Utente
buon giorno
mio padre 92 anni soffre di epilessia e di parkinsionismo,il neurologo dopo varie modifiche ha deciso di somministrare 3 compresse di :"DEPAKIN 500mg al giorno per l'epilessia e 4 di SINEMET 100/25 al giorno,ora mio padre non fà altro che dormire dorme anche quando mangia (se mangia)non riesce tenere la posata trema la lingua e non riesce a stare con gli occhi aperti nemmeno un attimo vuole solo dormire e non vuole mangiare ho fatto notare questo al neurologo ma mi ha risposto che non è niente io invece mi preoccupo ha cosa è dovuta questa sonnolenza?alle malattie? ai farmaci? alla debolezza? visto che mangia poco e niente, cosa posso fare?con la fisioterapia posso risolvere un pò il problema o non c'è più niente da fare?
grazie per la risposta

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

se questa sintomatologia è insorta dopo l'inizio della cura con i dosaggi descritti è possibile che sia dovuta ai farmaci. Mi saprebbe dire di quale forma di parkinsonismo soffre Suo padre?
Da quanto tempo si trova in questo stato? Con questi dosaggi i sintomi parkinsoniani si sono ridotti?
Ha ancora crisi epilettiche?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
no mi dispiace il neurologo disse solo ke non è morbo di parkinson ma parkinsionismo in quanto ai sintomi si accentuano sempre più anche se una volta al mese fà un ciclo di 10 giorni di fisioterapia no non ha più crisi epilettiche

ricambio i saluti e ringrazio

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

potrebbe essere un parkinsonismo vascolare, consideri pure che esistono i parkinsonismi atipici che sono generalmente poco sensibili alla terapia con levodopa (sinemet).
Per quanto riguarda lo stato attuale le ipotesi sono sostanzialmente due, il parkinsonismo ha causato un deterioramento cognitivo con poca lucidità e sonnolenza oppure il problema è dovuto ai farmaci.
Probabile l'associazione di entrambe le cose.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
grazie per la risposta ma vorrei sapere cosa mi consiglia di fare o devo tenere mio padre sempre in quelle condizioni visto che il neurologo non dà molta importanza a questa situazione
grazie ancora

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il neurologo ha detto che va bene così potrebbe sentire un secondo parere.
Noi a distanza senza conoscere il paziente e senza avere nemmeno una diagnosi certa non possiamo prendere decisioni, nè possiamo variare terapie.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6]  
Dr. Marcello Mura

24% attività
0% attualità
12% socialità
SAN GAVINO MONREALE (SU)
ORISTANO (OR)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Mi permetto di segnalare anche che le persone anziane, affette da tante patologie e in cura con tanti farmaci, possono andare facilmente incontro a malnutrizione, disidratazione e, paradossalmente, infezioni senza febbre.
Provi a porre questo quesito al medico di base.

[#7] dopo  
Utente
grazie del consiglio
glielo faro presente al medico di base
grazie

[#8] dopo  
Utente
gentilissimo dottore avevate ragione infatti le infezioni stanno incomiciando prima alla gola poi alla bocca e stamattina abbiamo scoperto le prime piaghe da decubito ai (quelli che sono rimasti)glutei,il dottore di base ha detto appunto che dipende dalla mal nutrizione,stiamo facendo di tutto
poi il dottore di base dice che è utile un pò di fisioterapia,voi cosa ne pensate?
grazie ancora e saluti

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ai soggetti parkinsoniani e/o immobilizzati la fisioterapia è sempre un aiuto importante, pertanto è senz'altro consigliabile, anche per attivare la circolazione del sangue.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro