Utente
Salve, vi espongo il mio problema, a seguito di un paio di mesi di forte ansia e paura di avere malattie gravi,in quanto avendo fatto una visita oculistica é emerso un problema che credevo grave ma a quanto pare non grave come confermato in una seconda visita, mi sono comparse delle fascicolazipni, inizialmente localizzate al quadricipite della coscia e al polpaccio destro, non comtinue ma saltuarie e in alcuni giorni non si presentavano nemmeno.ora si sono estese anche ai glutei e all altra coscia,fino alla schiena,pancia e a volte al tricipite del braccio dx,le ripeto si presentano come un guizzo veloce a volte non le vedo memmeno,mi é capitato che a volte si concentrassero su un unico muscolo con pulsazioni continue circa 7-8.ora sono diffuse e distanti tra loro come tempistica,mi capita per esempio di sentirla al polpaccio e dopo parecchio tempo al quadricipite e a volte anche in sequenza tipo ginocchio dopo qualche sevondo nell altra gamba.sono terrorizzato ho paura,le confesso che sono ipocondriaco ed ansioso.ora non avverto il benché minimo movimento delle fascicolazioni.grazie e saluti

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le fascicolazioni sono nella stragrande maggioranza dei casi benigne e possono riconoscere cause diverse.
Dalla modalità di distribuzione sul corpo e nel tempo non sembrerebbe nulla di importante, è possibile che il problema sia di origine ansiosa.
Se dovessero persistere faccia una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio dottore per la veloce risposta
Saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla!

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Dottore volevo chiederle un altra cosa da quasi 3 anni mi capita di trattenere il respiro volutamente quando corro per circa una ventina di secondi o anche quando sollevo pesi non mi capita sempre ma spesso,se continuo cosi potrebbero verificarsi danni neurologici importanti?

[#5] dopo  
Utente
La prego dottore mi risponda

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non è certamente una pratica da incoraggiare, anzi.....
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Cosa potrebbe succedermi?Posso aver gia subito danni rilevanti non lo faro mai piú

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ritengo che non abbia subito danni ma è una pratica da evitare.

Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Grazie dottore rieducherò il respiro alla perfezione

[#10] dopo  
Utente
Ne é sicuro dottore in caso di danni cosa si verificherebbe la ringrazio dottore,o anche se avendo smesso questa pratica a distanza di tempo possano verificarsi danni?
Grazie e saluti

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Non pensi più queste cose e stia tranquillo, non succederà nulla.
Dr. Antonio Ferraloro

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Le rispondo dal punto di vista scientifico, finora non si conosce la causa della SLA e questo in seguito a studi scientifici seri effettuati nelle grandi scuole di Neurologia di tutto il mondo.
Piccola esperienza personale: la maggioranza dei casi di SLA venuti alla mia osservazione riguarda soggetti che non svolgono o non hanno svolto attività fisica importante, né sportiva né lavorativa (impiegati in ufficio, baristi, tabaccai, ecc.).
Pertanto stia tranquillo e non cada nell'ipocondria o nei pensieri ossessivi.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro