Utente 291XXX

Buongiorno,
da alcune settimane avverto una sorta di fastidio (non posso dire sia propriamente dolore) e un leggero formicolio che interessa principalmente tempia (e parte alta della stessa) e occhio destro che alle volte si espande leggermente sullo zigomo. Inizialmente il dolore/fastidio si manifestava prevalentemente di sera, dopo il lavoro, mentre da alcuni giorni anche durante il giorno.
Ricordo di aver avuto una sensazione simile, per un paio di mesi circa, anche un anno e mezzo fa. Ho letto sintomi molto analoghi nella forma e nei tempi (ma non nella intensità) in merito alla cefalea a grappolo. Potrebbe essere una manifestazione leggera? Nel caso c'è possibilità che si intensifichi o tende a stabilizzarsi?

Immagino sia opportuno un consulto specialistico, ma purtroppo al momento mi trovo in medio oriente per lavoro (rimarrò ancora diversi mesi) e vorrei sapere se a vostro avviso sia opportuno tornare in Italia per analisi più approfondito o se non sia necessario.

Vi ringrazio anticipatamente per il vostro servizio.
Grazie davvero e buona giornata

[#1] dopo  
Dr. Diego Corazza

24% attività
0% attualità
16% socialità
MONDOVI' (CN)
SOMMARIVA DEL BOSCO (CN)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
Il dolore della cefalea a grappolo è stato descritto come il più intenso che un essere umano possa avvertire. Le rare donne che ne sono affette lo definiscono di intensità superiore al parto senza anestesia. Può condurre al suicidio.
Per sua fortuna direi che il suo problema sia di natura diversa. Può essere espressione di disturbi diversi, banali oppure preoccupanti. Per le aree interessate si direbbe che vi sia un interessamento della branca oftalmica del nervo trigemino.
Considerato che si tratta di una parestesia che si sta ripetendo direi che deve essere indagata ma per il consulto specialistico in questo caso deve rivolgersi ad un neurologo.
Cordiali saluti
Dr. Diego Corazza
Psichiatria - Psicoterapeuta
www.diegocorazza.it

[#2] dopo  
Utente 291XXX


Buongiorno, grazie della risposta e della tempestività.

Quindi lei ritiene sia opportuno che torni in Italia e mi sottoponga ad una visita neurologica?
Quando dice che potrebbe essere ricondotto a patologie "preoccupanti" a cosa si riferisce?

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una visita neurologica sarebbe opportuna, escluderei la cefalea a grappolo e anche una nevralgia classica del trigemino.
Purtroppo quest'ultima è una diagnosi spesso abusata, basta avere un dolore nelle regioni innervate dal nervo trigemino che scatta automaticamente la diagnosi.
Nel Suo caso non mi pare che ci siano le caratteristiche tipiche della classica nevralgia del trigemino.
Cosa potrebbe essere non è possibile stabilirlo a distanza, occorre una valutazione diretta del caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro