Dolore articolare, mi è stato prescritto un antidepressivo

Buongiorno gentili dottori.
Sono un ragazzo di 21 anni e vi scrivo a causa di un persistente dolore in zona scapolare sinistra insorto un venerdì di 5 settimane fa circa (22/02) senza un evidente motivo.Il dolore si è presentato verso sera, particolarmente lancinante e si irradiava anche allo sterno (pensavo mi venisse un infarto).
Con il passare del tempo l'intensità del dolore si è abbassata (prima provavo fastidio anche respirando) ma in compenso ora si è spostato anche alla zona del muscolo dorsale (parte alta) ed alla parte centrale della schiena.
Ora provo dolore saltuario nella normalità, ma se da in piedi protendo il busto e le braccia in avanti come per toccarmi le punte dei piedi e respiro profondamente, lo avverto ancora.
All'ecografia non sono stati notati segni di lesione muscolare o strappi.
Stesso dicasi per il controllo RM (totale) che evidenzia solamente una LIEVE protusione discale L4-L5 ed L5-S1, ma a detta dei dottori è normale.
Ebbene dopo aver interpellato fisiatra e fisioterapista, aver fatto una settimana di TAUXIB 90 mg (indicato dal fisiatra) senza risultati, ho fatto una visita ortopedica dalla quale risulta una SINDROME FIBROMIALGICA.
Premetto che non fumo nè bevo alcool, prima di questo problema facevo regolarmente sport: pratico nuoto da 8 anni e corro spesso (con un picco massimo di attività l'anno scorso).
Capirete da ciò che la mia schiena tenderebbe di per sè ad essererigida e contratta (diagnosi confermata anche da fisioterapista e fisiatra).
A ciò si è aggiunto un particolare stress emotivo dovuto al fatto che soffro di un leggero acufene (ormai "metabolizzato") e da inizio gennaio sto frequentando un corso per allievi finanzieri appunto nel corpo della Guardia di Finanza.
I ritmi non sono certo da "bar".
Sabato è insorto un lieve fastidio ai trapezi come fosse torcicollo.
Come terapia l'ortopedico mi ha prescritto dieci gocce al giorno di LAROXYL per una settimana a scopo di MIORILASSANTE.
Tuttavia reputandola abbastanza pesante, la mia dottoressa ha optato per 5/6 gocce/giorno+una iniezione di muscoril alla mattina per sei giorni.Se non dovesse funzionare, dopo i primi 7 giorni passerei al dosaggio di 10 gocce/giorno.
Il tutto condito con qualche massaggio decontratturante.
Cosa pensate di questa cura?C'è possibilità che guarisca?E' mai possibile che alla mia età questa "sindrome fibromialgica" sia in realtà fibromialgia reumatica ( quindi cronica a tutti gli effetti) e non dovuta a semplici contratture? se non dovesse essere di origine reumatica, questo farmaco agisce sulla causa oppure solo sui sintomi?
Ultima cosa: gli effetti secondari del farmaco (sonnolenza, stordimento, lentezza dei riflessi) scompaiono con la sospensione del farmaco o lasciano qualche "ricordino"?
Dopo l'acufene (cause ignote) sono diventato un po' ipocondriaco e non voglio pensare di rimanere questo dolore all'infinito, anche in virtù della mia indole sportiva.
grazie e auguri di buona pasqua
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 52
Gent.le utente,
il Laroxyl (Amitriptilina) è un farmaco anti-depressivo triciclico (vecchia generazione come antidepressivo) ma molto usato evidentemente poichè per lo più efficace a dosaggi inferiori a quelli indicati per in trattamento dei disturbi del tono dell'umore nelle contratture muscolari dolorose di spalle e collo, nella cefalea muscolotensiva, nella fibromialgia, nella cervicalgia post traumatica (es: colpo di frusta), ecc.
In ogni caso le consiglierei una visita neurologica valutata la poliedricità delle manifestazioni di possibile competenza.
Debbo dire che ritengo sempre più "interessanti" i medici di medicina generale che disattendono le prescrizioni degli specialisti.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Ok, vedrò di interpellarlo al piu presto... Mi consiglia anche di farmi vedere da un reumatologo? Io ho effettuato due sedute di massaggi decontratturanti e le cose vanno decisamente MEGLIO, anche se è rimasto un po' di fastidio come se avessi fatto sport fuori allenamento, come se avessi dell'acido lattico... Secondo lei sussiste la possibilità di una patologia reumatica? Grazie

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test