Fascicolazio

Buongiorno, ormai da 10 anni soffro sporadicamente di attacchi di ansia, o almeno così mi sono stati diagnosticati dal mio medico di famiglia. Gli attacchi si sono manifestati a periodi (non in continuazione), in genere dopo periodi di forte stress lavorativo o familiare e mai in concomitanza con periodi in cui ero sotto pressione. Il medico mi faceva assumere in quei periodi una pastiglia di Tavor sublinguale da 1 mg al bisogno: la cosa durava due-tre settimane poi magari per mesi non si ripresentava più (ovvero sensazioni di tachicardia, oppressione, difficoltà di respiro, vertigine, improvvisi calori al viso). Oggi ho 41 anni e purtroppo quanto descritto si presenta più frequentemente, prendo Tavor 1 mg in dose unica giornaliera più spesso, ma in aggiunta ai sintomi di prima si sono aggiunte delle fascicolazioni agli arti e al tronco(ho letto su internet che si chiamano così, sono dei "guizzi" non comandati da me e sinceramente quando ci penso sono più frequenti) e talvolta la sensazione di non avere equilibrio quando sto in piedi.... mi sto convincendo di avere la sclerosi multipla o addirittura la sla. Cosa ne pensa dottore? Grazie infinite in anticipo
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

non pensi a malattie importanti. Piuttosto sarebbe opportuno che effettuasse una visita neurologica per avere una valutazione obiettiva del problema. Sarebbe razionale pure iniziare una terapia continuativa a lungo termine (non con ansiolitici) per gli stati ansiosi o attacchi di panico che siano.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test