Effetti collaterali del litio carbonato

Salve, ho 31 anni e sono 7 anni che sono in cura presso un neurologo, dal quale mi recai perchè ebbi di disturbi d'ansia e depressione, che poi mi furono diagnosticati come crisi di ossessivita fobica.
Devo essere sincero, senza le cure appropiate somministratemi sapientemente dallo specialista neurologo che mi curato non sarei riuscito a superare un disturbo che allora mi rese la vita un inferno.
Oggi prendo molti meno farmaci e la qualità della mia vità è migliorata molto. Tuttavia, assumo un farmaco stabilizzante, che stando a quanto ho letto su internet ( anche su siti dedicati alla materia ), avrebbe – il condizionale è d'obbligo – degli effetti collaterali piuttosto gravi: il carbolithium 300, e precisamente, 2 compresse al giorno.
Il problema non sono gli effetti collaterali, poiché sono ben conscio che tutti i farmaci ne hanno, ma nel mio caso il problema si pone perchè sarebbero la causa o, quanto meno, aggraverebbero l'acne comedonica, un disturbo che da un po' si è ripresentato in forma grave sul viso, e che di certo non mi mette di buon umore.
Giusto per essere preciso assumo altre al summenzionato farmaco assumo anche 3 compresse di tavor da 1 mg, mezza compressa da 10 mg di cipralex, infine, per altro disturbo(siccome sin da ragazzo ho sofferto a periodi alterni di cefalea )sto assumendo anche topomax compresse 2 al giorno.
Tengo a precisare che il neurologo presso cui vado a controllo ha categoricamente smentito che il farmaco de quo possa essere la causa dell'acne comedonica tardiva, e che le cause vanno cercate altrove. Ciò nondimeno, pur avendo fiducia, vorrei sentire il consulto su questo punto di qualche altro specialista, prima di ricorrere, nel coso la situazione non sia transitoria, alle cure di uno specialista dermatologo.
Certo del suo prezioso aiuto, la ringrazio infinitamente.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

tra gli eventuali effetti collaterali del litio non sono stati riportati casi di acne comedonica. Faccia una visita specialistica dermatologica per una valutazione diretta del problema.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test