Utente
Salve, come mia routine elenco sempre che sono un ragazzo di 22 anni, alto 1,78 h peso all'incirca 64 kg e sono da tantissimo tempo (almeno da quando avevo 17 anni) ansioso e a volte sofferente di attacchi di panico e fortemente ipocondriaco (sto attento ad ogni sintomo e mi dispero se è qualcosa di importante)! Soffro anche di disturbo ossessivo compulsivo dato che tendo a ripetere come rituale alcune cose (diagnosticatomi dallo psichiatria nel 2011).

Prima di scrivere i miei sintomi vi posto un precedente consulto fatto in Oculistica:
https://www.medicitalia.it/consulti/oculistica/306704-problema-agli-occhi.html

Passando allo stato attuale:
Da un po di tempo ho un problema agli occhi che gli specialisti chiamano in diversi modi: aura visiva, scotoma, emicrania con aura o emicrania oftalmica.
Praticamente fino a circa 2 anni fa mi capitava solo sporadicamente (una volta ogni 4 mesi circa).
Ma dal Luglio 2012 tutto è cambiato! Ho avuto mononuclesi infettiva che mi è durata per ben 20 giorni nel mese di Luglio e aggiungo anche la morte di un parente caro che da lontano è venuto a trovarci e guarda caso è venuto a morire da noi (da premettere il calvario che ha passato, emorraggia cerebrale e 22 giorni di rianimazione).

Proprio da fine Luglio, mi ha colpito un'aura visiva e in un giorno mi ha colpito per ben due volte! Nel mese di Agosto mi ha colpito per ben 5 volte in diversi giorni! Nel mese di Settembre 2 volte! Nel mese di ottobre una volta! A Novembre niente! A Dicembre una volta! A Gennaio 2013 mi è capitato in un giorno ben 2 volte e altre due volte in giorni differente per un totale di 4 volte!
Da premettere che sono totalmente depresso: sto collegato al pc continuamente (anche punte di 7-8 ore) e soffro di masturbazione compulsiva (mi masturbo praticamente 2-3 volte al giorno, almeno una volta sempre).
- Il difetto visivo è temporaneo mi dura circa 15 minuti l'aura visiva o scotoma e a volte mi viene il mal di testa a volte no

Sono terrorizzato e impaurito dalle malattie neurovegetative di cui non sto cui ad elencarle ma ho visto una certa correlazione e sono totalmente terrorizzato!!!ù

PS: a volte quando dormo di pomeriggio mi capita una sorta di paralasi ipnagogica che dura 5 secondi e poi mi sveglio impaurito (quasi sempre dopo un sogno).

Tutti questi fattori potrebbero essere correlati? Chiedo un consulto dato che non posso andare dal dottore ogni mese come ho fatto fino ad ora!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non pensi a nessuna malattia degenerativa in quanto l'emicrania con aura non degenera nelle forme che Lei teme.
La diagnosi di emicrania con aura l'ha fatta un neurologo? L'aura visiva come si manifesta?
E' in terapia per il disturbo ossessivo-compulsivo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore e grazie per la celere risposta!
La diagnosi di emicrania con aura non l'ha fatta il neurologo ma più di un anno fa l'oculista (nella visita di Settembre 2012) che mi ha visitato e descrivendogli i sintomi mi ha detto che si trattava proprio di emicrania oftalmica. Lo ha confermato anche il medico curante (sempre a Settembre 2012), rassicurandomi che era un fattore nervoso!

Inizialmente il disturbo mi si presenta come visivo e dura all'incirca 12-15 minuti a seconda dell'entità del disturbo: mi si può presentare come una parte opacizzata in uno o piu lati del campo visivo, oppure mi capita come se fosse abbagliato dai fanali delle auto (ad esempio durante il disturbo visivo, lo noto leggendo una targa d'auto o i numeri dell'orologio e faccio fatica a leggere qualche numero). A volte mi si presenta come scotoma scintillante (come delle mosche volanti che fanno zig zag ai lati del campo visivo). Dopodichè (dopo i 12-15 minuti) a volte mi capita un leggero mal di testa che scompare dopo mezz'ora o un ora, a volte non c'è nessun mal di testa ma solo paura per il fenomeno!
Da premettere che sono miope in entrambi gli occhi (sx -1.25 dx -1,25) e un leggero astigmatismo nell'occhio destro -0,25. Presento anche il fenomeno delle mosche volanti nell'occhio sinistro!

Ho paura delle malattie degeneretave demielinizzanti poichè in altri consulti simili al mio ho letto di una correlazione con queste cose e per questo sono terrorizzato!
- Non sono in cura al momento dal psichiatra per disturbo ossessivo compulsivo (diagnoticatomi nel 2011) poichè non ho ne il tempo ne la disponibilità economica anche se sto pensando di riprendere la terapia al più presto possibile!

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalla Sua descrizione la diagnosi di emicrania con aura è concreta, detto questo Le confermo che non c'è correlazione con le malattie demielinizzanti come la SM.
Il medico curante Le ha detto che "è un fattore nervoso", se per fattore nervoso s'intende una patologia neurologica va bene ma se s'intende una somatizzazione ansiosa non ci siamo in quanto non è questo il maccanismo d'insorgenza del fenomeno.
Se le aure si presentano in numero superiore a 2-3 al mese potrebbe essere indicata una terapia di prevenzione.
Riguardo il disturbo ossessivo-compulsivo si rivolga allo psichiatra per iniziare un'idonea terapia, non metta tempo in mezzo perchè rischierebbe di cronicizzare il disturbo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Quindi lei mi consiglia di intraprendere con lo psichiatra una terapia di prevenzione per questi attacchi? Comunue non mi hanno parlato di somatizzazione ansiosa ma soltanto di fattore nervoso e me lo ha detto sia l'oculista sia il medico curante. Quindi lei mi rassicura che almeno a quanto detto non è niente di grave e non corro rischi seri? Che terapie vengono effettuate?

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Si riferisce alla terapia all'aura o al disturbo ossessivo-compulsivo?
Per quanto riguarda rischi di SM può stare tranquillo, Lei ha le stesse probabilità della popolazione generale.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Mi riferisco all'aura. I miei svariati disturbi come il disturbo ossessivo compulsivo e la masturbazione compulsiva e ripetitiva potrebbero essere correlati o aumentare l'incidenza di questi attacchi?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in base alle attuali conoscenze non ci sono evidenze che il disturbo menzionato possa correlarsi con le aure.
Per quanto riguarda la terapia preventiva di queste ultime, i farmaci utilizzati sono molteplici ed appartengono a diverse classi farmacologiche, sta al neurologo la prescrizione più idonea.
Le ricordo però che la risposta sull'aura visiva non è sempre completa ma c'è una percentuale di non responders. In ogni caso se le "crisi" non sono superiori a 2-3 al mese la prevenzione farmacologica non è indicata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
A volte mi capita di non averle per 1 mese. A volte mi capita 3-4-5 volte al mese (il tutto a partire da Luglio 2012 mi si sono intensificati).
Quindi a cosa potrebbero essere correlati questi attacchi? L'uso eccessivo del computer influisce su questi attacchi?

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non si conoscono le cause dell'emicrania con aura, a volte si possono individuare dei fattori scatenanti, stress e ansia ai primi posti, seguiti da altri.
Spesso comunque non è possibile individuare nemmeno questi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Bene l'importante è che non mi debba preoccupare più di tanto come ha detto lei! In ogni caso anche se avessi solo l'aura, si tratterebbe lo stesso di emicrania con aura?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Sì, fa parte dell'emicrania con aura e viene definita "aura tipica senza cefalea".
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Quindi non ce bisogno di tanti allarmismi? Comunque la ringrazio per le rassicurazioni e le informazioni che mi ha dato

PS: sto iniziando a indossare le lenti a contatto mensili colorate (al momento le indosso solo il mercoledi e il sabato, di sera). Li posso indossare tranquillamente? Sono miope in entrambi gli occhi di -1,25 come già detto e astigmatico all'occhio destro con -0,25.

[#13] dopo  
Utente
Dottore volevo informarla che oggi mi è ricapitato il disturbo dell'aura visiva! Non mi capitava da circa il 21 gennaio! Inoltre da l'altro ieri mi capita (almeno cosi penso o forse mi sto creando troppi problemi) di avere qualche tic nervoso, tipo quando sono disteso nel letto e mentre rimugino costantemente la paura di cosa potrei avere. Questi tic consistono magari nel movimento impercettibile di un dito o della gamba. Ovviamente sono gia andato in panico. Non so se è una ossessione questa paura costante che possa essere malato.

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerata la frequenza delle aure visive, non penso sia opportuno iniziare una terapia di prevenzione. Le consiglio di fare un diario d'insorgenza in modo che il neurologo possa avere un quadro completo.
Per il resto, penserei che possa trattarsi di ansia.
Il mio consiglio resta quello di curarsi per il DOC.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Secondo lei e la sua esperienza professionale, è normale avere questi attacchi a 22 anni? Mi scusi se le faccio queste domande ma leggendo su internet mi imbatto nei casi più disparati e quindi non nascondo di essere ossessionato da cio che mi fa paura come le ho gia detto! In ogni modo se l'ansia e i miei problemi psichiatrici non influenzano l'insorgenza di questo difetto visivo temporaneo allora è normale che inizio un po a preoccuparmi! Con tutto quello che leggo su internet c'è da rabbrividirsi.
- Non riesco più neanche a capire il motivo della mia ossessione di queste malattie perche a 22 anni dovrei godermi la vita invece di preoccuparmi costantemente e ogni giorno!

[#16]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'emicrania con aura o l'aura visiva senza cefalea ha il suo maggiore picco nella seconda e terza decade di vita, per cui nel Suo caso siamo perfettamente nella media statistica.
A volte l'aura potrebbe essere scatenata da emozioni, stress ed eventi ansiogeni ma nella maggioranza dei casi non si riesce ad identificare un fattore scatenante.

<<Non riesco più neanche a capire il motivo della mia ossessione di queste malattie>> a parte che spesso la causa non si riesce a trovare, in questi casi la soluzione è una sola, curare il disturbo, senza farsi prendere da tante domande.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente
Dimenticavo, da tempo ho il fenomeno delle mosche volanti all'occhio sinistro. La ringrazio per le sue rassicurazioni sul fatto che non dovrei preoccuparmi e limitarmi a seguire le indicazioni di curare il disturbo! L'importante è che questo disturbo non mi possa limitare nelle attività.

[#18] dopo  
Utente
Salve dottore, le riscrivo facendo brevemente un riassunto per poi esporle l'evoluzione del mio disturbo. Sono un ragazzo di 25 anni, fortemente ansioso e ipocondriaco, pratico sport quali bicicletta e nuoto trimestrale estivo. Soffro di aura visiva con a volte di cefalea leggera, sin dall’età di 16 anni. Si manifesta inizialmente con mancanza di una parte del campo visivo in entrambi gli occhi, successivamente vi è lo scotoma scintillante che termina man mano che si va spostando sui lati del campo visivo, successivamente puo capitare che mi presenti una leggera cefalea. Prima accadeva con frequenze maggiori soprattutto in estate 2012 dopo aver contratto ed essere guarito da una mononucleosi pregressa e a seguito della morte di un paziente caro, ho avuto due episodi nello stesso giorno (una giornata di agosto) uno la mattina e uno la sera. Da quel giorno in poi sono seguiti attacchi ogni 3-4 giorni fino a dicembre 2012, poi scomparsi per oltre 6 mesi per poi ripresentarsi anche se avvenivano sporadicamente (ogni 3-4 mesi). Il cambiamento è avvenuto nei primissimi giorni (2-3) di gennaio 2016 quando ho avuto un episodio la sera in cui dovevo ritirare un telefono; mi si presenta l'aura visiva che regolarmente dopo circa 20 minuti passa ma si ripresenta di nuovo dopo 15 minuti circa per poi scomparire e lasciare spazio ad una leggera cefalea (dato che sono un po ansioso, facevo delle prove di memoria per ricordare nomi, eventi e volti delle persone; ho avuto la percezione come incapacità di ricordare i dettagli del viso delle persone care anche se la percezione spazio temporale e le conoscenze rimangono intatte); anche se gli altri non lo notano, rilevo una leggera confusione nell’eloquio nel senso che a volte intoppo durante l’attacco di aura visiva.Il 15 febbraio 2016 mi alzo con un leggero dolore di testa nella parte localizzata attorno all'occhio sinistro; sembra passare in meno di un'ora; dopo un'ora ho avuto un attacco (simile a quello di gennaio 2016) di aura visiva mentre ero in bici, presentandosi, come sempre, prima come una mancanza parziale del campo visivo e poi arrivato a casa con scotoma scintillante, prima come una mancanza parziale del campo visivo e poi arrivato a casa con scotoma scintillante; mi distendo nel letto, sembra passare ma dopo 20 minuti sembra ritornare anche se in maniera un po meno debole la mancanza di parte del campo visivo ma passa dopo 5-7 minuti lasciando spazio ad una leggerissima cefalea che si risolve nel giro di 2 ore (a volte persiste un leggero stordimento più dovuto al trauma sofferto psicologicamente dato che odio stare male). Esco da un periodo di stress universitario oltre che da un evento che ha colpito mia nonna (ictus ischemico). Penso continuamente a malattie di ogni genere che potrebbero colpirmi da un momento all'altro, soprattutto neurologiche (casi di ischemia sono frequenti nella mia famiglia, soprattutto in mia madre e mio nonno paterno nonchè i suoi fratelli affini), cardiache e gastrointestinali.

[#19]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che debba intervenire su due fronti, quello neurologico per iniziare una terapia di prevenzione dell'emicrania e quello psichiatrico per affrontare il disturbo ossessivo-compulsivo.

Le due visite si rendono necessarie considerata la frequenza degli attacchi emicranici con aura e per non fare cronicizzare il disturbo ansioso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente
Dottore ma mi rassicura che non rischio la vita e che sono fenomeni facilmente controllabili? Comunque mi capita una volta al mese da gennaio...non é ricorrente e poi l’anno scorso mi capitava una volta ogni 6 mesi. Il disturbo ossessivo compulsivo si é ridotto fortemente soprattutto sul fronte delle compulsioni. L’unica cosa che vorrei sapere é se comunque posso stare tranquillo

[#21]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se si cura può stare tranquillo.
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente
E nel caso in cui non mi curassi a cosa potrei andare incontro?

[#23]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
In primis la qualità della vita non sarà ottimale e alla Sua giovane età non è certamente una bella cosa, poi l'emicrania con aura può essere un fattore di rischio vascolare.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente
Dottore cio che a me preoccupa non é l’emicrania (che poi é una cefalea ma non si presenta quasi mai) ma il disturbo visivo. Inoltre la frequenza non é forte ma di tipo una volta a mese in questo periodo. Di solito possono passare anche piu di 4 mesi.

[#25]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
È il disturbo visivo quello più temibile, non l'emicrania di per sé.

Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente
Effettuerò appena possibile una visita neurologica. Come le ho gia detto, mi puo rassicurare che non si tratta di patologie gravi come quelle neurodegenerative? Posso continuare a praticare sport come nuoto e bicicletta? Che tipo di farmaci potrebbe prescrivermi il medico e se devono essere assunti per sempre?

[#27]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Certamente non siamo in presenza di una malattia neurodegenerativa, stia tranquillo, nulla di grave.
Farmaci di prevenzione ne abbiamo tanti a disposizione, non posso sapere quale prescriverà, e se prescriverà, il neurologo. Comunque non un antidolorifico come profilassi.
Prenderlo a vita? No, solo il periodo di maggiore frequenza in quanto ci possono essere anche condizioni di anni senza attacchi.
Può praticare sport tranquillamente evitando però sforzi eccessivi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente
La ringrazio per i chiarimenti e le faró sapere prossimamante