Utente 325XXX
Gentile Dottore ,

Le volevo fare leggere , le allego il referto , i miei 3 EEG , per sapere secondo lei se risulta la malattia ;

- EEG 2013 ( attività biolettrica cerebrale nei limiti della norma )
( non avevo ancora avuto la convulsione )

- EEG luglio 2014 , dopo una settimana del primo episodio di convulsione
( rallentamenti theta frammisti ad onde aguzze sulle derivazioni Fronto-temporali di dx )


- EEG settembre 2014 , per conntrollo , in un centro per epilessia
( sporadiche alterazioni lente e puntute fronto- temporale bilaterale )

Ho letto che , le alterazioni sono scariche elettriche del cervello ,
le onde theta quasi sempre patologiche , e le onde puntute sono alterazioni parossistiche

Gentile Dottore ,ho avuto una convulsione a letto la sera del 15 luglio , con perdita di coscienza di 15 minuti ,
avevo una forte ansia in quel periodo e paura per una vicenda personale,
avevo avuto qualche ora prima , una certa paura e ansia per una vicenda .

Ho avuto una convulsione , adesso , a letto la notte del 25 ottobre ,dopo 3 mesi ;
questa volta non spasmo mandibola ,avevo occhi aperti , avevo respiro rumoroso affannoso , che ha fatto svegliare mia madre e venire nella mia camera , con perdita di coscienza di 5 minuti , mia madre mi chiamava e non mi svegliavo , ho bagnato il letto , svegliato avevo amnesia e le gambe un pò deboli quando scendevo dal letto
Avevo bagnato il letto un'altra volta in agosto , mi sono svegliato .


La mia domanda Gentile Dottore ;

se la convulsione mi viene a seguito di una vicenda familiare e personale , che mi causa ansia e paura .
Posso assumere per prevenire la convulsione , al bisogno , qualche goccia di ansiolitico ( es.EN ) e/o un antipsicotico ( es. Depakin ) , e poi fermarmi , se la vicenda che mi causa ansia e paura è passata , perchè le ultime 2 volte delle convulsioni , le vicende familiari/personali sarebbero passate dopo qualche giorno

La ringrazio molto per la sua risposta

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

lo stress psicofisico potrebbe essere un fattore scatenante una crisi convulsiva, questo in generale però. Nel Suo caso Le consiglio un approfondimento diagnostico mediante una RM encefalica se ancora non l'ha effettuata.
Importante anche essere seguiti nel tempo da un epilettologo.
L'ansiolitico in caso di stato ansioso importante può essere assunto, meglio il diazepam, ma sempre su consiglio del medico curante o del neurologo.
Il depakin al bisogno non ha molto senso.
Lei è già in terapia anticonvulsivante?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore , le rispondo alle sue domande ,

ho fatto una RM encefalica e una Tac cerebrale , dove non risultano patologie ,

Lo specialista neurologo del Centro Epilessie , dopo visita ambulatoriale scrive ;

gli episodi critici presentati sembrano essere sintomi fisici del distrurbo di ansia di cui il paziente è affetto.
disturbo di ansia generalizzato con sisntomi fisici e psichici , disturbo depressivo con alterazione del ciclo sonno veglia .
In relazione alla natura funzionale degli episodi critici ,
si suggerisce una terapia per il disturbo ansioso depressivo , tenuto conto che il paziente è già seguito da uno specialista psichiatra , si rimanda a tale specialista la decisione del farmaco più adatto .

La mia domanda gentile Dottore ;

1)

come definisce l'ultimo mio attacco
( avevo respiro rumoroso affannoso , che ha fatto svegliare mia madre e venire nella mia camera , con perdita di coscienza di 5 minuti , mia madre mi chiamava e non mi svegliavo , ho bagnato il letto , svegliato avevo amnesia e le gambe un pò deboli quando scendevo dal letto ) ,

secondo lei sono convulsioni , è epilessia ?

2)

Mia madre di 84 anni , si spaventa quando viene in camera e pensa che il mio attacco è pericoloso per la mia vita o mi arreca danni al cervello.
Cosa devo dire , di stare calma e passato l'attacco mi risveglio normalmente ,

non è pericoloso e non mi arreca danni al cervello ?

La ringrazio molto per la sua risposta

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a volte è difficile distinguere un attacco epilettico da uno psicogeno, il neurologo del centro epilessia ha giudicato l'attacco come psicogeno, escludendo la natura epilettica dello stesso e rimandandoLa allo psichiatra che La segue.
Ovviamente, a distanza, non è possibile stabilire la vera origine dell'attacco, essendo possibili entrambe le condizioni.
Sua madre può essere tranquillizzata dicendo che è stata esclusa l'origine epilettica della crisi.
In atto quale terapia psichiatrica sta praticando?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore , le rispondo ,

un Neurologo , dopo visita ambulatoriale e dopo detto della convulsione del 15 luglio ,
mi ha dato Depakin la sera , che attualmente prendo la sera , ho iniziato dopo il secondo attacco del 25 ottobre .

Dottore ho bisogno di tranquillizzare mia madre ,
se il mio attacco è psicogeno e non di origine epilettica , come da diagnosi , mia madre può stare tranquilla ,
non è pericoloso e non mi arreca danni al cervello ?

La ringrazio molto per la sua risposta

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Il depakin è un antiepilettico che viene usato anche come stabilizzatore dell'umore e negli stati ansiosi, pertanto con un solo farmaco ''copre'' due condizioni.
Se la crisi è di origine psicogena non crea danni cerebrali ma nemmeno un'epilessia che risponde bene al trattamento farmacologico.
Tranquillizzi la Mamma.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro ,
le chiedo un favore , sotto vede due miei referti EEG standard ;

1) EEG del 6 marzo 2015 ; durata 25 minuti .
Ricorre frequentemente attività puntuta , caratterizzata da brevi scariche di punte lente , focali , fronto temporali destre .
E' presente attività theta con analoga localizzazione .
Conclusioni; alterazioni lente e puntute focali

2 ) EEG del 10 aprile 2015 ( dopo un mese ) ; durata 35 minuti , con artefatti tecnici e artefatti da movimento .
La registrazione è stata effettuata in veglia con rari assopimenti .
Ricorrono frequentemente , brevi scariche punte , con focalità , frontale temporale parietale occipitale destra .
L' iperapnea e la SLI non inducono alterazioni critiche .
Conclusioni ; alterazioni puntute focali .

Gentile Dottore , per favore mi potrebbe dire ;
- la differenza clinica che nota fra i due EEG

- io vedo :
A marzo brevi scariche di punte lente , ad aprile brevi scariche punte (vedo solo punte e non quelle lente ).
A marzo focali Fronto Temporali destre , ad aprile focali Frontale Temporale Parietale Occipitale destra ( alla Frontale Temporale di marzo , in aprile vedo anche quella Parietale Occipitale )

Gentile Dottore , per favore mi potrebbe dire ;
se vede un miglioramento nell' EEG di aprile , dopo che ho aumentato di 1/4 il DEPAKIN da 500 la sera .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta .

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è difficile dare un parere attendibile, diciamo che teoricamente il secondo EEG potrebbe essere migliorativo rispetto al primo ma consideri pure che ad aprile c'è un'estensione della zona che comprende tutto l'emilato destro mentre a marzo l'attività anomala era circoscritta solo alle regioni frontale e temporale.
Lei ha avuto altre "crisi"?
La invito a fare visionare i tracciati dall'epilettologo che La segue.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro ,

per favore mi potrebbe dire , se vede un miglioramento nell' EEG di maggio con il precedente di marzo .

Ho fatto un EEG , adesso a maggio , con un altro Tecnico ed un' altra macchina .

Leggo il referto :

Ritmo di fondo : Ritmo Alfa a 9 - 10 HZ , regolare , simmetrico , stabile , di medio voltaggio .
Reazione di arresto : presente .

Altre caratteristiche ; saltuaria ricorrenza di sharp - weves , in sede fronto - temporale dx , con tendenza alla proiezione omolaterale .

Iperapnea : non modifica il tracciato
SLI : non modifica il tracciato

Conclusioni ;
modeste anomalie irritative in sede fronto - temporale di dx ,
non incrementate dalle prove di attivazione .

Gentile Dottore,
io vedo ( saltuarie sharp-waves e modeste anomalie irritative , a maggio , invece frequenti brevi scariche , a marzo ) .

1 ) EEG maggio , saltuaria ricorrenza di SHARP WAVES , in sede fronto temporale dx ,
con tendenza alla proiezione omotemporale .
Conclusioni ; modeste anomalie irritative in sede fronto temporale di dx ,
non incrementate dalle prove di attivazione .

2 ) EEG marzo , ricorre frequentemente attività puntuta , caratterizzata da brevi scariche di punte lente , focali , fronto temporali destre . E' presente attività theta con analoga localizzazione .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ultimo EEG sembrerebbe migliorativo rispetto al precedente.
Nel frattempo ha avuto delle crisi? E' in trattamento con farmaci antiepilettici?
In caso di risposta affermativa, con quali farmaci e con quale dosaggio?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,
le volevo far leggere il referto ( RX colonna cervicale ) , che ho fatto a marzo 2012 , in occasione di sensazioni di 2-3 sec. di perdere i sensi :

Rettilineizzazione della fisiologica lordosi cervicale , in asse le strutture del tratto esaminato. Discreto quadro di spondilouncoartrosi con osteofitosi somatico marginale anteriori nel tratto compreso tra C4-C7 con associata discreta riduzione dello spazio intersomatico compreso tra C4-C5 , C5-C6 e C6-C7 . Non calcificazione dei tessuti molli locoregionali .

Dopo sono andato dal Neurologo che mi ha richiesto una RM colonna cervicale , fatta a gennaio 2015 , anche della RM le volevo far leggere il referto :

Riduzione del segnale su base degenerativa dei dischi intervertebrali nel tratto rachide cervicale . A livello C3-C4 modesta protrusione discale concentrica . A livello C4-C5 protrusione discale marcata mediana-paramediana con impronta sulla parete anteriore del sacco durale aggravata da osteofitosi produttiva retrosomatica maggiormente focalizzata in sede paramediana-preforaminale destra con impronta canalare e lieve stenosi foraminale . A livello C5-C6 modesta irregolare protrusione discale posteriore circonferenziale . Quadro di artrosi intersomatica in particolare tra C5 e C7 . Iniziale riduzione segmentaria di ampiezza del canale vertebrale fra C5 e C6 con ipovisualizzazione dello spazio liquorale premidollare . Non alterazioni strutturali dei metameri rachidei esaminati. Non processi espansivi a sede intradurale .

Gentile Dottore , le volevo anche chiedere , se le sensazioni 2-3 sec., abbastanza frequenti , di malessere che ancora oggi avverto , di perdere i sensi , possono dipendere dal mio quadro cervicale .

La ringrazio molto per la sua risposta

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente è possibile che le alterazioni riscontrate possano causare la sensazione che riferisce.
Ovviamente questa è un'ipotesi generale, non necessariamente riferita al Suo caso.
Il Suo neurologo sarà certamente, in tal senso, più preciso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,
questa sera alle 23,30 , ho avuto un'altra crisi ,uguale alle altre due di ottobre e febbraio ( sono 6 mesi che stavo bene ) .
Respiro affannoso e rumoroso , ( si è svegliata mia madre che dorme in altra camera ) ,
perdita di coscienza , ( per 5 - 10 minuti ), testa indietro sul cuscino , occhi aperti , perdita urine , muovevo le gambe .

Secondo la sua esperienza medica ;
stò prendendo da 10 giorni 50 mg meno di Depakin ( cioè la sera 600 mg invece di 650 mg ) , avendo visto le mie analisi con valori bassi , ( globuli bianchi 4,9 il minimo è 4,0 , globuli rossi 4,62 il minimo è 4,40 , piastrine 205 il minimo è 130 ) .
Da quando prendo Depakin ( 9 mesi ) , i valori si sono abbassati , i glubuli bianchi erano 7,3 , globuli rossi erano 5,3 , piastrine erano 248 .

Secondo lei , Dottore , la causa della crisi , potrebbe essere che assumo meno Depakin , anche se solo 50 mg in meno di prima , da circa 10 giorni .

La ringrazio molto per la sua risposta

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è certamente possibile che una riduzione, anche se minima, del depakin possa avere scatenato una crisi se il farmaco era appena sufficiente a mantenere una certa soglia epilettogena. In ogni caso un periodo libero da crisi di appena sei mesi non permette una riduzione del dosaggio.
Le consiglio di rivolgersi la Suo neurologo di fiducia per decidere come procedere e cosa fare (dosaggio plasmatico del valproato, sostituzione del farmaco, ecc.).

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,
ho quasi 60 anni , malattie gravi come questa , fino ad oggi , non ne avevo .

Sono stato sottoposto ad intervento chirurgico ( 15 minuti ) a luglio 2013 ,
nella cartella clinica si legge che sono stato addormentato con
( Sedazione Profonda , Propofol 80 mg endovena , assistito con maschera Ossigeno )

Il consenso informato , diceva ;

complicanze rare anestesia ( convulsioni ).

Forse è questo che ho io , da 1 anno , complicanze dell' anestesia .

Dottore le volevo chiedere , se la causa delle mie convulsioni , potrebbe essere l'anestesia , che mi hanno fatto , causandomi un' insufficienza di ossigeno e sangue al mio cervello .

Dottore se fosse questa la causa , come devo fare per rimediare .

La ringrazio molto per la sua risposta

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le convulsioni rappresentano una complicanza rara quasi esclusivamente nei giorni successivi all'anestesia, dopo un anno è davvero improbabile questa causa, personalmente tenderei ad escluderla.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

mi diceva della mia soglia epilettogena , se scendo sotto , mi viene la crisi epilettica.
La mia soglia è di 625 mg di Depakin Crono la sera .

Come le avevo scritto , sono stato bene per 6 mesi , poi ho assunto 50 mg di meno , sono passato da 625 mg a 580 mg di Depakin Crono e dopo 10 giorni ho avuto la crisi epilettica . ( 20 agosto 2015 )

Dottore volevo chiedere , un suo consiglio , aspettando la visita con il Neurologo ;

adesso assumo dopo la crisi del 20 agosto ( Depakin Crono 250 mg la mattina e 500 mg la sera ), prescritto a maggio dal Neurologo , anche 625 mg aveva prescritto a marzo il Neurologo .

Se faccio bene , assumere 250 mg la mattina e 500 mg la sera ( non conosco efficacia ) ,
oppure con Depakin Crono 625 mg la sera ( sono stato bene per 6 mesi ), sono coperto meglio. ( aspettando la visita con il Neurologo in Ottobre )

La ringrazio molto per la sua risposta

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è vietato, direi giustamente, consigliare a distanza dosaggi di farmaci ad un paziente che non si conosce.
Nel Suo caso, entrambi sono stati prescritti dal neurologo in tempi diversi.
Le consiglio di contattare telefonicamente il collega, in attesa della visita neurologica, e rivolgere a lui la domanda.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ;

una lettera di un' utente dice ;

che dopo intervento chirurgico per estrazione di un dente dal dentista ( anestesia e corticoidi ), ha avuto una convulsione .
Il suo EEG è risultato alterato , oggi è in terapia con Depakin e la diagnosi è di epilessia generalizzata.

Dottore , sembra che il ragazzo è diventato epilettico per un ' anestesia , forse anche per me è stato lo stesso .

Volevo domandarle , se posso andare a togliere un dente dal dentista , fare l'anestesia , quali misure deve prendere il dentista per non causarmi una convulsione .

La ringrazio molto per la risposta

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'anestesia per l'estrazione del dente è locale, pertanto non ci sono rischi significativi riguardo l'insorgenza di crisi epilettiche. Dica solo al dentista che sta assumendo il depakin.
Poi l'imprevisto è sempre possibile per chiunque.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ;

devo fare le analisi , per vedere il dosaggio dell ' Acido Valproico ,
sono in terapia con Depakin CRONO , assumo 500 mg la sera (ore 20) e assumo 250 mg la mattina ( ore 8 ) .

Dottore le volevo chiedere , se il prelievo si deve fare , prima , dell' assunzione della dose del mattino , quindi prima delle ore 8 .

La ringrazio molto per la risposta

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, è preferibile effettuare il prelievo prima della dose del mattino.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

in ogni mio EEG , ne ho fatti diversi da luglio 2014 ( mese della mia prima crisi ) , si vede sempre attività , nella zona Fronto -Temporale DX .

La zona Fronto-Temporale DX , è la zona del cervello , dove si trova l' EMOTIVITA' .
Per favore mi potrebbe dire , se la causa scatenante della crisi , è la mia EMOTIVITA' .

Un Epilettologo ha affermato , se c'è una causa scatenante , non è Epilessia .

Se lei condivide , mi potrebbe dire , come la si deve chiamare , potrebbe essere una crisi Psicogena e si differenzia da una Epilettica , per quale ragione .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#23] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo parzialmente con quanto detto dal neurologo, cioè che un'emozione difficilmente può causare una crisi epilettica, tuttavia un prolungato e intenso stress psicofisico invece è capace di scatenarla in soggetti ovviamente predisposti e con bassa soglia epilettogena.
Come differenziare le due tipologie di crisi, quella epilettica e quella psicogena?
Sul piano clinico dai dettagli della crisi e dalle modalità d'insorgenza, sul piano strumentale con EEG delle 24 ore e soprattutto con Video-EEG che è quella tecnica che riprende il paziente in contemporanea al suo tracciato.
Nonostante tutto, a volte, è molto difficile arrivare ad una diagnosi differenziale di certezza.

<<Un Epilettologo ha affermato , se c'è una causa scatenante , non è Epilessia>> su questo non posso concordare in quanto ci sono dei fattori scatenati che possono causare epilessia, per es., oltre lo stress psicofisico, una forte ingestione di alcolici, traumi cranici importanti, perdite di sonno prolungate, stimolazioni luminose intermittenti, sostanze stupefacenti.
Questo senza scomodare le epilessie secondarie che hanno tutte una causa nota.


Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#24] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore

le volevo fare leggere i miei due EEG , quello di maggio 2015 e quello di settembre 2015
( in quello di adesso , settembre io vedo dei termini nuovi, es . tracciato lievemente disorganizzato ).

--------------------------------------------------------

Questo è quello di adesso , settembre ; ( 40 giorni dopo crsi)

Ritmo di fondo: ritmo alfa a 7 - 8 Hz , regolare , simmetrico , instabile ,di medio voltaggio.

Reazione di arresto : ipovalida .

Altre caratteristiche : sporadiche sharp - waves bitemporali , non modificate dalle prove di attivazione .

Altre note : artefatti oculari e miogeni .

Conclusione :
tracciato di tipo lievemente disorganizzato , modeste anomalie lente ed irritative bitemporali .

--------------------------------------------------
Questo invece , è quello di 4 mesii fa , maggio ; ( 90 giorni dopo crisi )


Ritmo di fondo : Ritmo Alfa a 9 - 10 HZ , regolare , simmetrico , stabile , di medio voltaggio .

Reazione di arresto : presente .

Altre caratteristiche ; saltuaria ricorrenza di sharp - waves , in sede fronto - temporale dx , con tendenza alla proiezione omolaterale .

Iperpnea : non modifica il tracciato
SLI : non modifica il tracciato

Conclusione ;
modeste anomalie irritative in sede fronto - temporale di dx ,
non incrementate dalle prove di attivazione .
--------------------------------------------------------

Le dico anche ;

- EEG di settembre , fatto 40 giorni dopo una crisi ( ultima )

- le avevo raccontato che passando da 625 mg a 580 mg , subito dopo 10 giorni , avevo avuto una crisi in agosto , per essere sceso sotto la mia soglia epilettogena

- EEG di settembre , fatto dopo modificato terapia , adesso Depakin 250 mg mattino e 500 mg sera ( prima prendevo 625 mg la sera )

- il dosaggio Aciido Valproico di adesso 02 ottobre , è 50,90

p.s. vado dal Epilettologo fra una settimana

------------------------------------------
Secondo lei ,dell EEG di adesso , potrebbe confrontarlo e dirmi dei termini nuovi (.es . tracciato lievemente disorganizzato ).

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#25] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il <<tracciato lievemente disorganizzato>> non ha molta importanza clinica in quanto si può riscontrare anche in soggetti senza sintomatologia specifica e non epilettici.
Dei due tracciati sembrerebbe "peggiorato" l'ultimo ("peggiorato" tra virgolette) in quanto le modeste anomalie irritative temporali sono riscontrate su entrambi gli emisferi, mentre nel precedente erano localizzate solo a destra.
In ogni caso non farei una graduatoria di "grado" perchè l'attività elettrica cerebrale varia continuamente e non sempre si può tenere conto di eventuali correlazioni tra un tracciato e l'altro.
Veda cosa Le dirà il neurologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#26] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

una cortesia ,le volevo domandare ;

Io la notte mi sveglio ogni 2 ore ,quindi 3 volte a notte, da molti mesi ( forse 1 anno ) .

Sapevo che ;
- è ansia - stress , se non dormiamo subito e poi si dorme
- è depressione , se dormiamo subito e poi ci svegliamo dopo 2 - 3 ore .

Se una causa scatenante per la crisi convulsiva è il " sonno ".
Se un EEG , serve a dare un contributo , per i disturbi del sonno ( quantità e qualità del sonno ) ed altro .

Dottore ,quando mi fanno un EEG alla mattina alle 10 , si vedono alterazioni nel mio tracciato, come sopra le ho trascritto , queste alterazioni potrebbero derivare , in parte , dal mio sonno non riposante e non buono , fatto nella notte , ( si vede osservando il tracciato , il tipo di alterazione , il tipo di onda e di punta , se ho un disturbo del sonno)

Considerando che io, la notte mi sveglio ogni 2 ore ,quindi 3 volte a notte, da molti mesi ( forse 1 anno ) .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

all'EEG classico non vengono rilevate eventuali anomalie del sonno, per tale tipo di problemi è consigliabile un EEG delle 24 ore, quindi comprendente anche il sonno, o una polisonnografia che si effettua nei centri di medicina del sonno.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,
le volevo domandare ;

perchè mi è venuta l ' Epilessia a 57 anni ,
perchè mi si è abbassata la soglia epilettogena ,

Dottore , mi fa capire , per favore .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#29] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a queste domanda non è possibile dare delle risposte attendibil in quanto se l'epilessia non è secondaria ad altri problemi si definisce primaria e non ha una causa nota.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore
le volevo domandare ;
sono stato a visita in un Centro Epilessia ,

le copio la conclusione diagnostica ,

( il paziente ha presentato dal luglio 2014 , 4 crisi tonico-cloniche notturne. Assume depakin 750 mg/die .
Ha eseguito EEG con evidenza di anomalie epiletiformi frontali dx.
Tac cerebrale neg .
Riferisce anche sensazioni indescrivibili di pochi sec. da circa 1 anno e 1/2 .

Verosimile epilessia focale con crisi di origine frontale .

Utile eseguire EEG dopo privazione di sonno e RM cerebrale a 3 T ).

Le volevo anche riferire , che l' Epilettologo , dopo aver visionato , EEG di maggio 2015 , mi ha detto , il Depakin non va bene , ci vuole un' altro farmaco.
Io il Depakin lo assumo da 1 anno , sembra efficace , se non scendo sotto 600 mg/die di Depakin , mia soglia epilettogena , dimostrato con crisi del 22 agosto .

Dottore , con la sua esperienza di Epilettologo , come interpreta l' affermazione che il Depakin non va bene , per le mie crisi di origine frontale ( mi ha detto così ) , e di effettuare nuovi accertamenti.

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per le crisi epilettiche di origine frontale esistono farmaci che sono considerati di prima scelta rispetto al depakin.
Si faccia seguire dal collega in questione che mi sembra abbia le idee chiare.
Le ricordo però che non sono epilettologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

come le dicevo , ho una diagnosi di sindrome ansiosa depressiva psicocostituzionale , si dovrebbe curare con farmaci antidepressivi .

Le volevo domandare ;

nel foglio illustrativo interno alla scatola del farmaco antidepressivo , che contiene FLUOXETINA, si legge ;

( Faccia particolare attenzione e riferisca al medico o al farmacista se lei ;

- ha epilessia o ha avuto una crisi convulsiva in passato , se ha una crisi convulsiva ( convulsione ) o va incontro ad un aumento nella frequenza delle convulsioni , contatti immediatamente il medico , può essere necessario interrompere l'assunzione di fluoxetina .

Dottore , allora se una persona ha l ' epilessia , non può curarsi la depressione con medicinali antidepressivi , inibitori della serotonina ( SSRI ) .

La ringrazio molto per la risposta

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerato che tra gli effetti collaterali di questi farmaci ci possono essere le convulsioni (raramente però), si consiglia di utilizzarli con cautela in soggetti che hanno avuto crisi epilettiche. Il medico comunque quando li prescrive tiene conto del rapporto rischio-beneficio e decide di conseguenza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ;

le volevo domandare una cortesia , un suo parere medico .

Leggendo la RM Encefalo e Angiografia-RM Vasi del collo , giugno 2013 , di mia madre ( ha 84 anni e abita con me ) , ( anche lei , come me , ha focalità FRONTALI ),

che ha sempre avuto la pressione bassa ( 110/120 la massima), da una settimana dopo uno spavento , ha pensato che mi stava venendo, una crisi epilettica , si è alzata la pressione a 140 circa la massima , palpitazioni , testa pesante e confusa , si stanca facilmente a camminare , prima di quella paura si sentiva abbastanza bene.( assume Cardioaspirina 1 cp al giorno e Sivastin 10 mg 1 cp alla sera )

Ateromatosi carotidea ( stenosi 45% circa )
Ecocardiogramma ( insufficienza mitro aortica di grado lieve in presenza di fibro-sclerosi valvolare mitralica ed aortica, atrio sinistro inizialmente dilatato , nella norma i restanti reperti eco )

Le scrivo il referto della RM encefalo e ANGIO vasi collo ;
- Plurime piccole focalità gliotico-malaciche a livello dei centri semiovali e corone radiate , la maggiore in sede frontale posteriore sinistra di circa un centimetro , a carattere vascolare cronico.
Non dimostrate formazioni espansive intra o extra-assiali condizionamente alle modalità dell' indagine .
Modeste note atrofiche parenchimali diffusi determinanti slargamento spazio pariencefalici.Ventricoli simmetrici.
L'esame angiografico dei vasi epiaortici effettuato con tecnica TOFF 3D , fa rilevare conservata canalizzazione delle arterie carotidee in ambo i lati , che presentano decorso regolare salvo kinking pre cranico della carotide interna sn .
Evidenza di irregolarità parietali mal quantificabili post inserzionali delle carotidi interna ed esterna non determinanti stenosi di rilevanza emodinamica , bilateralmente.
Conservata canalizzazione delle arterie vertebrali con modica prevalenza sinistra .

Dottore , i sontomi che ha mia madre da qualche giorno , sono dovuti al forte spavento provato , che ha ristretto le arterie , facendo arrivare meno sangue al cervello ed al cuore serve una pressione aumentata di 140 , nelle sue condizioni cerebrali e cardiache .

La ringrazio molto per la risposta

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

alla Mamma è stata riscontrata una vasculopatia cerebrale cronica con pregressi episodi ischemici acuti che possono essere passati inosservati.
L'atrofia cerebrale invece viene definita "modesta" dal neuroradiologo.
Faccia seguire la mamma da un neurologo.
La Signora deve tenere sotto controllo pressione arteriosa, glicemia, colesterolo e trigliceridi.

Cordialità



Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

come le dicevo sopra , il nuovo Neurologo , mi ha detto che deve sostituire il DEPAKIN , con un' altro farmaco anti - epilettico , ( ho crisi epilettiche di origine frontale ).

Adesso assumo , 500 mg la sera e 250 mg la mattina , considerato che la mia soglia epilettogena con il DEPAKIN è 600 mg ( ho avuto la crisi sotto 600 mg ) .

Le volevo domandare , se nel passare da DEPAKIN ad un' altro farmaco anti - epilettico ;

- ci sono difficoltà ( assumo DEPAKIN da un' anno )


- per esempio le dicevo che in agosto , riducendo di solo 50 mg il DEPAKIN , ho avuto una crisi

- rischio di avere una crisi epilettica

La ringrazio molto per la risposta

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente

quando si sostituisce un farmaco antiepilettico generalmente il nuovo s'introduce a piccole dosi che vanno gradualmente aumentando fino al dosaggio utile terapeutico, nello stesso tempo si riduce gradualmente il "vecchio" fino alla sospensione (qualche collega fa la sostituzione bruscamente).
Nella fase di passaggio, anche se non è frequente, esiste la possibilità di una crisi fino all'assestamento del nuovo farmaco nel sangue.
Consideri però che a Lei la crisi è sopraggiunta dopo diversi giorni dalla riduzione del farmaco, in questo caso è coperto dal nuovo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore

Fra qualche giorno devo fare , un ' EEG dopo privazione di sonno ,
mi hanno detto , che non devo dormire dalle ore 03 del mattino .

Si effettua l ' EEG dopo privazione di sonno , dalle ore 14 alle ore 15.30 del pomeriggio .

Poi mi hanno detto , che si deve dormire almeno 30 minuti , mentre si effettua EEG , altrimenti l ' esame non è attendibile .

Dottore le volevo domandare ;

- come posso fare per dormire , almeno 30 minuti dalle ore 14 ( mi sembra difficoltoso ) , lei ha un consiglio da darmi .

- dicendomi se non dormo , non è attendibile il referto

- la mia nuova terapia con un farmaco di prima scelta , per le crisi epilettiche di origine frontale , ( sostitutiva del mio DEPAKIN attuale )

- possono prescriverla lo stesso ?

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#39] dopo  
Utente 325XXX

Scusi Dottore , se mi permetto di scrivere ancora

Gentile Dottore

Fra qualche giorno devo fare , un ' EEG dopo privazione di sonno ,
mi hanno detto , che non devo dormire dalle ore 03 del mattino .

Si effettua l ' EEG dopo privazione di sonno , dalle ore 14 alle ore 15.30 del pomeriggio .

Poi mi hanno detto , che si deve dormire almeno 30 minuti , mentre si effettua EEG , altrimenti l ' esame non è attendibile .

Dottore le volevo domandare ;

- come posso fare per dormire , almeno 30 minuti dalle ore 14 ( mi sembra difficoltoso ) , lei ha un consiglio da darmi .

- dicendomi se non dormo , non è attendibile il referto

- la mia nuova terapia con un farmaco di prima scelta , per le crisi epilettiche di origine frontale , ( sostitutiva del mio DEPAKIN attuale )

- possono prescriverla lo stesso ?

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

consideri che è stanco dopo lo stato di veglia dalle 3 del mattino, inoltre Le saranno date sul posto dal personale dell'ambulatorio le delucidazioni necessarie.
In linea di massima, sulla base di una diagnosi clinica, la terapia può essere prescritta ugualmente.
Non si ponga prima delle domande che potrebbero causare uno stato d'ansia immotivato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore

Le mie risposte EEG da luglio 2014 a settembre 2015 hanno sempre detto anomalie FRONTO TEMPORALI .

L' Epilettologo della mia visita di ottobre , leggendo questi EEG , mi ha detto che per le epilessie di origine FRONTALE , non va bene il DEPAKIN .
Lei Dottore , mi ha detto , è vero , per le crisi epilettiche di origine frontale esistono farmaci che sono considerati di prima scelta , rispetto al Depakin.

Adesso ieri , l' Epilettologo leggendo l' EEG , fatto da poco dopo privazione di sonno ;
( Conclusioni : tracciato di veglia caratterizzato da anomalie lente , con possibili aspetti irritativi , frammisti nelle derivazioni temporali , asincrone sui due emisferi ) .

Vedendo che questa volta , una su 5 , le anomalie sono di origine Temporale , ( io pensavo che mi sostituiva la cura con un farmaco di prima scelta per epilessie Frontali ) , invece mi ha raddoppiato la cura .

Mi ha prescritto ancora Depakin 750mg , che faccio da 1 anno , sommando a questa TEGRETOL 200 mg mattina e sera insieme a Depakin , dicendomi con terapia stabile .
Fra 1 mese devo fare dosaggio del TEGRETOL e del DEPAKIN nel sangue .

Le volevo domandare , Dottore :

quale metodo segue il nuovo Epilettologo , che mi ha prescritto questa nuova terapia,
(non prescrivendomi farmaci, che sono considerati di prima scelta , diversi rispetto al Depakin , come mi ha detto anche lei , per le crisi epilettiche di origine frontale ).

Le volevo anche domandare , un esempio di molecola di un farmaco di prima scelta , per le epilessie Frontali .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta .


[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente non è possibile entrare in merito alla terapia prescritta dal neurologo dopo presa visione dell'EEG e la visita neurologica, sarebbe non professionale, infatti un consulto on line non potrà mai sostituire la visita reale.
In ogni caso la terapia è congrua con la diagnosi effettuata, come Le dicevo precedentemente, non si ponga altre domande e segua le indicazioni del collega.
Ritengo che possa stare tranquillo considerato che con 625 mg di depakin non si sono manifestate crisi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

ho fatto da pochi giorni , la Risonanza Magnetica 3 Tesla ( Encefalo ) , con e senza MDC .

Le scrivo il referto :

RM ENCEFALO senza e con MDC

Tecnica di esame : Sistema 3 Tesla
Acquisizione volumetrica SPGR-IR , completata con ricostruzioni; Assiali FLAIR e FR-FSE T2 -w ; Coronali IR , Coronali Flair T2-w,Coronali GE ; Coronali ,assiali SE T1-w , dopo somministrazione di gadolinio .

L'esame evidenzia una assimmetria degli emisferi cerebrali , più marcata a livello dei lobi Temporali , a sinistra di minore volume che a destra .

Si segnala inoltre che entrambe le Amigdale appaiano voluminose , presentano una lieve iperintensità di segnale in T2 , con perdita delle definizione dell' interfaccia sostanza grigia-bianca , come da " blurring "; il reperto potrebbe essere compatibile con displasia ; a destra si osserva un dubbio interessamento anche della corteccia del giro di ambiens .

Ampi gli spazi subaracnoidei della base , della convessità e di Virchow- Robin. Nei limiti di norma i restanti reperti , ed in particolare non si evidenziano aree di alterato segnale a carico del tessuto cerebrale , nè aree di impregnazione patologica.

Il Radiologo mi ha detto dopo;

- esame non è positivo e neanche negativo
- si vede un ' anomalia che hai dalla nascita
- nel Lobo frontale non si vede anomalia , invece nel Lobo Temporale si vede anomalia

Le volevo domandare Dottore , il suo parere da Neurologo , di questa risonanza e se la mia epilessia potrebbe dipendere dalle anomalie evidenziate .

P.S. Negli ultimi due EEG , ( settembre e novembre ), si vedono alterazioni , solo nei Lobi Temporali Dx e Sx ( anche la Risonanza 3 T conferma gli ultimi due EEG )
Se le anomalie sono solo Temporali e non anche Frontali , la scelta dei Farmaci cambia , mi diceva che il Depakin non va bene per le Frontali , va bene per le Temporali .

La ringrazio molto per la sua gentile risposta

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come già Le ha detto il neurologo, le anomalie riscontrate, probabilmente di natura congenita, giustificano ampiamente le crisi epilettiche di cui soffre.
Mi pare che anche il tracciato EEG è congruo con il reperto della RM in cui le anomalie hanno un'origine temporale.
Per quanto riguarda la terapia, come Le dicevo precedentemente, è congrua con la diagnosi effettuata.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 325XXX


Gentile Dottore ,

Dottore , le volevo domandare ;

Adesso si conosce la causa dell'epilessia ?
è quindi secondaria , causa accertata .

Lei dice , che il referto giustifica la mia epilessia , ovvero la giustifica ;

- una assimmetria degli emisferi cerebrali

- le Amigdale che appaiano voluminose

- che presentano una lieve iperintensità di segnale in T2
con perdita delle definizione come da " blurring

- il dubbio interessamento anche della corteccia del giro di ambiens .

La ringrazio molto per la sua risposta

[#46] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le mie sono solo ipotesi avanzate a distanza senza nessuna pretesa di veridicità.

Il reperto maggiormente sospettato nell'insorgenza di crisi temporali potrebbe essere <<Si segnala inoltre che entrambe le Amigdale appaiano voluminose , presentano una lieve iperintensità di segnale in T2 , con perdita delle definizione dell' interfaccia sostanza grigia-bianca , come da " blurring "; il reperto potrebbe essere compatibile con displasia ; a destra si osserva un dubbio interessamento anche della corteccia del giro di ambiens>>.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

questi farmaci ( psicofarmaci ) oltre ad essere anti - epilettici ( inibendo le scariche elettriche , calmando eccitazione dei neuroni ), hanno anche queste indicazioni terapeutiche ;
LAMICTAL ( Disturbo Bipolare a prevalenza depressiva )
DEPAKIN ( Stabilizzatore Umore e Mania )
TEGRETOL ( Stabilizzatore Umore e Mania ) ,

quindi possono assumerli anche le persone senza epilessia per curarsi solo la depressione , mania etc .

Gentile Dottore
le volevo domandare ,

quale collegamento c'è fra epilessia e le malattie neurologiche scritte sopra , se questi psicofarmaci curano entrambe le malattie ?

La ringrazio molto per la sua gentile risposta.

Dottore AUGURI di Buon 2016

[#48] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è questa la sede opportuna per una disquisizione scientifica su queste tematiche peraltro ancora non perfettamente chiarite e che presentano tuttora molti punti oscuri.

Alla seconda domanda rispondo in maniera affermativa, cioè i farmaci che Lei menziona sono indicati in entrambe le condizioni, il tegretol è attivo anche contro il dolore neuropatico.

Grazie e buon 2016 anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#49] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,
io assumo depakin granulare ,

500 mg la sera e 350 mg la mattina , in totale 850 mg nelle 24 ore ( dosaggio acido valproico è 50 ),

quando assumevo 625 mg la sera e niente la mattina ,quindi in totale 625 mg ( dosaggio acido valproico era maggiore - migliore era 60 ) , quindi preferibile e con meno Depakin assunto ;

Dottore le volevo domandare ;

il dosaggio di Depakin nel sangue e la sua efficacia , alle ore 7 della mattina , facendo prelievo alle ore 7 , ( prima di assumere la dose Depakin del mattino ) , serve per vedere se sono stato coperto durante la notte ?

