Giramenti di testa e nausea

Buongiorno, racconto brevemente la mia storia: da ormai quasi un anno soffro di vari disturbi: in particolare quello che maaggiormente mi preoccupa è la mia ansia e paura ovvero la paura di avere qualcosa che non va. Tutto è iniziato con problemi di stomaco riconducibili poi dopo esamia reflusso gastroesofageo: in questo anno ho avuto paura di varie malattie: tumori in varie parti del corpo, sla, sclerosi multipla. Ho effettuato due serie complete di esami del sangue a distanza di sei mesi una dall'altra ma sempre con esiti positivi nel senso che andavano tutti bene ed ho anche effettuato una ecografia addominale completa anche questa senza particolari problemi. Sotto consiglio del mio medico ho intrapreso una terapia a base di lexotan e sto andando da uno psicologo. In questi ultimi due mesi quello che mi preoccupa di più sono una sensazione di rigidità diffusa al collo con frequenti dolori abbastanza strani in avrie parti della testa in particolare intorno alle orecchie, con vertigini praticamente continuative. Inoltre in questi giorni si sono aggiunti senso di nausea e intestino non proprio a posto (anche se le feci sono regolari). Ora ovviamente la mia paura è quella di avere un tumore al cervello. Gradirei sapere cosa ne pensate. Grazie molte per la risposta.!
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

la rigidità del collo con i dolori in varie parti della testa potrebbero fare ipotizzare una cefalea di tipo tensivo, anche se atipica. La terapia con lexotan non è sufficiente a risolvere le Sue paure, andrebbe integrata con altri farmaci. Le consiglio di effettuare una visita neurologica. Non pensi comunque a malattie importanti.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, intanto grazie per la cortese risposta. Qualche tempo fa ho effettuato una visita presso il centro cefalee della mia città dove mi è stato effettuato un esame obiettivo (controllo oculare, riflessi, babinski, e varie altre manovre): l'esame era tutto perfetto. Lì mi era stato detto di provare a ridurre il lexotan e ad integrarlo con laroxyl gocce (mi pare) ma io non ho mai fatto ciò.
In questi giorni i miei sintomi sono decisamente aumentati: il dolore al collo è persistente e le vertigini continue con vari dolori soprattutto alla cima della testa e alle tempie e lateralmente agli occhi e alle arcate sopraccigliari.
Ho già prenotato una rmn del rachide cervicale ma la potrò effettuare solo il 16 giugno.
Non nascondo di essere molto preccupato.

Grazie
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

stia tranquillo. Se al centro cefalee Le hanno prescritto il laroxyl indirettamente Le è stata diagnosticata una cefalea tensiva in quanto questo farmaco è quello di prima scelta in questa patologia. Ritengo un errore che Lei si rechi presso un centro cefalee e poi non ne segua le indicazioni. Certamente il farmaco prescritto, per il Suo problema, è più indicato del lexotan.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, ha perfettamente ragione.. tuttavia le volevo chiedere se l'esame obiettivo può escludere almeno in parte patologie a carico del cervello.
Purtroppo faccio spesso l'errore di navigare in rete e qui trove svariate cose che aumentano la mia paura

Grazie
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

certo che l'esame obiettivo può escludere una parte delle malattie cerebrali. Non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi perchè alimenta la Sua ansia e le Sue paure.

Cordialmente
[#6]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,

in questi giorni non ho avuto modo di connettermi in rete.

Tuttavia le volevo infine portare all'attenzione questi sintomi che mi porto dietro in questo periodo: oltre ai giramenti di testa e diffuse fitte alla testa (a volte), anche una strana sensazione di avere come le mani bloccate gonfie, ma in realtà non sono gonfie, gambe rigide e come bloccate. Sicuramente la mia ansia non mi aiuta, vivo costantemente preoccupato e ogni cosa mi provoca tensione. Però rimango preoccupato per questi sintomi.

Non so davvero che fare: lo psicologo mi aiuta ma molte volte non uscirei neanche di casa per queste cose: tuttavia lavoro e almeno questo mi consola.

Attendo una sua risposta

Grazie
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

Le consiglierei di iniziare la terapia prescritta dal centro cefalee.

Cordialità
[#8]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,

proverò come mi è stato indicato.

Purtroppo la mia paura è quella di avere sempre qualcosa di grave al cervello.

Grazie
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Non pensi a malattie gravi, stia serena.

Buona serata
[#10]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,

mi rifaccio vivo dopo un pò di tempo passato tra alti e bassi.

Ho nel frattempo effettuato la risonanza cervicale di cui avevo parlato:
il risultato è stato sinteticamente: rettileneizzazione del rachide cervicale, leggera scoliosi, modesto sconfinamento discale all'altezza della c3-c4 e modesto sconfinamento discale in contatto con la dura all'altezza della c5-c6.

in questi giorni sto affrontando debolezza diffusa alle braccia e alle dita della mano tanto che faccio fatica a scrivere al computer e sento le mani come senza forza incapaci di fare cose o prendere oggetti.

Insomma non sono per nulla tranquillo.

Grazie
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

la rettilineizzazione del rachide cervicale è un segno di contrattura muscolare. Ha iniziato la terapia prescritta al centro cefalee? Ha fatto visionare la RM ad uno specialista?

Cordiali saluti
[#12]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

per quanto riguarda la terapia no in quanto lo psicologo presso il quale sono in cura consultandosi con una psichiatra ha preferito passare al momento solo ad una riduzione del lexotan.

Per la RM invece sono in contatto con uno specialista e prossima settimana ho l'appuntamento per farla visionare.

Quello che vorrei capire è se questi sintomi che le ho descritto nel precedente post possono essere effettivamente correlati al quadro clinico mostrato dalla RM.

Nell'attesa le auguro una buona giornata
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

senza visionare le immagini non è possibile darLe una risposta. Teoricamente sì ma dipende dall'entità delle protrusioni e dai rapporti con le strutture circostanti.
Lo specialista che visionerà la RM sarà certamente più preciso, per noi è impossibile.

Cordialmente

[#14]
dopo
Utente
Utente
Capisco.. spero mi sia data una risposta precisa dallo specialista.

Nell'attesa le auguro una buona giornata
[#15]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore,

le rubo ancora un pochino del suo tempo.

Ho iniaziato una terapia a base di massaggi e manipolazioni come suggeritomi dallo specialista. In realtà al momento ho solo effettuato un primo consulto e a breve inizierò.

Le volevo riferire di un episodio e chiderle il suo parere.

Ieri mentre passeggiavo tranquillamente in un negozio ho sentito come un forte senso di pressione nella parte desta della nuca praticamente a contatto con il collo e una corrispondenza di questa forte pressione sul naso lato destro. Il tutto sarà durato 10 secondi.

Da quel momento, a parte l'ansia che mi è salita, ho avuto molti dolori al collo specie lato destro, piccoli sensi di pressione ma molto minori e in generale forte dolorabilità al collo.

Secondo lei (ovviamente a distanza è un pò difficile) di cosa può essersi trattato? può essere qualcosa legato alla cervicale e ai problemi emersi anche dalla risonanza?

Attendo sua risposta

Grazie
[#16]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe essere. Cosa Le ha detto lo specialista che ha consultato? Quale specialista?
[#17]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

ho consultato un fisiatra e poi successivamente mi ha indirizzato dal fisioterapista.

Visitandomi mi ha trovato decisamente contratto e con una spalla (la destra) leggermente più alta dell'altra.

Mi ha detto che è un quadro non preoccupante ma da tenere sott'occhio.

Mi ha detto di fare un pò di cicli di manipolazioni e massaggi.

In generale molte delle sintomatologie che sento possono essere associate al quadro della RMN: tuttavia l'episodio che le ho raccontato prima mi è avvenuto solo ieri e un'altra volta circa un anno fa. Devo dire che questo senso di pressione mi ha molto spaventato e in quei 10 secondi pensavo mi stesse per esplodere la testa. Quindi vorrei capire se una patologia cervicale ha tra le sue conseguenze anche episodi di questo tipo.

Molte grazie
[#18]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

ripeto che, teoricamente, in generale è possibile che una contrattura muscolare possa causare una tale sintomatologia. Ovviamente non posso sapere se è il Suo caso o meno.

Cordialità
[#19]
dopo
Utente
Utente
Si certo.

Stasera ne parlerò con il fisioterapista.

La ringrazio molto
[#20]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

in questo periodo sto trattando molto le mie sintomatologie cervicali da un ottimo specialista.

Tuttavia volevo chiedervi una cosa: ancora questa mattina si è presentato qualche cosa che già a suo tempo vi avevo esposto. In pratica sento un forte senso di pressione con dolore in un punto preciso della nuca con corrispondenza sul naso stessa parte: ciò da una parte mi provoca una grande ansia e dall'altra mi fà rimanere dolorabilità al collo e alla testa con il senso di dolore concentrato nei punti dove è avvenuta la fitta.

Lo specialista mi ha detto che potrebbe esserci una correlazione però questa cosa a me preoccupa parecchio perchè penso subito a qualcosa come ictus o emorragia cerebrale. Sono molto in ansia.

Attendo una risposta

Grazie
[#21]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

ovviamente, senza una visita diretta, non è possibile stabilire la natura del sintomo riferito ma escluderei che possa trattarsi di ictus ischemico o emorragia cerebrale. Mi pare che lo specialista che La segue lo abbia anche escluso.
Si tranquillizzi.

Cordiali saluti
[#22]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio,

ovviamente così a distanza è molto difficile: il fatto è che questi episodi arrivano ogni tanto e sento proprio una pressione molto forte tra un punto preciso della nuca e il naso e durante tutto il giorno il naso rimane dolorante. Ora io mi sono rotto il naso circa un anno fa può esserci una correlazione?

Grazie
[#23]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,7k 2k 23
Gentile Utente,

non saprei darLe una risposta a distanza, in linea di massima penserei di no ma lo dico con tutti i limiti del consulto on line.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test