Utente 167XXX
Salve,

sono la madre di una bambina piccola molto in ansia.
Da circa due mesi soffro di emicranie ai lati della testa (quasi "alle ossa"), diverse dai soliti mal di testa, accompagnate da "brividi" interni, che non saprei definire altrimenti: mi sembra di rabbrividire, avere scrolloni, ma da dentro la testa.
Il mio medico mi ha prescritto una tac encefalo con e senza contrasto, inserendo come motivazione meningioma o angioma,
Ora sono doppiamente preoccupata, temo un tumore maligno e ho paura del liquido di contrasto.
Aggiungo che ho già sofferto di cervicali, e non è questo il caso, e ho problemi di circolazione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si tranquillizzi e non stia in ansia.
L'indicazione diagnostica che ha scritto il medico è spesso un'indicazione di comodo, di opportunità, per potere giustificare la prescrizione dell'esame. Non abbia timori, l'eventuale esito negativo La tranquillizzerà.
E' stata visitata dal Suo medico curante? Quale ipotesi diagnostica ha avanzato, a prescindere da quello che ha scritto sulla prescrizione?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 167XXX

Gentile Dottore,

la ringrazio per la cortese e veloce risposta,
Il mio medico curante si è detto perplesso, per questo ha ritenuto opportuno prescrivermi una tac "per levarci ogni dubbio". Io non riesco più a vivere serenamente e a sorridere a mia figlia, continuo a pensare a ipotesi terribili, anche perchè i dolori e i "brividi" che avverto non li ho mai provati. Continuo a pensare a cosa potrà rivelare la tac.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

stia serena e faccia la TC possibilmente senza preoccupazioni eccessive.
C'è la possibilità che l'esame non rilevi nulla di patologico ed il tutto possa assimilarsi ad una cefalea tensiva associata o meno a stato ansioso.
E' chiaro che ciò che Le ho scritto non è una diagnosi ma potrebbe essere una possibilità.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 167XXX

La ringrazio,

mi rendo conto del fatto che non possa azzardare diagnosi a distanza, ma vorrei chiederle se una sintomatologia come la mia (emicrania + brividi, che mi sembra di aver capito si chiamino parestesie) possa essere data anche da una causa più grave come un tumore maligno. Poi è chiaro che se mi risponde che è possibile non penserò che secondo lei io ce l'abbia, ma solo che è una tra le tante eventualità.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la sintomatologia descritta non è tipica di tumori cerebrali, questi ultimi poi non presentano una sintomatologia ben definita ma variabile in rapporto alla localizzazione e alla compressione delle strutture circostanti.
Non pensi malattie importanti ma è logico un approfondimento diagnostico in casi di cefalee di prima insorgenza o che variano le caratteristiche rispetto alla "norma".

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 167XXX

Gentile Dottore,

Questa mattina ho fatto la tac all'encefalo con e senza contrasto. Pensavo che questo sarebbe stato il giorno in cui, in un modo o nell'altro, avrei rispreso a respirare, dopo un mese in cui trattengo il fiato. Invece il referto arriverà solo dopo Natale, e la dottoressa presente non si è sbilanciata in alcun modo, pur vedendo la mia ansia.
Al contrario, il suo consiglio è stato quello di fare anche una risonanza magnetica data la mia sintomatologia (ha aggiunto che lo segnerà sul referto).
Se non avesse visto nulla immagino che non mi avrebbe consigliato di fare una risonanza, e che mi avrebbe almeno tranquillizzata in qualche modo.

Non so cosa dire, questo non sarà di certo un sereno Natale.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

mi sembra strano che Le consegneranno il referto dopo Natale, quasi sempre è pronto dopo una settimana, questi tempi sono improbabili.
Se non Le viene difficile torni il prossimo mercoledì per chiedere spiegazioni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 167XXX

Gentile Dottore,

Mi è stato detto di provare a passare il 21, ma che non è detto che il referto sia pronto, è che più probabilmente me lo consegneranno il 27.
Il consiglio di fare la risonanza deriva secondo lei da quanto visto nella tac?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

questo non posso saperlo, una cosa alla volta, vediamo prima il referto della TC.
Stia serena.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 167XXX

Gentile dottore,

Stare serena è difficila vista la situazione, solo un'altra domanda: dal principio, con i miei sintomi, lei mi avrebbe consigliato di fare una tac o una risonanza?

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

una cefalea di recente insorgenza o che varia le sue caratteristiche va indagata mediante visita neurologica e, se ci sono dei sospetti, mediante un esame di neuroimaging (TAC o RM).
Nel Suo caso si tratta di una cefalea di recente insorgenza, quindi va fatta diagnosi di tipo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 167XXX

Gentile Dottore,

Ciò che mi lascia perplessa è che io non sono mai stata visitata dal neurologo, sono passata direttamente dal medico di base alla tac. E' una procedura consueta? Per il resto mi rassegno a passare i prossimi giorni con il dilemma se la dottoressa mi abbia invitata a fare una risonanza perchè ha visto qualcosa di allarmante dalla tac o solo perchè secondo lei avrei dovuto fare la risonanza e non la tac fin dal principio. Mi chiedo perchè per avere il referto di un esame immediato (perchè le immagini di una tac vengono visualizzate immediatamente, giusto?) servano giorni e giorni, creando nelle persone un ansia così terribile.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

i tempi di refertazione sono di alcuni giorni per l'elevato numero di esami da effettuare.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 167XXX

Capisco.

Secondo lei comunque non sarei dovuta essere mandata prima da un neurologo per una visita?

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

sarebbe più razionale iniziare l'iter diagnostico con la visita neurologica, poi, in base ai riscontri della visita, il neurologo potrebbe prescrivere esami diagnostici mirati al sospetto diagnostico stesso.
Il Suo medico curante ha tralasciato questo passaggio.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 167XXX

Gentile dottore,

Ho un buon medico di famiglia, ma temo che pecchi di presunzione: è solito saltare le visite "specialistiche" per prescrivere lui stesso gli esami da fare.
Vorrei farle ancora una domanda: le mie emicranie sono abbastanza forti da essere dolorose (spesso mi spingono a portarmi le mani alla testa per le fitte), ma non da costringermi a fermarmi dalle mie occupazioni giornaliere, e solitamente si attenuano con un antidolorifico (non so se posso fare nomi, io comunque di solito prendo quello più famoso a base di ibuprofene). Questo può essere considerato positivo? Se fossero il sintomo di una male grave non sarebbero più invalidanti, e soprattutto passerebbero con gli antidolorifici?

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

certamente una cefalea che si risolve con l'antidolorifico non farebbe pensare a patologie gravi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 167XXX

Gentile Dottore,

Ho potuto per fortuna ritirare già oggi i referti della tac. Mi sono tra l'altro resa conto di aver scritto di aver fatto mercoledì scorso la tac senza e con contrasto, quando in realtà quello è ciò che avrei dovuto fare, ma nei fatti ho fatto solo quella senza contrasto, perchè per una mia serie di allergie la dottoressa presente non si era fidata a darmi il contrasto.
Il referto comunque dice:

Non si osservano lesioni encefaliche acute a focolaio sede sovra e sottotentoriale. In sede insulare sn si osserva un'area tenutamente disomodenea ipodensa, valutabile in una sola immagine tc priva di evidente significato patologico, ma meritevole data la sintomatologia della paziente di completamento diagnostico tramite rmn.

E ricomincio a trattenere il fiato...se ho ben capito (non potrò vedere il mio medico curante fino a giovedì) dalla tac senza contrasto è emerso qualcosa di poco chiaro che va indagato tramite risonanza magnetica. Quell'area "tenutamente disomogea ipodensa" potrebbe essere un tumore?

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il neuroradiologo sembra escludere un problema importante in quanto l'immagine in questione è stata riscontrata soltanto in un "fotogramma" ed è assente negli altri.
Inoltre lo specialista aggiunge <<priva di evidente significato patologico>>.
Pertanto non stia preoccupata e faccia vedere l'esame al neurologo.
E' ovvio che si debba consigliare una RM encefalica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 167XXX

Gentile dottore,

Se ho capito bene...mi sta dicendo che posso probabilmente tirare un sospiro di sollievo?

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza vedere le immagini e basandosi letteralmente su ciò che recita il referto direi di sì. Lo legga attentamente anche Lei.

Dr. Antonio Ferraloro