Se voglio vedere . il dosaggio di Depakin nel sangue e la sua efficacia alle ore 16 del pomeriggio , dvo fare il prelievo ore 16 , se voglio vedere se sono coperto bene anche durante il pomeriggio - sera ?

Se faccio solo il prelievo la mattina , prima della dose di Depakin della mattina , non ho il dosaggio reale nel sangue di Depakin di giorno ?

invece sarebbe importante anche il dosaggio reale di giorno , con una e con due assunzioni di Depakin ?

Guardando il dosaggio nel sangue fatto a digiuno , sembra migliore la terapia con 625 mg di quella con 850 mg ?

( come le scrivevo sopra , con un totale di 850 mg ho 50 appena sufficiente , con un totale minore mg 625 invece ho 60 di dosaggio molto buono )

La ringrazio molto per la sua risposta

[#50] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il dosaggio plasmatico del farmaco va fatto prima dell'assunzione ed indica i valori medi di concentrazione plasmatica che è quello che importa.
Delle variazioni sono possibili anche in funzione di altri parametri, per es. associazione di altri farmaci, alimentazione ed altre variabili note e non note.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#51] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

Le volevo domandare , i nuovi farmaci anti_epilettici,

FYCOMPA e ZEBIMIX ,non hanno gli effetti collaterali del Depakin ,
che ad esempio abbassa i globuli bianchi.

Secondo lei posso sostituire il mio Depakin 1000 mg , con FYCOMPA e ZEBIMIX ?
( se con il Depakin 1000 mg ,500 mg mattina e 500 mg sera , ho troppi effetti collaterali e non si riesce a controllare bene l'epilessia , ho crisi di arresto del contatto preavvertite da sensazione di stranezza ),
questa notte mi sono fatto la pipi a letto ,

la ringrazio molto per la sua risposta,

sinceri Auguri di una BUONA PASQUA

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non discutendo il tipo di epilessia, i farmaci in questione devono essere prescritti da un epilettologo solo in aggiunta ad una terapia antiepilettica di base che non riesce a controllare le crisi.
Non sono farmaci da impiegare in monoterapia.

Cordialmente



Dr. Antonio Ferraloro

[#53] dopo  
Utente 325XXX






Gentile Dottore ,

Le volevo domandare ,

ho avuto un'altra crisi epilettica , dopo 8 mesi di salute .
Ho vissuto l'ultimo mese con tanta paura e ansia , per un familiare ed altro stress di lavoro .
Ho capito che quando c'è paura , il Depakin 1000mg che assumo , non mi ha coperto dalla crisi epilettica .
Le mie 3 su 5 crisi epilettiche , ci sono state in presenza per me , di tanta paura e tanta ansia in famiglia e lavoro .

Dottore , se la mia epilessia si scatena quando ho tanta paura e tanta ansia , posso prevenire la crisi con il Diazepam , al bisogno ?
Quante gocce di Diazepam devo prendere ?
Le assumo , quando vado a dormire ? ( le mie crisi sono nel sonno )
Va bene , per 20 giorni , a cavallo del periodo con paura e ansia ?

La ringrazio molto per la sua risposta,

[#54] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

a distanza non è possibile consigliare farmaci né loro dosaggi, deve parlarne col neurologo che La segue o col medico curante.

In effetti lo stress psicofisico è tra i fattori scatenanti più frequenti una crisi epilettica.
Il Suo ragionamento è interessante ma deve parlarne personalmente con un collega. Il diazepam peraltro, oltre essere un ansiolitico, ha pure proprietà antiepilettiche.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#55] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

Le volevo domandare ,

sono andato a visita da un Neurologo , per chiedere se potevo assumere il nuovo Farmaco Fycompa in associazione al Depakin .
Il Valproato che assumo da 2 anni , mi ha abbassato i globuli bianchi 5,3 , le piastrine 207 e alzato la sideremia 150 e altri valori non normali .
Il Neurologo invece mi ha prescritto la Carmbamazepina 1 cp alla sera in associazione al Valproato .
Il Tegretol ha molti effettti collaterali , abbassa anche lui , i globuli bianchi , le piastrine e altri valori .

Gentile Dottore vedendo le indicazioni terapeutiche dei due Farmaci che le trascrivo e copio sotto , lei pensa , che il Perampanel ,posso assumerlo al posto della Carmbamazepina .
Il Perampanel ha pochi effetti collaterali , non abbassa i globuli bianchi , le piastrine e altro .

A ) - Indicazioni terapeutiche ( Carmbamazepina ) ;
Epilessie (psicomotorie o temporali, crisi generalizzate tonico-cloniche, forme miste, crisi focali).
Tegretol può essere utilizzato sia in mono sia in politerapia.
Di norma Tegretol non agisce sul piccolo male (assenze) e sugli attacchi mioclonici
Tegretol deve essere utilizzato con cautela in pazienti con attacchi misti, che includono assenze tipiche o atipiche. In questi casi Tegretol può esacerbare gli attacchi. In caso di peggioramento degli attacchi, la terapia con Tegretol deve essere sospesa .

B) - Indicazioni terapeutiche ( Perampanel ) ;
Epilessie (psicomotorie o temporali, crisi generalizzate tonico-cloniche, forme miste, crisi focali).

Dottore secondo lei , se con Fycompa si hanno minori effetti colleterali , mi dice il motivo che non lo posso assumere .

La ringrazio molto per la sua risposta.


[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non posso sapere i motivi per cui il collega ha preferito associare il tegretol. Per quanto riguarda gli effetti collaterali, questi sono assolutamente individuali e non è possibile stabilirli prima della loro somministrazione. Consideri che di tutti gli effetti segnalati in scheda tecnica generalmente solo qualcuno si manifesterà per cui non è detto che la carbamazepina riduca necessariamente i valori da Lei citati. Ovviamente all'inizio della terapia fanno fatti dei controlli ematici periodici cominciando con un prelievo prima dell'assunzione del nuovo farmaco.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,

Le volevo domandare ,

devo usare la crema rettale ANTROLIN , prescritta dal Proctologo ,
per una mia ragade anale .

Composizione 100grammi di crema contengono ; Nifedipina grammi 0,30 , Lidocaina cloridrato grammi 1,5.
Dottore Le volevo domandare , se metto circa 20 grammi di crema la sera , 0,3 grammi di Lidocaina , mi potrebbe causare una crisi di epilessia .
Ho letto che la Lidocaina è una causa scatenante .


La ringrazio molto per la sua risposta.

[#58] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il passaggio in circolo di preparati per via locale, nel suo caso per via cutanea, è trascurabile per cui ritengo che non ci siano problemi per il suo utilizzo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#59] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro

Scusi , Le volevo domandare ,

devo usare TOPSTER , flacone 3 mg sospensione rettale ,

prescritta dal Proctologo ,
per la mia ragade anale , la zona anale rettale , si è infiammata . (prima della mia epilessia , la usavo e mi guariva ).

Composizione ;
un flacone contiene ;

Principio attivo : Beclometasone dipropionato mg 3 ,

Mi potrebbe causare una crisi di epilessia .
ho letto che i CORTICOSTEROIDI ., sono farmaci potenzialmente convulsivanti .

La ringrazio molto per la sua risposta e mi scusi .

[#60] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

può utilizzare il farmaco perché l'assorbimento nel sangue di solito non è tale da potere scatenare una crisi epilettica.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#61] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro

Scusi , Le volevo domandare ,

io assumo , Depakin granulato a rilascio modificato , 500 mg la mattina e 500 mg la sera , poi in aggiunta ( dopo 20 minuti ) Tegretol compresse a rilascio modificato , 100 mg la mattina e 100 mg la sera ;

volevo domandare ;
se una volta RITARDO di un ' ora o due , l'assunzione di questi due farmaci antiepilettici ,

- ho delle conseguenze ?
- posso avere delle crisi epilettiche ?

La ringrazio molto per la sua risposta e mi scusi .

[#62] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
come regola generale i farmaci antiepilettici vanno assunti sempre alla stessa ora per garantire un loro livello di concentrazione costante nel sangue.
Se qualche volta viene ritardata la loro assunzione il rischio di una crisi epilettica aumenta ma tale rischio è legato a tante variabili individuali per cui non può essere quantificato.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#63] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro

Io assumo Depakin granulato a rilascio modificato , sul foglietto informativo , dentro la scatola , c'è scritto ;

- Non conservare , a temperatura superiore a 25°
- Non refrigerare

Io in casa , adesso giugno, arrivo a 25° .

Scusi , Le volevo domandare ,

ho misurato la temperatura , nel mio frigorifero , sopra nel piano alto , ho 16 ° ,
- posso conservare , nel mio frigorifero , il Depakin , anche se il foglietto dice , non refrigerare ?

La ringrazio molto per la sua risposta e mi scusi .

[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se la temperatura non scende troppo sotto i 16 gradi può conservare il farmaco in alto nel frigo altrimenti meglio la temperatura ambiente avendo l'accortezza di non esporlo ai raggi del sole.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro

Ho fatto una domanda ( EPILESSIA quale ANESTESIA ) allo specialista Anestesista ( vista la mia Risonanza e la mia terapia ) , mi ha risposto così:
I farmaci per l AG innalzano notoriamente la soglia epilettogena, quindi sono protettivi per l' evenienza di una crisi comiziale. Non ci dice nulla sul fatto che la sua terapia al momento sia efficace o meno e la protegga dalle crisi. Così come sapere qualcosa del suo intervento sarebbe importante per capire i tempi chirurgici, il potenziale dolore intra e post operatorio ecc.
Escluderei invece le anestesie con blocchi centrali o periferici ( ma soprattutto le prime) perché l insorgenza di una crisi intra operatoria complicherebbe poi le cose anche se in maniera non drammatica. Ma meglio evitare

Gentile Dottore , mi potrebbe farmi degli esempi di ;
- anestesia periferica
- anstesia blocchi centrali

Il Dentista è anestesia periferica ?
Per anestesia con blocchi centrali , intende la spinale ?

La ringrazio molto per la sua risposta e mi scusi

[#66] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore ,un suo consiglio ;
assumo ,
- Depakin 500mg mattimo e sera ( ho iniziato 2 anni e mezzo fa con 250mg die )
- Tegretol 100mg sera e mattina ( da 1 anno in aggiunta perchè non bastava solo Depakin )
- Ho oggi , EEG normale
- sono 1 anno e mezzo che non ho Epilessia
- il Neurologo , che mi ha prescritto la terapia di sopra , per Epilessia , mi ha prescritto anche il farmaco Cerchio 10mg, 1 alla sera ,( Cetirizina antistaminico ),per la mia insonnia , che non ho iniziato .
Mi sveglio ogni 3 ore circa, la notte da 2 anni ,sento lo stimolo di urinare ( circa 2 litri la notte e 1 litro il giorno )( non posso resistere );
- effetto indesiderato Depakin ( anomala secrezione ADH Adiuretina ), è basso il mio valore analisi 10,5 , valori normali 28,5 minimo e 75 massimo
- effetto indesiderato Tegretol , mi abbassa il Sodio , valore mia analisi 136 ( valori normali 136 minimo e 147 massimo ) .
- effetto collaterale , nicturia ( ho letto ) , dei farmaci assunti per trattare il disturbo bipolare ( Depakin ).
Dottore le volevo domandare ( dopo 2 anni che sono così , non posso andare avanti così )
- il farmaco Cerchio lo posso assumere per lungo tempo , per controllare l' effetto indesiderato di Depakin ( mi sveglio la notte ogni 3 ore circa , nicturia ) ?
- per non avere l' effetto indesiderato , ( anomala secrezione ADH adiuretina ) , per aumentare il mio valore , lei mi potrebbe consigliare ?
- mi potrebbe consigliare , come fare per non svegliarmi ogni 3 ore circa ?
La ringrazio per il suo aiuto

[#67] dopo  
Utente 325XXX

Gentile Dottore Antonio Ferraloro,
le volevo chiedere di aiutarmi ;
sono circa due anni che mi sveglio la notte ogni due ore e poi mi alzo per fare diuresi , questo problema c'è da quando ho iniziato la terapia con Depakin , penso che sia un ' effetto indesiderato di Depakin , su di me ,che mi crea una vita impossibile , così , non posso andare avanti .
Dottore , ho letto , che ci sono tantissimi farmaci per l' Epilessia , ho notato che il Depakin è del 1963 , secondo lei si potrebbe sostituire ,con altri farmaci per l'epilessia , che mi fanno dormire per 4 ore e non mi svegliano ogni 2 ore per notte .

Dottore la ringrazio per il suo aiuto

[#68] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile sostituire un antiepilettico ma va fatto da un epilettologo esperto, soprattutto quando il farmaco da sostituire è efficace.
Per questo deve rivolgersi appunto ad un epilettologo ed esporre il problema.
Poi sarà lo specialista a valutare se e come procedere in base al Suo caso specifico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro