Paura sm, ansia

Salve, innanzitutto volevo ringraziare da parte di tutti gli utenti per il servizio offerto, in secondo luogo vorrei esporre il mio problema.
Sono una ragazza di 21 anni che ha sempre goduto di ottima salute. Premetto prima di arrivare al dunque che ho sempre sofferto di ansia che si esplica soprattutto sotto forma di ipocondria, già da quando ero piccola. Infatti all'età di circa 10 anni passai un periodo nel quale mi lavavo le mani in continuazione per paura di malattie infettive. La mia ansia si alterna a periodi di tranquillità. Ultimamente sono in una fase di ricaduta: ovvero, da circa giugno avverto una sensazione strana alla gamba, ossia sento come se fosse costantemente contratta e a volte formicola, anche se non ho nessuna perdita di sensibilità ne di forza. Il fenomeno ha iniziato a presentarsi in un periodo di forte stress perchè ero in piena sessione d'esame. Però camminavo e facevo tutto normalmente. Inizialmente avevo paura si trattasse di una sorta di trombosi perchè assumo un contraccettivo orale. Il disturbo è passato per un po', e adesso lo sento di nuovo. Non dormo la notte e non vivo serena perchè leggendo su internet tutto mi riportava alla sclerosi multipla. Io so di essere ipocondriaca, so di non avere nulla, ma il mio inconscio continua a stare in ansia e sono attenta a ogni singolo sintomo che probabilmente mi provoco da sola.Infatti da ieri avverto una sensazione simile anche al braccio. Ora voglio capire se devo realmente pensare si tratti di SM oppure sono solo mie ossessioni. Circa tre anni fa finii da un neurologo per lo stesso timore, che mi visitò e mi disse che non necessitavo di ulteriori accertamenti e che l'unica terapia di cui avessi bisogno fosse una di tipo psicologico. Ultimamente la mia ipocondria sta nettamente peggiorando, sono passata in poco più di tre mesi dal temere una ulcera gastrica, poi morbo di Chron per alcuni disturbi intestinali, e ora questo. Cosa devo pensare? Necessito di accertamenti neurologici per questa sensazione? O è solo ansia? Non ho soldi per pagarmi una visita e mia madre non mi ci porterà mai perchè con la mia ipocondria l'ho davvero esasperata chiedendole continue rassicurazioni e conferme. Ripeto che la sensazione che avverto alla gamba è come se fosse leggermente e costantemente contratta e "gonfia" anche se non lo è, e non ho cambiamenti di sensibilità. Inoltre essendo una studentessa passo quasi tutta la giornata seduta tant'è che ho un costante mal di schiena e problemi posturali, e non pratico sport.Il terrore della SM mi sta creando un'ansia come non mai, non riesco a focalizzarmi su altro, nemmeno sullo studio. Ringrazio chiunque dedicherà del tempo a leggere questo papiro e mi fornirà una risposta.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Ragazza,

da ciò che scrive il problema sembrerebbe di tipo ansiso con forte componente ipocondriaca per cui sarebbe indicata una terapia in tal senso.
Per Sua tranquillità potrebbe effettuare una visita neurologica anche presso un collega della ASL del Suo territorio dove al massimo pagherebbe il ticket qualora non fosse esente.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
Utente
Utente
Grazie per la Sua celere risposta, quello che vorrei capire è, ci sono davvero i presupposti per necessitare di una visita? Possono esserci dietro questo tipo di disturbo di cui soffro reali possibilità che si tratti di qualche patologia organica? Se no preferirei evitare completamente la visita perchè se rientrassi nella spirale viziosa del girotondo di visite specialistiche ne farei fatica ad uscire, so che dopo una rassicurazione permarranno comunque gli stessi dubbi. Ripeto che la sensazione che provo è questa sorte di tensione senza però dolore o perdita di forza e sensibilità, che ho notato accentuarsi mentre dormo (sono il braccio e la gamba che tengo sempre piegati nel sonno). Non è invalidante e riesco a fare tutto come prima.Se esiste un rischio prenoterò la visita, altrimenti l'unico appuntamento che prenderò sarà con uno psicoterapeuta. La ringrazio
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente la sintomatologia riferita sembrerebbe, da ciò che scrive, di tipo ansioso. Con tutti i limiti del consulto a distanza Le posso dire di orientarsi sul versante psichico del problema, soprattutto se confermato dal medico curante che La conosce meglio di noi.

Cordialmente
[#4]
Utente
Utente
Salve dottore, mi scuso per l'assenza. Mi sono abbastanza calmata e credo di aver messo da parte la paura di una qualche grave malattia neurologica, i disturbi continuano e sono del seguente tipo: sto molte ore seduta perchè sono una studentessa e sono sotto esame: mentre sto seduta provo sofferenza a rimanere ferma sempre nella stessa posizione e ho urgenza di muovere le gambe. Inoltre ho un forte dolore nella zona lombare e sacrale e un dolore tipo crampiforme alla coscia dx, più o meno nell'area posterolaterale. Il dolore si attenua dopo un po' che sto in piedi. Pensa che possa trattarsi di sciatica? O semplicemente di disturbi legati alla prolungata inattività? Sto provando ad assumere integratori di magnesio e potassio. Il formicolio, dal momento che ho sensibilità normale, ma i piedi freddi, potrebbe essere dovuto a problemi di tipo circolatorio? (assumo un contraccettivo orale) Posso escludere problemi neurologici? in ogni caso lunedì ne parlerò anche con il mio medico curante. La ringrazio per l'attenzione
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Un problema alla colonna lombo-sacrale è possibile in base alla sintomatologia descritta ma deve, come ha giustamente scritto, rivolgersi al Suo medico curante per avere una valutazione clinica del caso.

Cordialità
[#6]
Utente
Utente
Grazie ancora per la Sua disponibilità ed attenzione.
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Di nulla, buonanotte.
[#8]
Utente
Utente
Buonasera dottore, vorrei aggiornarla sugli ultimi sviluppi. Non sono ancora andata dal mio medico di base perchè non ne ho avuto la possibilità, o forse per paura di scoprire di avere qualcosa di brutto. In questi giorni i fastidi alle gambe sono aumentati: avverto sintomi simili alla sciatica, ossia dolore dalla regione glutea fino al polpaccio per tutta la regione posteriore di coscia e gamba, molto accentuati nel cavo popliteo. Quando sono seduta soffro parecchio perchè sento proprio le gambe che bruciano e i glutei doloranti: potrebbe essere l'irritazione di nervi compressi dalla sedia? O sciatalgia, ma può essere bilaterale e che si alterna da una gamba all'altra? quando sono in piedi sento la gamba destra come debole e che sta per cedere anche se poi riesco a fare tutto senza problemi. Inoltre ogni tanto le gambe hanno degli "scatti", ho letto che sono normali di notte ma non di giorno. Ho una paura assurda: pensa possa trattarsi di una neuropatia? O sciatalgia, con quegli "scatti" legati alla forte tensione? Non vivo più, ho paura di rimanere paralizzata e invalida a vita, e di non poter realizzare i miei piani per il futuro. Questo weekend parto per una gita fuori porta e camminerò molto, ho paura di non farcela e di rovinarmi il fine settimana. Comunque lunedì andrò dal mio medico di base. Nel frattempo assumerò qualche FANS. La ringrazio per un qualsiasi Suo consiglio
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
La sciatalgia è già una neuropatia, la possibilità che si tratti di questo è concreta ma senza la visita medica di persona non è possibile sbilanciarsi più di tanto.
Lasci perdere <<paralizzata a vita>> e pensi a trascorrere un buon fine settimana, si rilassi.

Cordiali saluti
[#10]
Utente
Utente
Salve dottore, volevo aggiornarla sugli ultimi sviluppi.
Sono stata dal mio medico di medicina generale a cui ho descritto i miei disturbi e le mie paure. Mi ha visitata e mi ha parlato di possibile radicolopatia e mi ha prescritto una rx lombosacrale, poichè sospetta problemi a quel livello. Approfitto della Sua disponibilità per un secondo parere che in medicina non fa mai male: Vorrei chiederLe: cosa si può vedere dalla rx? Una eventuale compressione del nervo? E' un esame utile data la sintomatologia? Al momento i fastidi sono localizzati solo ed unicamente alla gamba destra. Ho qualche occasionale fascicolazione sparsa alle gambe e talvolta anche all'addome e alle braccia, ma in realtà vengono più che altro quando mi ci fisso. pensa possano essere benigne o comunque di origine psicosomatica? mi ero spaventata perchè spesso sono correlate con la SLA, ma mi ha tranquillizzata il fatto che si tratta di una malattia rara e ad insorgenza nella tarda età adulta, e che non dà dolori. E' esatto? Il mio medico non ha detto nulla a riguardo di queste fascicolazioni, lei conferma che possa stare tranquilla?
Saluti
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Il medico curante ha confermato l'ipotesi fatta qui, on line.
La radiografia non fa vedere la compressione del nervo ma solo un eventuale restringimento dello spazio intervertebrale.
Poi in base a ciò che verrà riscontrato nella radiografia si deciderà come procedere.
Riguardo le fascicolazioni <<pensa possano essere benigne o comunque di origine psicosomatica?>> è molto probabile.
Sulla SLA << si tratta di una malattia rara e ad insorgenza nella tarda età adulta, e che non dà dolori. E' esatto?>> certo, esatto.

Cordialmente
[#12]
Utente
Utente
La ringrazio moltissimo. Se vuole le farò sapere l'esito dell'rx. Le auguro una buona serata
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Di nulla.
Ok, se vuole può farmi sapere l'esito della Rx.

