Utente
Buongiorno
Sono un uomo di 50 anni e nel mese di Aprile sono stato colpito da ketoacidosi diabetica, da allora ho sempre formicolio agli arti e fortissimi dolori specie alle braccia, premetto che i valori glicemici adesso sono sottocontrollo, però malgrado tutto i sintomi continuano a peggiorare, quindi volevo chiedere se ci sarà un miglioramento in un futuro oppure devo rassegnarmi ad un peggioramento continuo, malgrado le terapie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

come scrive nel titolo, ha già una diagnosi definita di neuropatia diabetica effettuata anche tramite elettromiografia?
Quali farmaci sono stati utilizzati finora?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Spett. Dr. A. Ferraloro
Innanzitutto la voglio ringraziare per la sua cortese attenzione al mio problema. Le faccio un breve riepilogo, tutto si è presentato con i seguenti valori: glicemia 680 mg/dl. - Emoglobina glicosilata 11.8% - Colesterolo totale 443 mg/dl. - Trigliceridi 355 mg/dl. Chetoni 300. questi valori ad oggi sono tutti rientrati nella norma, ho fatto un esame elettromiografico dove viene evidenziato : Sindrome del Tunnel Carpale bilaterale di grado moderato e prevalente a sn;indicazione alla neurolisi. Sofferenza moderata del nervo ulnare sn al gomito ( Sindrome del Tunnel Cubitale) la terapia che eseguo da circa 4 mesi Alasod 600 - Normast 600 (una al dì) però ad oggi vedo solo il progressivo aggravarsi dei sintomi. Ringraziandola le la sua sortese attenzione le porgo i miei cordiali saluti.

Vincenzo

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Vincenzo,

dall'EMG non si evidenzia una condizione di neuropatia diabetica, sono state riscontrate soltanto alterazioni a livello di singoli nervi, il mediano e l'ulnare, causati da compressione o intrappolamento nei canali rispettivamente carpale e cubitale. Qualora la terapia farmacologica non produca i risultati sperati in questi casi c'è l'indicazione all'intervento chirurgico.
Consideri che esistono ancora altri farmaci specifici per il dolore neuropatico certamente più efficaci degli integratori che sta assumendo ma se il problema è meccanico è difficile che diano buoni risultati.
I sintomi si presentano anche agli arti inferiori? L'EMG è stata effettuata anche a questo livello?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Spett. Dr. A. Ferraloro
Le rinnovo il mio ringraziamento per la sua disponibilità.
I sintomi si presentano anche agli arti inferiori, sempre accompagnati da dolori (tipo scosse elettriche) con notevole perdita di forza oltre a un'ipersensibilità alla pianta del piede, in breve sento delle scosse continue che vanno dalla base della nuca con irrigidimento del collo (specie se i valori della glicemia arrivano ai limiti minimi) e scendono agli arti superiori e inferiori. A proposito dell'intervento chirurgico ho avuto pareri discordanti sulla risoluzione del problema. L'EMG non è stata effettuata agli arti inferiori e onestamente non so il perchè, quindi come può capire non so cosa fare. Ringraziandola sempre per la sua cortese attenzione le porgo i miei cordiali saluti.

Vincenzo

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Vincenzo,

sarebbe opportuno effettuare l'EMG anche agli arti inferiori considerata la sintomatologia riferita.
Le ricordo che per il dolore neuropatico esistono farmaci più efficaci di quelli che sta assumendo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Spett. Dr. A. Ferraloro

Seguirò il suo consiglio facendo l'EMG anche agli arti inferiori. tra i pareri contrastanti avevano diagnosticato una parestesia agli arti sia inferiori che superiori e dietro loro consiglio ho effettuato una RM rachide cervicale. I farmaci che mi avevano consigliato nella terapia erano degli anti-depressivi e anti-epilettici che francamente non ho ritenuto (nella mia ignoranza) di assumere essendo a pieno delle mie facoltà mentali e che per lavoro trascorro svariate ore in macchina. La ringrazio sempre per il suo prezioso tempo che mi dedica e le porgo sempre i miei più cordiali saluti.

Vincenzo

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Quei farmaci che Lei menziona sono i più indicati e tra i più efficaci per trattare il dolore neuropatico. Qualora non avesse benefici con quelli che sta assumendo, considerato che sono stati consigliati, potrebbe provarli, iniziando con bassi dosaggi.
Consideri però che se c'è una compressione di notevole entità sul nervo anche queste molecole potrebbero risultare poco efficaci.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Spett. Dr. A. Ferraloro
La ringrazio sempre per la sua disponibilità, seguirò il suo consiglio e farò l'EMG anche agli arti inferiori, se vuole la posso mettere al corrente del risultato della RM che ho fatto, ma non vorrei approfittare della sua disponibilità, comunque la ringrazio tantissimo, i suoi consigli sono stati chiarificatori ad alcuni dubbi che avevo. Le porgo i miei più cordiali saluti.

Vincenzo

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Se vuole può copiare il referto della RM.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Spett. Dr. A. Ferraloro
Le copio di seguito il referto della RM.
Rettilineizzata la lordosi.
Canale vertebrale di ampiezza ai limiti di norma per costituzione.
Iniziali diffuse note degenerative dei dischi intersomatici.
Lieve ipertrofia del disco intersomatico C4-C5, evidenzia bulging con prevalenza mediana che lambisce il profilo anteriore del midollo spinale.
Assottigliato il disco intersomatico C5-C6, evidenzia lieve procidenza para mediana destra appoggio sul profilo anteriore del midollo spinale.
Assottigliato il disco intersomatico C6-C7, evidenzia bulging con prevalenza emiaria para foraminale a sinistra.
Si associano appuntimenti somatomarginali da spondillosi; regolare altezza dei corpi vertebrali.
Midollo spinale in sede, con segnale omogeneo; non alterazioni intra durali.
Ringraziandolo sempre per la sua disponibilità le porgo i miei più cordiali saluti.

Vincenzo

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Sig. Vincenzo,

le alterazioni riscontrate alla RM possono teoricamente giustificare la sintomatologia dolorosa agli arti superiori, anche se l'EMG ha messo in evidenza delle alterazioni di tipo compressivo sul nervo mediano e ulnare

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Spett. Dr. A. Ferraloro

Buongiorno, innanzitutto mi scuso per il ritardo nel rispondere, seguirò come detto precedentemente il suo consiglio e farò l'EMG anche agli arti inferiori che spero di programmare già questa settimana nella speranza di avere un quadro più chiaro verso la risoluzione del mio problema, perchè ormai i dolori (scosse elettriche) diventano sempre più marcati. Ringraziandola per la sua ineccepibile professionalità e cortesia, le porgo i miei più cordiali saluti

Vincenzo

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona giornata.
Dr. Antonio Ferraloro