Parestesie

Buonasera, sono una ragazza di 30 anni e cerco di spiegare brevemente il mio caso. Tutto è iniziato da metà agosto 2012. Una sera senza apparente motivo, appena sono andata a letto, il polpaccio della gamba destra ha iniziato a pulsare. La cosa è continuata per giorni e la mattina appena mi alzavo sentivo la gamba, da sopra il ginocchio in giù, pesante. Il sintomo scompare nel giro di due settimane, ma il medico per sicurezza mi prescrive un doppler. E' tutto nella norma. A fine settembre comincio ad avvertire nausea e ad avere problemi di stomaco. Avvertivo un continuo stimolo di minzione e ho avuto febbre a 37 per una decina di giorni. Il medico mi prescrive il Tavanic 500 ed i fermenti lattici e i fastidi e la febbre spariscono. Per sicurezza faccio le analisi del sangue: a parte i leucociti un po' al di sotto dei valori indicati, è tutto perfetto. Nel frattempo iniziano le prime parestesie alla parte sinistra della schiena. Con il passare dei giorni le parestesie si sono diffuse alle braccia e alle cosce. E' una forte sensazione di calore che avviene quando strofino qualcosa sulla pelle e capita indipendentemente dai movimenti che faccio. Passa una settimana circa e ritorna la febbre a 37. Continua la sensazione di bruciore e torna nuovamente la nausea e lo stimolo di minzione continuo che si risolvono in un paio di giorni. Ripeto le analisi del sangue, ma stavolta in modo più approfondito: nulla di nulla. Il 12 novembre 2012 ho un nuovo sintomo: l'alluce del piede destro si intorpidisce. L'alluce è, in data odierna 6 dicembre 2012, ancora intorpidito e stamattina si è aggiunto un fastidioso dolore al polpaccio della gamba destra. Il mio medico ed i miei familiari continuano a ripetermi che sono tutti sintomi collegati allo stress e all'ansia sottovalutando il mio malessere. Io so soltanto che fino a fine luglio stavo bene e facevo anche tanto sport, attività che a causa di questi fastidi ho dovuto abbandonare. Ringrazio per l'attenzione e spero che qualcuno possa fornirmi delle risposte o indicarmi come trovare una soluzione.
Cordiali saluti
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

per il sintomo attuale indagherei la colonna lombo-sacrale per vedere se c'è qualche problema a questo livello.
Ne parli col Suo medico curante per sapere cosa ne pensa e se è d'accordo dopo una valutazione clinica diretta.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Stamattina sono stata dal mio medico curante che, dopo avermi visitata ed ascoltato i miei sintomi per l'ennesima volta, mi ha prescritto un'elettromiografia. Tra le altre cose è ritornata la febbricola che non supera la temperatura dei 37. Aspetto i risultati di queste ulteriori analisi. In ogni caso la ringrazio per l'attenzione e per la tempestività nella risposta.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

ma non ha mai fatto degli esami diagnostici alla colonna lombo-sacrale, per es. radiografia o TAC o RM?

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,
non mai fatto nulla del genere, ne il mio medico curante mi ha mai proposto questo tipo di esami. Lei mi consiglia di seguire questa strada? Secondo il suo parere, è preferibile una radiografia una tac o una rm per iniziare? La ringrazio anticipatamente.
Distinti saluti
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

le linee guida suggeriscono iniziare con una radiografia ma in tal senso veda cosa Le dice il medico curante.

Cordialità
[#6]
dopo
Utente
Utente
Ne parlerò con il mio medico.Sperando di trovare presto una soluzione la ringrazio ancora una volta per i suggerimenti e per avermi prestato attenzione.
Le auguro una buona serata.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buonasera,
ho effettuato l'esame elettromiografico. Questo il responso. Lo studio EMGrafico, dopo l'analisi dell'attività muscolare spontanea, risulta nei limiti della norma per l'assenza di attività di denervazione recente, di vecchia data o di reinnervazione in atto.
Lo studio EMGrafico, dopo l'analisi dell'attività muscolare volontaria, risulta alterato per la presenza di sofferenza neurogena nei territori muscolari dipendenti dalla radice C7, C8 del lato destro e L5, S1 bilaterale.
Lo studio ENGrafico, dopo l'analis di VC, latenza, ampiezza e durata del potenziale d'azione motorio (MAP) e sensitivo (SAP), risulta nei limiti della norma a carico di tutti i nervi esaminati.
La prossima settimana andrò a fare una radiografia. Lei crede che i fastidi che tutt'ora ho possano essere scatenati da problemi alla colonna vertebrale? Nell'ultima settimana mi si è intorpidito il braccio sinistro, soprattutto nell'area del gomito lo sento legnoso, inoltre continuano i bruciori agli arti inferiori e superiori e alla schiena e quando mi piego sulle ginocchia ho forte dolore alla gamba sinistra, di cui l'alluce è ancora intorpidito. Mi sta sembrando di vivere un incubo, vorrei capire cosa mi sta succedendo.
La ringrazio ancora una volta per la pazienza, non appena avrò i risultati della radiografia glieli trasmetterò.
Distinti saluti.
[#8]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