Cordialità
[#14]
Utente
Utente
Buonasera dott. Ferraloro, oggi ho effettuato la radiografia e lunedì avrò il referto. Nel frattempo volevo farle sapere che mi sono un po' tranquillizzata riguardo paure di brutte malattie, seppure i sintomi persistono, ma soprattutto permane in me questo costante senso di angoscia e catastrofe imminente, che mi impedisce di vivere serenamente. La paura della malattia non è che un oggetto tramite il quale do forma alla mia paura di non riuscire a realizzare il mio futuro e i miei progetti. La notte dormo male, mi sveglio in preda ad attacchi di panico, e quando la mattina mi alzo mi sento come se non avessi dormito un secondo. Non so se questo può rientrare nel suo campo di specializzazione, ma volevo porle un quesito: secondo lei è possibile che l'uso della pillola contraccettiva, che assumo da Giugno per un problema di acne, possa aver portato una componente ansiosa presente già da prima, seppur tenuta sotto controllo, a questo livello di esasperazione? La ringrazio
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Se la paura delle malattie va meglio, il Suo disagio psichico permane e mi sembra che intacchi significativamente la qualità della vita, almeno da quello che scrive, pertanto affronti questo aspetto rivolgendosi ad uno psichiatra.
Gli anticoncezionali orali possono causare alterazioni dell'umore e problemi depressivi e ansiosi come effetti collaterali, questo in generale, non so se possa assimilarsi al Suo caso.

Cordiali saluti
[#16]
Utente
Utente
Buonasera dott. Ferraloro,
Volevo farLe sapere che ho effettuato la rx della colonna lombosacrale ed è uscita una accentuazione della lordosi. Il mio medico dice che i dolori alle gambe derivano quindi da una scorretta postura che devo correggere.
Comunque le fascicolazioni alle gambe sono diminuite, in compenso è da qualche ora che ho una pulsazione quasi continua del muscolo sotto l'occhio e di quello appena sopra il labbro superiore, tutto a sinistra: devo preoccuparmi? O è solo questa benedetta ansia che non mi molla?
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Per la correzione della postura Le consiglio di rivolgersi ad un fisiatra.
Gli ultimi sintomi riferiti, invece, sembrerebbero ti natura ansiosa.
Stia tranquilla.
[#18]
Utente
Utente
La ringrazio davvero dott. Ferraloro, lei è di una umanità e di una pazienza uniche, qualità sempre più rare al giorno d'oggi.
La saluto cordialmente
[#19]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Grazie a Lei, anche per le parole di stima nei nostri confronti.
[#20]
Utente
Utente
Buonasera Dott. Ferraloro,
Mi dispiace disturbarla ancora ma desideravo avere un suo parere in merito ad un problema.
Da un paio di giorni avverto una strana sensazione tra il mento e la faringe, sotto alla mandibola, di una grande tensione, credo muscolare, e come se avessi un "nodo" alla base della lingua anche se parlo e deglutisco normalmente. Avverto anche una forte tensione muscolare al collo, alla nuca e alle spalle. Ma il fatto della lingua mi preoccupa, potrebeb trattarsi di qualche problema neurologico? Ho così paura di non riuscire più a parlare all'improvviso. Inoltre sebbene le fascicolazioni si siano ridotte continuo ad averne alle gambe, sull'addome e sul dorso. Devo preoccuparmi? Dovrei effettuare una visita neurologica? Inoltre qua è la differenza tra fascicolazioni e miochimie? perchè non riesco a capire se io abbia le une o le altre. La ringrazio
[#21]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Stia tranquilla, la sintomatologia sembrerebbe di natura ansiosa, qualora dovesse persistere faccia la visita neurologica, almeno per Suo tranquillità.

Cordialmente
[#22]
Utente
Utente
Buongiorno dott. Ferraloro,
Mi spiace tornare a disturbarla, volevo farLe sapere che alla fine per tranquillizarmi ho effettuato una visita neurologica poichè il dolore/rigidità muscolare agli arti abbinato alle fascicolazioni persisteva. A detta del neurologo l'esame obiettivo è risultato perfetto e non ha evidenziato nessun calo di forza, o anomalie nei ROT, inoltre non è riuscito neanche a vedere le fascicolazioni nonostante abbia provato ad evocarle con il martelletto. A due mesi dall'esordio posso stare quindi tranquilla per quanto riguarda la sla? Oppure è presto per registrare alterazioni alla visita?
Inoltre il medico mi ha prescritto una benzodiazepina per due settimane per attenuare la rigidità e la tensione muscolare, ho preso due compresse e devi dire che va molto meglio anche se rimane qualche dolorino. Inoltre mi ha consigliato di misurare gli ormni tiroidei per un eventuale problema di iporitoidismo.
Lei pensa che possa star tranquilla riguardo le patologie da me temute? Il neurologo non ha ritenuto necessario effettuare nemmeno una EMG, sarebbe stato "troppo" a detta sua.
La ringrazio
[#23]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Ragazza,

certamente, può stare tranquilla riguardo le malattie che teme.
Un esame neurologico nella norma La dovrebbe fare stare serena.
Concordo col collega che l'EMG sarebbe stata eccessiva considerata la sintomatologia e l'esito negativo della visita neurologica.
E poi il miglioramento con l'ansiolitico....
Non ci pensi più.

Buona serata
Sclerosi multipla

Cos'è la sclerosi multipla (SM)? Quali sono le cause della demielinizzazione e i fattori di rischio della malattia? Si possono individuare i sintomi precoci?

Leggi tutto