x

x

Forte confusione mentale post lutto

A Febbraio del 2011 ho perso mio padre dopo aver scoperto un anno e mezzo fa che aveva un tumore ai polmoni.
A inizio Marzo del 2011, mia moglie mi chiama con emergenza per poterla portare in ospedale perchè stava malissimo, io preoccupatissimo e già a terra per mio padre ho visto cadermi tutto il mondo addosso.
Fortunatamente poi, dopo vari accertamenti mia aveva "solo" un'ernia ombelicale da togliere con urgenza.
A questo punto a fine Marzo mentre ero al lavoro, mi è venuto all'improvviso un forte capogiro e sbandamento con perdita d'equilibrio, durato anche nei giorni successivi.
Mi sono molto preoccupato, perchè oltre a questo sono cominciati, formicolii agli arti, addormentamento delgi arti durante la notte, forte confusione mentale come avessi la testa ovatttata continuamente, e perdita di peso 1,5kg in trenta giorni.
Mi sentivo uno schifo...
Ho cominciato a fre vari accertamenti....
Otorino - nella norma
Fisiatra - Rx cervicale e consulto nella norma
Esami del sangue compreso la tiroide: nella norma
Tac encefalo: nella norma - fatta in ospedale dopo che un giorno mi sentivo malissimo, con formicolii dappertutto e testa bloccata non riuscivo neanche a parlare..
RM encefalo: - nella norma
Dopo queso travaglio, sono finito dal neurologo, che sentendo la mia storia mi ha diagnosticato una "psiconevrosi ansioso-depressiva con cenestopatia e somatizzazione"
Tutto questo secondo lui derivante dai traumi avuti in contemporanea per la morte di mio padre e la preoccupazione del problema di mia moglie.
Il neurologo mi ha prescritto, Depas 0,5 mezza mattina-pomeirggio e Dobren una prima dei pasti principali.
Dopo 4 mesi di cura molte sintomalogie sono scomparse,
formicolii, addormentamento notturno, forte senso di sbandamento, perdita d'equilibrio, e ho ripreso i kili persi.
Quello che è rimasto, cosa che avverto quasi giornalmente, è l'ovatta alla testa sensazione di confusione mentale, che a volte non riesco neache a concentrarmi per le cosa più semplici e un leggero sbandamento, soprattutto ho notato che si accentua ai cambiamenti climatici associato ad una forte tensione emotiva.
Perchè ho sempre questo senso di confusione mentale, che non mi lascia quasi mai..
Perchè sento il mio corpo anche da fermo, un pò sbandare..?
Il mio sistema nervoso è andato in tilt ho cè qualche altra cosa che dovrei controllare?
Questa terapia va bene, ma in quanto tempo mi metterà a posto?
E soprattutto secondo voi dovrei eventualmente associare alla cura farmacologica una terapia psicologica..?
Perchè oltretutto mi sento un pò depresso e insicuro perchè da ben 4 mesi non mi sento al 100%.
Grazie per le vs risposte...
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

dovrebbe riferire questa Sua condizione attuale al neurologo che l'ha in cura per una rivalutazione terapeutica del caso. Circa i tempi di assunzione dei farmaci, questi sono molto variabili da soggetto a soggetto ed in base a tante variabili la prima delle quali l'entità della sintomatologia. Anche per questo l'unico che può darLe una risposta attendibile è lo specialista che La sta seguendo. Comunque andrebbe ridotto fino alla sospensione il depas (sempre su indicazione del Suo specialista) eventualmente sostituito, se ritenuto opportuno, da farmaci di altra tipologia.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve e grazie per la risposta.

Vorrei chiedere specificatamente due cose:

All'inizio avevo una gran paura di avere la SM tant'e che il medico mi fece fare la RM all'encefalo, che non riscontro problemi..,ed il Neurologo mi disse non cè niente di organico...tutto ok..
(sotto questo aspetto posso stare tranquillo..?)

Ma quello che non capisco e se il distrubo d'ansia può colpire fortemente alla testa, facendomi sbandare ed intontire in certi momenti, che a volte non riesco neanche a ragionare o parlare...
Come se avessi un forte mal di testa senza il dolore osseo diciamo...ma un forte stordimento.

Secondo voi, sarebbe opportuno associare una psicoterapia, a quella farmacologica?

Grazie..delle risposte...

[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

circa la SM può stare tranquillo.
Alla seconda domanda Le rispondo affermativamente, certo, può essere benissimo ma la valutazione corretta la può fare solo lo specialista che La segue al quale La rimando per una rivalutazione terapeutica.
Mi faccia sapere, se vuole.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
IERI HO EFFETTUATO VISITA DAL MIO NEUROLOGO, GLI HO ILLUSTRATO LA SITUAZIONE E MI HA DETTO QUANTO SEGUE:

MI HA CAMBIATO IL TRATTAMENTO CON
SOSTITUZIONE DEL DEPAS, CON EN N°2 COMPRESSE GIORNALIERE, E DOBREN 1/2 TRE VOLTE A GIORNO AI PASTI.

ED E' D'ACCORDO NEL FARE UN TRATTAMENTO AGGIUNTIVO DI PSICOTERAPIA.

SPERO CHE IN QUESTO MODO, IO POSSO FARE PASSI AVANTI, PERCHE' SONO STANCO DI STAR MALE..E HO UNA GRAN VOGLIA DI RIPRENDERMI IL PRIMA POSSIBILE.

SALUTI...
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

segua le indicazioni del neurologo ed abbia un pò di pazienza che si riprenderà.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Salve vovevo aggiornarvi della situazione.

Da quando ho cambiato terapia inserendo EN compresse, sto decisamente meglio, mi hanno fatto un ottimo effetto.

L'unica cosa che ora avverto di fastidioso sono:
fascicolazioni sulle braccia e a volte intorpedimento delle braccia quando dormo.

Per il resto sembra che tutto stia tornando alla normalità.

Grazie a Dio...

Ancora non ho cominciato la psicoterapia che farò sicuramente , spero sia l'arma in più per tornare definitivamente al 100%.

Grazie per le risposte...alla prox
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

mi fa piacere che la situazione sia molto migliorata. Ritengo che con il prosieguo della terapia farmacologica e l'inizio della psicoterapia il problema si possa risolvere completamente.

Cordiali saluti
[#8]
dopo
Utente
Utente
Vorrei aggiornarvi della situazione, da circa tre mesi faccio la cura con En e Dobren e la situazione rispetto a prima e decisamente migliorata.
Ho incominciato da poco anche la psicoterapia.

Però...a volte durante l'arco della settimana uno o due giorni mi capita di stare un pò peggio..cioè..

mi sento improvvisamente più ansioso, mi riprende un pò di confusione menatale e sto un pò giù di morale.

Poi magari questo stao passa e sto meglio...

Col Neurologo, siamo d'accordo di vederci prima o dopo Natale per cominciare ad abbassare la cura farmacologica.

Certo io, ho un pò di timore che senza...i farmaci ...possa ritornare il malessere...anche perchè ormai e da quasi un anno che conbatto con queste problematiche e non mi aspettavo questi tempi per un'assoluta guarigione.
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 71,1k 2,2k 23
Gentile Utente,

mi fa piacere che sia ulteriormente migliorato ma l'eventuale sospensione della terapia dopo solo tre mesi non mi trova d'accordo considerato che ancora la sintomatologia non è del tutto regredita. Condivido invece la graduale sospensione dell'En. Ne parli con lo specialista.

Cordialmente