Parestesie da circa un mese

Cari Dottori di Medicitalia buonpomeriggio,
Vi scrivo per un problema che mi condiziona da circa un mese, quando cominciai ad avvertire delle strane sensazioni di calore improvviso all'altezza del polso destro. Mi sono scoperto un po ansioso difatti anzichè consultare un medico, cercai su internet una cosiddetta autodiagnosi, morale della favola fu che all'inserimento dei sintomi tutte le esperienza raccontate erano riconducibili a malattie del sistemo nervoso ed in particolare alla sclerosi multipla. Allarmato ed preoccupato, decisi di rivolgermi al mio medico di base che mi prescrisse un'ecografia al polso destro. Forse per l'ansia o non so cos'altro cominciai anche ad avvertire queste sensazioni al polso sinistro, alla gamba sinistra ed alla gamba destra, in questi ultimi due casi all'altezza del piede, ad onor del vero ogni tanto mi si ripresenta, almeno in quest'ultimo periodo, solo la sensazione di calore alla gamba destra, oltre a quella sempre presente e fastidiosa al polso/mano destro. L'esito dell'ecografia fu negativo, ed il medico che l'ha eseguita mi ha consigliato una visita del neurologo. Ho fatto qualche giorno fa questa visita, la dottoressa all'esame obiettivo mi ha rilasciato questo esito : ai limiti della norma ( iperreflessia simmetrica), suggerendomi un unico esame chiarificatore ovvero l'Elettromiografia a tutti gli arti, esame che effettuerò tra qualche giorno. Vorrei chiederLe, con tutte le limitazione di un consulto a distanza, di cosa potrebbe trattarsi? La sclerosi multipla da me scoperta tramite una ricerca di autodiagnosi riconducibile ai miei sintomi potrebbe essere esclusa con l'esame obiettivo? A cosa serve esattamente l'Elettromiografia degli arti e che significa avere l'Iperreflessia simmetrica? Comunque un'ultimissimo chiarimento, nella diagnosi dell'esame EMG la dott.ssa ha scritto Parestesie distale, cosa significa esattamente?Dottori Vi ringrazio infinitamente dell'ascolto, e Vi Auguro una felice giornata.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

uno stato ansioso potrebbe provocare la sintomatologia descritta ma, ovviamente, prima di arrivare a questa conclusione è necessario escludere malattie organiche. Infatti Lei ha già effettuato la visita neurologica e farà l'EMG, esame che studia la funzionalità muscolare e la velocità di condizione dei nervi.
Con la visita neurologica si può avere il sospetto di SM ma non è possibile fare diagnosi.
Lei purtroppo ha commesso l'errore di avere cercato autodiagnosi in Rete, questa è una pratica perversa che può creare danni psicologici e a volta anche fisici mediante somatizzazioni.
Iperreflessia simmetrica simmetrica significa aumento dei riflessi tendinei da entrambi i lati del corpo, mentre "parestesie distali" significa alterazioni della sensibilità nelle parti più distanti degli arti (polso, mani, piedi, caviglie) rispetto all'attaccatura dell'arto stesso.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Egr.Dottore, intanto La ringrazio per la risposta....vorrei chiederLe sempre con i limiti di un consulto a distanza, ma i sintomi da me elencati e da me raccontati cosa potrebbero significare?potrebbe tranquillizarmi per quanto riguarda la temuta SM?se la dott.ssa avesse sospettato qualcosa del genere nell'esito dell'esame obiettivo, avrebbe scritto : ai limiti della.norma(iperreflessia simmetrica) ed inoltre mi avrebbe prescritto ugualmente l'EMG e non la rison.magnetica?dott.La ringrazio anticipatamente per la sua risposta, saluti
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

escluderei che la neurologa abbia sospettato una SM, infatti Le avrebbe prescritto una RM encefalica e non l'EMG. Forse il sospetto è di qualche neuropatia periferica ma è solo un'ipotesi buttata così, al buio.

Cordialmente

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test