Sensazione di calore

buongiorno,mi chiamo massimo ho 46 anni ,spero di aver scelto la specializzazione giusta per esporre il mio problema.

PREMESSA
è da tanto tempo che soffro ogni 15/20 giorni di cervicalgia ( almeno così mi sembrava) dolore dietro la nuca ,con terapia di un moment o al massimo due tutto si risolveva.
Soffro di acufeni da entrambi gli orecchi ( da tanto tempo).
queste due patologie le ho sempre associate al mio lavoro,rumore macchinari e postura con collo sempre piegato.

INIZIO
Solita forte cervicalgia ma questa volta da dietro la nuca si espandeva alla tempia sx,prendo due brufen al giorno per ben tre giorni ma il dolore non passa,si attenua leggermente.
Mi misuro la pressione ( cosa mai fatta durante i miei mal di testa) 168/105
da allora sotto consiglio de mio medico mi controllo la pressione tre volte al giorno.
La pressione varia da 130/85 a 170/112.
Ancora forte cervicalgia con dolore alla tempia sx e pressione 170/108.
Faccio una visita cardiologica tuttu nella norma faccio ecg e controllo pressione sotto sforzo tutto nella norma,i medici mi consigliano di trattare la pressione con terapia Pritor 40 mg.
Il 22 luglio ( ed è per questo che vi scrivo) avverto un sintomo che non mi passa inosservato:
forte ed improvvisa vampata di calore che parte dal ginocchio sx fino a sotto il piede sx,questa sensazione continua e si accentua.
IL 29 LUGLIO INIZIO TERAPIA PRESSIONE con pritor 40 mg e adesso la pressione sembra stabile.

adesso durante la giornata ho queste sensazioni di calore che si sono estese anche al piede dx (in modo lieve,mentre al sx sono più intense sopratutto sotto il tallone) e sono accompagnate da formicolii e intorpedimento al piede sx ,dita del piede sx e polpastrelli della mano sx.
alla sera tocco l'apice di questi sintomi,il mattino mi sveglio e stò bene , ma per pochi minuti,poi tutto inizia gradualmente.
Le gambe non sono gonfie e non mi sento stanco.
pratico corsa non agonistica (circa 25 km a settimana in modo tranquillo).
Nel mio ramo famigliare ho nonna e zia e babbo con pressione alta e glicemia( io invece la glicemia l'ho nella norma)

e sopratutto ho mio cugino che l'anno scorso gli è stata diagnosticata la SCLEROSI MULTIPLA ( il sintomo di allarme fù problemi di vista).
Io non voglio essere pessimista ma mi chiedo cosa può essere questo mio problema.
- forse tengo stabile la pressione ,ma non ho ancora individuato la causa la quale mi crea questi fastidi?
--forse aver tenuto la pressione alta mi ha causato qualche problemas?
-forse DOVREI FARE ACCERTAMENTI su la SM.

può darmi un consiglio di come muovermi?
grazie
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67k 2k 23
Gentile Utente,

l'iter diagnostico in questo caso prevede prima la visita neurologica e successivamente, se richiesta dal neurologo, una RM encefalo e midollo spinale. Allo stato attuale capisce bene che non è possibile sbilanciarsi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio