Utente 181XXX
Cercando risposte ai mie problemi di salute , ho scoperto il vostro sito, dove mi sono iscritto.

Voglio descrivere il mio ultimo problema : circa 2 anni fa ho cominciato ad accusare punture di spillo sotto i piedi, soprattutto la notte poi ha iniziato a formicolarmi le dita del piede sn. estendendosi poi a tutto il piede per passare poi anche al dx, ora sale progressivamente superando oramai le ginocchia.
mentre cammino mi sembra di avere sassolini sotto i piedi ,ho piedi e gambe sotto anestesia costante, tanto che mi manca la sensibilità quindi la stabilità, spesso mi appoggio e camminando negli spazi aperti sembro un ubriaco.
Ho iniziato circa 15 mesi fà con una lastra ai piedi ? poi ecocolordoppler agli arti inf. poi visita neurologica con richiesta di rison . magn.lombare seguita da elett. miograf.
arti inferiori, sono seguite altre 3 rison. cioè dorsale, cervic-encefalo . ho ripetuto l'elettromiografia dopo 9 mesi. ultimamente sono stato inviato in un centro neurologico fuori provincia dove dopo una accurata visita mi hanno rifatto una elettromiografia e sono in attesa di fare un altro esame che non conosco pess ? oppure sep ?
Raggruppando il risultato degli esami vari .. nulla di significante Neuropatia agli arti ? sindrome da canale stretto ? tutti dicono che può esere ma non c'è nulla che faccia capire da dove parte il problema. Tutti mi chiedono se sono diabetico ,assolutamente no ma ho problemi di iperinsulinismo con ipoglicemia reattiva,manifestatosi improvvisamente nel 1998 associato anche ad un innalzamento del colestrolo e forti fischi alle orecchie.
a cui ha fatto seguito nel 2000 una bella meniere bilaterale grave, con forti acufeni costanti, udito ridotto al 30% ed episodi vertiginosi frequenti ed invalidanti.
ora essendomi convinto che tutto sia una concausa ho chiesto al mio medico se pensa sia cosi , mi ha risposto che tutto è possibile ,
in fondo anche "le.. sclerosi" partono da problemi metabolici.
Sono Preoccupato
Ringrazio per l'eventuale risposta e Cordialmente Saluto. Denio

[#1] dopo  
Dr. Antonio Costantini

24% attività
0% attualità
12% socialità
VITERBO (VT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
caro utente,il suo caso ,visto che emg e risonanze non hanno mostrato nulla di grossolano,va studiato in ambienti moolto specializzati.Le consiglio un centro universitario. Un saluto.
Dr. Antonio  Costantini
carapetata@libero.it

[#2] dopo  
Utente 181XXX

Ringrazio il Dr. per l'immediata risposta , che devo dire è anche una conferma,il mio medico stesso settimane fà mi ha detto che sarei un caso da studiare non dandomi però indicazioni..ora tornerò alla carica.
Cordial Saluti
Denio

[#3] dopo  
Dr. Antonio Costantini

24% attività
0% attualità
12% socialità
VITERBO (VT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
BENE,MI TENGA INFORMATO
Dr. Antonio  Costantini
carapetata@libero.it

[#4] dopo  
Utente 181XXX

Caro Dottore, la informo dopo mesi degli sviluppi, "anzi zero sviluppi" perchè tanto è servito
per altri accertamenti in ambito neurologico, in questo altro luogo dove ero stato inviato, cioè ulteriore elettromiografia ,potenziali evocati che hanno evidenziato un rallentamento agli arti superiori ed un blocco (a livello lombare) per gli arti inferiori,
quindi rimandato dal neurochirurgo consigliando un interv. chirurgico, il quale però avendo ancora dubbi mi ha chiesto di fare una tac "speciale" con la quale ha escluso definitivamente un punto dove poter intervenire
e mi ha presc. un cura per le guaine dei nervi deteriorati.
Ho chiesto a tutti se non era il caso di fare altri accertamenti, ad esempio in medicina generale ma mi rispondono se stò scherzando! dal mio medico ad esempio non riesco a farmi prescrivere un'analisi del snguemagari soecifica, visto che anche lui mi ha parlato di metabolismo, rispondendomi che tanta faccio annualmente quelle AVIS essendo donatore.
Nel frattempo il disturbo ha iteressato anche tutti i muscoli delle gambe arrivando alle anche
Grazie per la disponibilità Cordiali Saluti
Denio

[#5] dopo  
Dr. Antonio Costantini

24% attività
0% attualità
12% socialità
VITERBO (VT)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2010
mi pare di capire che è stato documentato un danno ai nervi periferici.io posso darle solo lo stesso consiglio della volta scorsa in quanto la diagnosi delle neuropatie periferiche è molto difficile.a roma si può rivolgere al prof tonali del gemelli, a milano all'istituto besta
un saluto
Dr. Antonio  Costantini
carapetata@libero.it

[#6] dopo  
Utente 181XXX


Di nuovo ringrazio per la cortesia,cercherò prossimamente qualche strada seguendo il suo consiglio.
Cordialmente
Denio C.

[#7] dopo  
Utente 181XXX

Caro dott. Costantini
mi rifaccio vivo dopo un anno,
Seguendo il suo consiglio mi sono recato al Centro Carlo Besta di Milano
impiegando da marzo ad ottobre per la risposta definitiva ,Purtroppo non si discosta molto dalle precedenti.la cosa che mi ha un po deluso è che mi ha prescritto gli stessi esami che avevo appena fatti
( risonanza magn. ,eletromiografia e potenziali evocati ) idem ai precedenti.
Alla mia domanda se era proprio il caso di ripeterli visto che significava anche oltre tre mesi di tempo ,mi ha risposto seccato.. sappiamo noi cosa guardare !
Anno aggiunto , esami del sangue , (vitamina B12) ma il valore è 870 e il controllo dei cordoni posteriori dove emerge qualche leggero problema ,inoltre ho una leggera carenza di rame .
Risultato finale , purtroppo la stessa risposta il problema c'è ma bisognerebbe capire da dove proviene, Testuali Parole,
Mi ha consigliato di fare una gastroscopia (cosa che ho fatto) per verificare il motivo di queste carenze e di farmi seguire dal neurologo da dove ero partito .
Ora
sono un po rassegnato la situazione è abbastanza stabile, purtroppo sono caduto alcune volte per cedimento delle ginocchia o cavigle in quei giorni in cui me li sento proprio addormentati
Sono rassegnato anche perchè ricordo cosa mi disse un anno fà sulle neuropatie ,..Diagnosi e Cure
Grazie per la disponibilità Cordiali Saluti
D.