Utente
Salve, riassumo brevemente il tutto: circa 5/6 mesi fà ho cominciato ad avere disturbi come giramenti di testa, nausea e vomiti, essendo un soggetto ansioso, ho iniziato la tournee tra i vari specialisti : Oculista nessun problema, Analisi del sangue: perfette, Otorino : catarro alle orecchie che mi portava questi famosi giramenti di testa, purtroppo non mi son accontentata di ciò perchè nonostante le cure continuavo a sentirmi male; decisi quindi di andare da un Neuro-psichiatra; quest'ultimo nulla ha riscontrato se non una forte depressione. Inizia così la cura di anti depressivi, ansiolitici ed altro. Con la cura stavo tranquilla ma i disturbi c'erano ancora e sotto consiglio del mio medico sono andata dall'allergologo : prove allergiche negative, ma presenza di una Rinite Perenne. Ormai sono mesi che convivo con questi disturbi, gli anti depressivi son riuscita a non prenderli più, ma a volte ne sento il bisogno perchè vado in ansia anche per un semplice dolore al petto. E' qualche giorno che soffro di nuovo di ovattamento alla testa, nausea e strano bruciore agli occhi. A cosa posso collegare tutto ciò? Sempre ansia?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

mi pare di capire che con la terapia antidepressiva i sintomi si fossero gradualmente ridotti fino a scomparire del tutto. Quali farmaci ha assunto? E a quale dosaggio? Per quanto tempo? La sospensione è stata decisa dallo specialista o autonomamente, di Sua volontà? E' stata graduale o no?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve Dottore ,la cura è stata interrotta gradualmente da me perchè riscontravo problemi con lo studio data la forte sonnolenza che portavano. I farmaci assunti erano:
Daparox 20 gocce mattina e pomeriggio
Depamide una compressa alla sera
Prazene 5 gocce mattina 5 pomeriggio e 15 sera
Modalina 1 compressa prima di andare a dormire
Ho effettuato la cura per una ventina di giorni non di più, prima di questi 20 giorni consecutivi, ho avuto però periodi di stacco e riattacco sempre a causa di esami universitari, quindi ad esempio ho fatto una settimana di cura, stacco brusco, 4 giorni di benessere e di nuovo giù nella depressione e nei mille disturbi che sento. L'assunsione è stata graduale e a dirla tutta del daparox non ho mai preso la dose piena, ero ferma a 10 gocce mattina e pomeriggio.
Con tale cura nn ho cancellato i disturbi ma non li vivevo in modo terminale come quando non assumevo questi medicinali.
Mi chiedo però come io possa trovare la base di questi, pur lievi, disturbi (che per me diventano malattie terminali), sono tutti dettati dall'ansia? O da questa rinite perenne? E' possibile?
Grazie di tutto Dottore.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se dopo pochi giorni di terapia i disturbi si riducevano anche di molto, è probabile che siano di natura ansiosa.
Le consiglio di effettuare un'altra visita psichiatrica, facendo presente gli effetti collaterali avuti in precedenza, per una rivalutazione della terapia che in ogni caso non va ridotta e sospesa autonomamente ma su consiglio dello specialista.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie per le sue risposte dottore. Ma al di là del fattore ansioso che mi porta senza ombra di dubbio ad accentuare anche il più piccolo dei disturbi, è possibile collegare i disturbi a questa rinite perenne ?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non è possibile darLe una risposta attendibile, istintivamente mi verrebbe di escluderlo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Salve, scrivo nuovamente per avere un ulteriore parere medico. I sintomi lamentati in precedenza non sono mai spariti del tutto, periodi di alti e bassi purtroppo. Nell' ultimo periodo soprattutto sono di nuovo punto e a capo. Continua sensazione di nausea con bruciore di stomaco annesso, senso di stordimento della testa e altri sintomi. Ho effettuato un' ulteriore visita neurologica ma il dottore non ha previsto per me ulteriori esami, mi ha dato delle compresse a base di valeriana, biancospino ed altro e una compressa di levopraid 25 alla mattina dopo la colazione. Sono preoccupata, anche perché stamane ho iniziato la cura e dopo aver preso la compressa di levopraid son dovuta correre in bagno 3 volte di seguito. Ho fatto anche un rx cervicale con 2 proiezioni ed e' risultata una mialgia dell'apofisi traverso c7. Lunedi' andro' a ritirare le analisi ormonali che ho effettuato secondo consiglio del mio medico curante. Non riesco a star tranquilla, stamane dopo aver letto gli effetti collaterali del levopraid sono andata in panico e pensavo di morire,i sintomi da me descritti potrebbero essere legati alla cervicale? Come sempre grazie.

[#7] dopo  
Utente
Nell' rx e' stata evidenziata anche una inversione della fisiologica lordosi cervicale.

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

alcuni sintomi potrebbero essere legati ad eventuale contrattura muscolare. Altri potrebbero avere un'origine ansiosa come detto dal neurologo. Veda gli effetti della terapia prescritta e mi faccia sapere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro