Slivellamento del dente dell'epistrofeo

Salve, sono un ragazzo di 21 anni. Circa 6 mesi fa, ho avuto un incidente con il motorino ed ho riportato diverse contusioni. Inoltre dopo aver eseguito una radiografia al rachide cervicale con trans orale, mi è stato rilevato un "lieve slivellamento verso sinistra del dente dell'epistrofeo come da lesione traumatica."
Il neurologo mi ha "imposto" di portare un collare per 45 giorni, dopo di che sono andato da un fisiatra, il quale mi è sembrato molto superficiale. Senza visitarmi approfonditamente mi ha prescritto un ciclo di terapie di 20 sedute ( magneto, ginnastica cervicale e infrarossi).
Per un pò di giorni dopo le terapie, non mi ha dato problemi il collo. Ora però da circa un mesetto, sento la testa pesante, una sensazione di fastidio costante nel punto dov'è il dente. Spesso avverto un peso sulla fronte e non riesco a tenere la testa abbassata. Inoltre ho avvertito un improvviso calo della vista. Siccome non sono esperto in materia e i due medici a cui mi sono rivolto, non mi sono sembrati molto preparati a riguardo, vorrei sapere di preciso cosa significa slivellamento del dente ecc... Vorrei sapere come posso fare per rimetterlo a posto e quali conseguenze potrebbe portare. Visto che con le terapie e col collare non ho risolto, c'è qualche altro rimedio? Il problema della vista può essere riconducibile a questo slivellamento?

Grazie mille in anticipo per le risposte
Distinti saluti.
[#1]
Dr. Francesco Zenga Neurochirurgo, Microchirurgo 190 7
Gentiel Utente,
le coniglio di sottoporsi ad una radiografia del rachide cervicale in proiezioni statiche e dinamiche ed una successiva visita neurochirurgica.
Cordiali saluti,

Dr. Francesco Zenga
Medico Chirurgo - Specialista in Neurochirurgia
Città della Salute e della Scienza di Torino, sedi Molinette e CTO

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottor Zenga, ho dimenticato di scrivere, che ho fatto una TAC cervicale e non è uscito niente di "anomalo". Non è stata riscontrato nemmeno lo slivellamento.

Può gentilmente spiegarmi in via generale in questi casi come si interviene? Nel senso, c'è bisogno di un tipo di terapie specifiche? Di una cura particolare? O si potrebbe anche dover arrivare a un'operazione?

Mi rendo conto che via web non si può fornire una diagnosi accurata, ma io vorrei sapere quanto meno in via generale, in via teorica, se è possibile che i sintomi di cui ho parlato nel post precedente possano in qualche modo dipendere da questo problema.

Spero di essere stato un pò più chiaro.

La ringrazio per la risposta.

Distinti saluti
[#3]
Dr. Francesco Zenga Neurochirurgo, Microchirurgo 190 7
Gentile Utente, il dato della Tac è fondamentale!
A questo punto starei assolutamente tranquillo.
Cordiali saluti,
[#4]
dopo
Utente
Utente
O meglio, dopo la radiografia, ho eseguito una Tac.. ed è stata confermata la diagnosi della radiografia..dopo qualche mese però col ripresentarsi del dolore. ho pensato di ripeterla. E questa volta, non è stato riscontrato nulla..

Comunque dottor Zenga la ringrazio di nuovo

Distinti saluti

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio