi consideri una visita ambulatoriale neurologica senza urgenza.

Cordiali saluti
Dott. Fabio Formaglio