Dolore giornaliero fronte e tempia destra

Salve, sono un ragazzo di 19 anni e vorrei avere un consulto su un problema che mi causa molto fastidio. Soffro occasionalmente di un dolore forte alla zona della tempia e fronte destra che a volte si propaga anche per altre parti della zona destra della mia testa. Ciò succede molto spesso la mattina appena mi sveglio che avverto questo dolore e che dura il più delle volte per pochi minuti. Molto spesso il dolore ricompare anche in altri momenti della giornata e sempre nella stessa posizione. Sono ormai mesi che ho questo problema ma che per paura che sia qualcosa di molto grave ,sto "nascondendo" ciò alla mia famiglia. Questo dolore è comparso da quel che ricordo circa 3 anni fa ma si trattava di episodi molto occasionali. È solo nell'ultimo periodo che la situazione si è per così dire aggravata. Le do ulteriori informazioni su di me che penso potranno aiutarla per il consulto.
-Quando ero piccolo accadde che per alcuni minuti persi l'uso della parola e non riuscivo a parlare e ad emettere un suono. Il motivo non fu mai spiegato.
-Circa 6 anni fa subii una crisi epilettica grave che purtroppo mi ha turbato profondamente. Il motivo di quell'episodio, dissero i medici, fu la crisi e la fine del rapporto dei miei genitori che causarono in me un forte dolore psicologico. Da quel momento peró non ho più avuto crisi epilettiche.
- Attualmente e da parecchi mesi, prima della comparsa quasi persistente di questi dolori, sto vivendo un periodo difficile, causa scuola e altri (tanti) piccoli motivi personali. Non so se sia stress o una piccola depressione che mi sta portando a prendermi poco cura di me e mangiando molto spesso quando sono "stressato"
- Porto gli occhiali ed ho un astigmatismo misto. Per molto tempo non ho portato gli occhiali e solo ultimamente li ho messi.
Detto questo, spero vivamente che possiate aiutarmi.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 75.9k 2.3k 21
Gentile Ragazzo,

non pensi malattie importanti ma nello stesso tempo deve adoperarsi ad effettuare una visita neurologica, anche presso uno specialista dell'ASL del Suo territorio. Infatti è necessaria una valutazione diretta per avere un orientamento diagnostico, poi, se il neurologo lo dovesse ritenere utile, potrebbe richiedere eventuali esami strumentali.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Disturbi della vista

Controllare regolarmente la salute degli occhi aiuta a diagnosticare e correggere in tempo i disturbi della vista: quando iniziare e ogni quanto fare le visite.

Leggi tutto