Rm encefalo e cervicale

Gentilissimo dottore, sono una donna di 32 anni e la fisiatra che mi segue per dolori cervicali e cefalee mi ha fatto eseguire una rm all'encefalo e alla colonna cervicale...vorrei un vostro parere sul referto: RM encefalo: sono presenti focalità ipeintense bilaterali in corrispondenza della regione para-trigonale, aspetto indicativo di una sofferenza parenchimale su base verosimilmente micro-vascolare. Utili controlli con esame ottenuto con mdc e con controllo a distanza. Il sistema ventricolare è simmetrico, non dilatato. Regolare aspetto degli spazi subaracnoidi della volta e della base. Strutture della linea mediana in asse. Normale aspetto della sella turcica, con regolare morfologia della ghiandola ipofisaria. non sono apprezzabili alterazioni a carico degli angoli ponto-cerebellari, con normale visualizzazione dei nervi acustico-vestibolari nel tratto intracanalare. Iniziale ipertrofia dei turbinati nasali.
RM cervicale: significativa riduzione della fisiologica lordosi del tratto cervicale della colonna. Non sono presenti immagini riferibili a protrusioni o ernie significative. Regolare la morfologia del midollo.
Diciamo che l'aspetto che mi preoccupa è questa sofferenza parenchimale in quanto mi è stato detto che è un evento che si verifica in età molto più avanzata della mia ma che potrebbe essere riconducibile a varie cause e quindi non mi sono stati prescritti ulteriori accertamenti.
La ringrazio anticipatamente per un suo eventuale parere.
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,9k 190 52
Gent.le utente,
vedo che ha già le idee chiare. Una sofferenza del parenchima cerebrale su base vasculopatico (pertanto ipossico-ischemico?) alla sua giovane età non è affatto usuale.
Le consiglio una sollecita valutazione clinica neurologica (alla quale già avrebbe dovuto sottoporsi per la cefalea ricorrente). Ci sono molti possibili fattori causali per il quadro descritto, diversi tra loro. Uno potrebbe "semplicemente" essere il micro-infarto in paziente cefalalgico/emicranico. Pertanto curando i suoi "mal di testa", oltre ad avere una migliore qualità di vita, opererebbe una azione profilattica su la insorgenza di ulteriori possibili focolai di sofferenza cerebrale. Come le dicevo: le cause possono essere anche molte altre. Pertanto non esiti a farsi vedere a breve per una corretta formulazione diagnostica, una determinazione delle cause, una adeguata terapia e profilassi del problema.
Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Dottore la ringrazio per la sollecita risposta anche se non le nego che mi ha allarmata e non poco.
I medici che finora hanno visionato la rm in questione mi hanno detto di stare tranquilla e che non dovevo fare ulteriori accertamenti....nessuno (medico di famiglia, fisiatra e medico del centro in cui ho effettuato la rm) mi ha parlato di micro-infarto o di ischemia. Mi è stato detto che le cefalee dipendono dalla cervicale e che quanto emerso dalla risonanza all'encefalo potrebbe essere un tratto ereditario o comunque un problema vecchio e non riconducibile ai disturbi attuali.
A questo punto farò comunque una visita neurologica anche se rimango perplessa che in 3 non mi abbiano consigliato di fare nulla....crede che abbiano sottovalutato il problema? Le cefalee sono un problema recente ed effettivamente collegate all'infiammazione del collo (spesso collegate prima mi fa male dietro al collo e poi parte il mal di testa)
Qualora volessi ripetere la rm con mezzo di contrasto potrei avere problemi visto che sono allergica ai metalli (nickel e cromo)?
Non le nego che sono nel panico più totale!!!!
Cordiali Saluti
[#3]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,9k 190 52
Gent.le,
io ho semplicemente asserito che vi possono essere "molte spiegazioni".
Ma il dato della RM è quello: "...focalità...indicativo di una sofferenza parenchimale su base verosimilmente micro-vascolare..." e inoltre "...utili controlli con esame ottenuto con mdc e con controllo a distanza...".
Mi sembra che il collega radiologo la pensi come me: controllo ed approfondimento.
Niente panico ma attento chiarimento del quadro clinico/radiologico.
Cordialmente.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per la sollecita risposta,
richiederò al più presto un consulto neurologico
Cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test