probabilmente c'è qualche alterazione a livello cervicale (C-7-C8) e lombo-sacrale (L5-S1) che provoca questa sofferenza del nervo riscontrata all'EMG.
Vedremo cosa dirà la radiografia.

Cordiali saluti
[#9]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
la aggiorno sugli ultimi accertamenti effettuati. Il mio medico curante mi ha prescritto una RM encefalo+ col. cervicale +dorsale con mdc, senza passare per la radiografia, dopo che le condizioni della mia gamba destra sono ulteriormente peggiorate. Le trascrivo i risultati.
Sono state eseguite sezioni sul piano assiale, sagittale e coronale. Le immagini sono state ottenute con tecnica di spin-echo, T1 T2, DWI, DP e FLAIR. L'esame è stato completato anche dopo introduzione endovena del mezzo di contrasto.
I ventricoli laterali hanno normale forma e dimensione. Terzo ventricolo e quarto ventricolo si trovano sulla linea mediana.
Presenza di alcuni focolai iperintensi nelle sequenze a TR lungo a carico dei nuclei della base da entrambi i lati. (spazi di Virckow-Robin?).
Presenza di una formazione a segnale omogeneamente leggermente iperintensa nella sequenza T" pesate scarsamente evidente nelle sequenze FLAIR decisamente ipointensa nelle sequenze T! pesate, minimamente ipointensa nelle sequenze DP a carico dello splenio del corpo calloso a sede paramediana destra.
Tale formazione si presenta decisamente iperintensa nelle sequenze DWI.
Nessuna alterazione di segnale a carico del midollo cervicale ne dei corpi vertebrali. Regolari gli spazi subaracnoidei. Regolari gli spazi intersomatici, non aree di enhancement dopo mezzo di contrasto.
Non alterazioni di segnale a carico del midollo dorsale ne del cono midollare; conservata la fisiologica cifosi dorsale.
Dopo introduzione endovena del mezzo di contrasto, anche in acquisizione tardiva, non si evidenzia nessuna significativa modificazione rispetto al quadro di base.
In conclusione l'esame RM evidenzia un probabile processo espansivo interassiale a carico dello splenio del corpo calloso a sede paramediana destra con caratteristiche della lesione gliale L.G.
A causa delle piccole dimensioni non è attendibile un approfondimento con spettroscopia.
Potrebbe, in parole semplici spiegarmi cosa significa tutto ciò?
Per stessa ammissione da parte del mio medico curante, egli non ha ben capito di cosa si tratta perché molto generico. In ogni caso domani andrò da uno specialista per cercare di capire meglio.
Anche se in ritardo, le faccio i miei sinceri auguri per un sereno anno nuovo e la ringrazio per la sua immensa disponibilità.
Cordiali saluti.
[#10]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

a distanza non è possibile dare un'interpretazione corretta all'alterazione riscontrata, il neuroradiologo che, ovviamente, l'ha studiata in modo accurato ipotizza una formazione, di piccole dimensioni e di natura imprecisata. Le consiglio di fare visionare il referto ad un neurochirurgo per sentire un altro parere.

Cordialmente
[#11]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, la contatto solo per dirle che dopo un ricovero di 15 giorni e svariati esami i medici che mi hanno seguito sono arrivati alla conclusione che la formazione evidenziata nella risonanza sia una cisti. La ringrazio per avermi prestato ascolto e per i suoi consiglio. Le auguro un buon week end.
[#12]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,8k 2k 23
Gentile Utente,

La ringrazio per l'aggiornamento e per la buona notizia che mi ha dato.
Adesso sarà più tranquilla.
Buon fine settimana anche a Lei.

Cordialità

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test