Utente 326XXX
buongiorno,
sono un’insegnante di scuola elementare di 63 anni. Sono un soggetto iperteso e seguo una cura per tenere sottocontrollo la pressione. Lo scorso anno ho avuto un episodio di perdita di coscienza, in seguito al quale ho fatto nuovamente tutti i controlli e dall’ecocolordoppler dei tronchi sopra artici è stata evidenziata una placca ipercogena regolare con stenosi del 30-40% al bulbo carotideo e all’origine della carotine interna. Il cardiologo mi ha consigliato i seguenti farmaci: Colver 6,25 cpx2 al di, blopresid 1 cp, cardioaspirina 1 cp,setorilin 40 1 cp, lanzoprazolo 20 mg. Ed inoltre lo scorso mese durante le ore di lezione ho avuto un giramento di testa con una piccola perdita di coscienza..la pressione in questo caso era di 140/95..non molto piu alta del solito. due settimane fa ho effettuato una RM ECEFALO E TRONCO ENCEFALICO + RM COLONNA CERVICALE a causa delle numerose emicranie di cui soffro, non sempre associate ad una ipertensione. Dal referto: “sul parenchima cerebrale sono presenti alcune piccole zone di leucoencefalopatia a livello dei centri semiovali specie a sinistra, in sede fronto-basale sottocorticale bilateralmente, sulla corona radiata di destra, in sede para trigonale sn da piccoli esiti gliotico-ischemici sulla sostanza bianca. nella norma lo spazio liquorale peri encefalico, il sistema ventricolare, la fossa cranica posteriore.
RM colonna cervicale
Rettilineizzato il tratto cervicale con segni di discopatia diffusamente. Protrusioni discali si apprezzano in particolare su C$-C5 ad ampio raggio, prevalente in sede paramediana dx con componente osteofitosica e minima componente erniaria sottolegamentosa, c5-c6 con imporonta paramediana sn sul sacco durale, con ulteriore ernia sottolegamentosa, c6-c7 in sede paramediana dx. rispetto all’indagine precedente 2010 appare appena piu significativo quanto presente su c5-c6 a sinistra, sostanzialmente invariati i restanti reperti.
Questi episodi che si sono verificati potrebbero essere associati a ciò che emerge da questo referto?
non è la prima volta che faccio l’rm della colonna cervicale ed ero già a conoscenza di questa situazione. è la prima volta che eseguo invece l’rm encefalo e tronco encefalo e vorrei cercare di capire qualcosa in piu.

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Insegnante,

Le premetto che per dare un parere attendibile è necessario visionare direttamente le immagini. Comunque una risposta basata esclusivamente sulla lettura del solo referto tenteremo di darla.
Si parla di esiti gliotici di natura ischemica, ciò significa che in passato si sono verificate delle piccole ischemie passate probabilmente inosservate.
L'ipertensione potrebbe essere una causa di queste ischemie. Inoltre se la diagnosi della cefalea che riferisce è di natura emicranica anche questa potrebbe essere un'altra causa.
E' seguita da un neurologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 326XXX

La ringrazio per la celere risposta. No, non sono mai stata seguita da un neurologo in quanto è il primo esame del genere che eseguo. Ho sempre associato questo mal di testa alla pressione alta ma poi ho iniziato a controllarla sempre piu frequentemete rendomi conto che non era cosi. Purtroppo sia il mio medico di base che il mio cardiologo hanno sempre sostenuto che i miei sintomi derivassero da uno stato ansioso (ci sono stati molti episodi spiacevoli nella mia vita che mi hanno portato ad uno stato ansioso/depressivo) quindi agendo di testa mia ho ritenuto opportuno eseguire questo tipo esame..anche perché i miei mal di testa sono sempre abbastanza intesi e colpiscono sempre la parte "superiore" della testa e non magari le tempie come un più comune mal di testa.

Da questo consulto neurologico, che in ogni caso farei, potrebbero derivare dei trattamenti?

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Insegnante,

prima di pensare ad un eventuale trattamento farmacologico è necessario effettuare una diagnosi in quanto ogni terapia si prescrive in funzione della diagnosi.
Soffrendo di cefalea mi permetto di consigliarLe un neurologo esperto proprio in cefalee.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 326XXX

La ringrazio per le delucidazioni. Provvederò a consultare un neurologo.

Cordiali saluti

LP