Utente
Gentilissimo prof. Ferraloro
Sono parkinsoniana da 8 anni del tipo acinetico- rigido con problemi di deambulazione
con perdita d’equilibrio con cadute devo dire che ultimamente riesco a controllarmi ed evitarle
la mia terapia è la seguente:mattino 2 di mirapexin retard da 0,52 +1 di requip retard da 0,8 + metà di sinemet da 250
altre 1 e mezza di sinemet suddivise in tre dosi (totale 2 al giorno ) tutto sommato dopo 8 anni di pk.è abbastanza vivibile .il mio problema più grande che mi fa vivere male ormai da 1 anno è il blefarospasmo iniziato con l’occhio sx
curato con il botulino risultato abbastanza soddisfacente ma di breve durata circa 3 mesi x poi riprendere bilateralmente ora è un periodo che mi dura tutto il giorno rendendomi nervosa e rende problematico anche il cammino
che a volte faccio con gli occhi chiusi . probabilmente avrò bisogno di tranquillanti x il blefarospasmo e x gli attacchi di panico di cui ho sempre sofferto es: sento suonare alla porta devo andare ad aprire le mie gambe non si muovono cerco di reagire penso che è un fatto nervoso che le mie gambe sono sane…..niente…..i ormai i miei cari lo sanno ed aspettano pazientemente
es:devo attraversare la strada guardo che non ci sia nessuno in vista perché se un conducente si ferma x farmi passare idem come sopra mi capita quando mi sento osservata o devo fare una cosa
Le chiedo il blefarospasmo rientra nella malattia del pk. ? io sono iscritta ad una associazione pk .ma nessuno ne soffre
Volevo aggiungere che in passato ho assunto o la venlafaxina x mesi ho smesso visto risultato 0.
Gent. Prof x favore mi dia un consiglio Lei che è così bravo in questo campo mi faccia vivere discretamente ringraziandola x la sua disponibilità risaputa
La saluto cordialmente lucia



mo prof. Ferraloro

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora Lucia,

il blefarospasmo non è tra i segni comuni di accompagnamento alla malattia di Parkinson, il meccanismo patogenetico, cioè il meccanismo con cui si instaura questa condizione non è conosciuto, è stata però ipotizzata un'alterazione a livello dei neurotrasmettitori dei nuclei della base che poi sono quelli direttamente coinvolti nella patogenesi del Parkinson. Il meccanismo comunque è poco chiaro. Se così fosse una correlazione tra le due condizioni (blefarospasmo e Parkinson) potrebbe teoricamente esserci.
Alcuni ritengono anche che possa rappresentare un effetto collaterale molto raro di alcuni farmaci antiparkinsoniani ma su questo esistono molti dubbi.
Al momento il trattamento più efficace è rappresentato, come Lei ha già sperimentato, dalla tossina botulinica.
Per quanto riguarda gli antidepressivi, considerata l'inefficacia della venlafaxina, la scelta è ampia e per questo si rivolga al neurologo che La segue.
L'altro segno che riferisce, il blocco dell'inizio del movimento (andare ad aprire la porta, attraversare la strada, ecc.) è un segno caratteristico del Parkinson e viene definito "freezing of gate" cioè "congelamento della marcia" o più semplicemente "freezing".
Ritengo che sia già seguita da un centro per lo studio ed il trattamento dei disturbi del movimento.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
gentilissimo dott ringrazio sentitamente ma i blocchi di cui soffro non credo sia freezing ma attacchi di panico il freezing mi viene all'improvviso senza nessun altro sintomo mentre a mè vengono accompagnati da ansia ed agitazione
prossimamente adrò alla visita di controllo a Milano centro x i disturbi del movimento dove sono seguita da un bravo e gentile neurologo come Lei
vedrò di spiegarmi bene in modo di fare una buona terapia x il sistema nervoso cosa mai fatta fino ad ora sperando in un mglioramento .........
La saluto ringraziandola x l'appoggio che giornalmente dispensate gratuitamente per noi tutti
Auguro a lei e famiglia un felice S,Natale
. con gratitudie Lucia

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ringrazio Lei e ricambio gli auguri anche per la Sua famiglia.
Le auguro inoltre di risolvere al più presto il problema per svolgere una vita il più possibile normale.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro