Utente 383XXX
Buonasera medici, vi faccio un riassunto della mia storia.
Sono sempre stata una persona abbastanza ansiosa ma il tutto si riduceva a lieve tachicardia e vertigini nei momenti di forte stress (come ad esempio prima di un esame) ma sono sempre riuscita a controllarla. Da questo gennaio è iniziato il calvario, ho cominciato ad avere crisi d'ansia (in tutto due) in cui avvertivo senso di svenimento, tachicardia e difficoltà a respirare, ma comunque gestibili. Per un mese sono stata bene ma un giorno ho cominciato ad avvertire dolore al petto continuo, dopo tre giorni mi sono spaventata pensando di avere qualcosa al cuore ed un altro attacco d'ansia è sfociato in un attacco di panico che mi ha portata al pronto soccorso in cui mi hanno fatto un elettrocardiogramma che è risultato perfetto e non hanno ritenuto fosse il caso di fare ulteriori accertamenti. Ero spaventatissima ed ho continuato a fare accertamenti tra cui visita pneumologica (in quanto avvertivo fame d'aria), rx toracico, visita gastroenterologica e cardiologica, tutti i medici che mi hanno visitata hanno ricondotto i miei disturbi all'ansia. Sono attualmente in cura da una psicologa, la cui diagnosi è disturbo somatoforme. Col passare dei giorni però avverto sintomi sempre diversi come leggero tremore alle mani, senso di svenimento quasi continuo, a volte anche rigidità dei muscoli del viso e da ieri sera intorpidimento/indolenzimento alle gambe, dal ginocchio in giù.

Alla luce di tutto ciò volevo chiedervi se questi miei disturbi possano essere sintomi di una malattia neurologica grave (tipo SM o SLA) o se vanno ricondotti ad ansia.
Ho tanta paura di avere un qualcosa di grave.
Vi ringrazio in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia descritta sembrerebbe di origine psichica come Le hanno detto i vari medici che ha consultato.
Se con la psicoterapia non ottiene risultati soddisfacenti consulti uno psichiatra per prendere in considerazione un'eventuale terapia farmacologica.
Alla Sua giovanissima età ha il diritto di vivere diversamente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio tantissimo per la risposta Dottor Ferraloro.
Comunque ho prenotato una visita neurologica per mercoledì, parlerò con il dottore che sicuramente saprà quale sia la terapia giusta per me.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Grazie a Lei per avere scelto Medicitalia.
Va bene, faccia la visita neurologica già prenotata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dr. Ferrarolo, le scrivo in seguito alla visita neurologica eseguita oggi perché mi piacerebbe avere anche un suo parere.
Il Neurologo non ha ritenuto necessario farmi fare ulteriori accertamenti in quanto sicuro che i miei disturbi siano ricollegati all'ansia.
A causa della mia giovane età, mi ha prescritto TRIADENOR 1 compressa al mattino per un mese, prima di intraprendere una terapia farmacologica vera e propria.
Alla luce dei miei sintomi, che ad oggi sono:

- Senso di svenimento
- Oppressione toracica con conseguente difficoltà respiratoria (a volte)
- Senso di intorpidimento/indolenzimento degli arti
- Senso di testa pesante e stanchezza
- Ansia che a volte mi sale anche più di una volta al giorno (che però riesco a controllare, il mio vero tormento sono queste somatizzazioni)

Le volevo chiedere se anche lei ritiene adeguata una terapia di un mese con Triadenor, prima di passare ad un'eventuale terapia farmacologica.

La ringrazio per la disponibilità.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il prodotto indicato è un integratore che viene utilizzato come rilassante e pare possieda un'azione positiva sull'umore. Se sia efficace? Sinceramente non è un prodotto che utilizzo, pertanto non ho esperienza. In linea generale ritengo che possa essere "leggerino", in ogni caso nulla a che vedere con i farmaci classici.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dr Ferrarolo, le scrivo di nuovo perché sono molto preoccupata per alcuni miei sintomi.
Avverto una sensazione che non so come spiegare, come un intorpidimento/indolenzimento agli arti, qualche giorno fa dal ginocchio in giù, da ieri sera anche alle braccia. Specifico che il sintomo non è continuo, va e viene, il tutto accompagnato da rari tremori, il senso di svenimento invece è scomparso e non ho disturbi di origine motoria.

La mia paura è sempre la SM o la SLA, ormai sta diventando una vera fissazione.
Come già detto sono molto ansiosa, quindi è difficile per me capire se questi disturbi siano di origine psichica oppure se c'è qualcosa di più serio.
Probabilmente inizierò una cura farmacologica, perché tutto ciò è davvero invalidante.

Secondo lei posso stare tranquilla? Il neurologo che mi ha visitata non ha neanche ritenuto necessario fare ulteriori accettazioni, ma la paura resta.
La ringrazio ancora.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

basandosi sull'esito negativo della visita neurologica e sulla volontà del neurologo di non effettuare esami strumentali non dovrebbero esserci problematiche importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dottore, approfitto della sua gentilezza per farle un'altra domanda.
Da oggi mi sento la fronte abbastanza tesa, come se non riuscissi a corrugarla ma se lo faccio guardandomi allo specchio è tutto nella norma. A tratti sento anche un lieve bruciore appena sopra il naso e la pelle del viso tirata.
Premetto che due giorni fa sono stata al mare, mi sono bruciata e tendo a spellarmi sempre, è possibile che sia per questo?
Questo sintomo esclude patologie importanti?
La ringrazio di nuovo.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è un sintomo di patologia importante, il sole ne potrebbe essere una causa senza escludere il fattore psicosomatico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio per la celere risposta, è sempre gentilissimo.
La aggiornerò quando tornerò dal mio neurologo tra un mese.

[#11] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dottor Ferrarolo, le scrivo di nuovo per aggiornarla sulla mia situazione.

La situazione va peggiorando, ora somatizzo anche alla testa. Mi sento sempre la testa come ovattata, a volte sento la testa tirare come se il cuoio capelluto si spostasse. A volte ho la sensazione che la mascella possa bloccarsi da un momento all'altro ed ho lievi dolori alle tempie ogni tanto.

Oltretutto negli ultimi giorni sono tornati l'oppressione toracica (sento un forte peso sulla sinistra) e la fame d'aria, mi sento sempre come se stessi per avere un attacco di panico che però non viene mai, non so come spiegarle.

Ho preso appuntamento con il mio neurologo per mercoledì, ho provato a reagire e a farcela da sola, ma purtroppo questa volta non riesco, è come se tutto ciò mi capitasse ed io impotente dovessi sopportarlo. Ho deciso di intraprendere una cura farmacologica, ho 21 anni e questa non è vita, vorrei partire ad agosto e stare tranquilla, ora sto tutto il giorno a pensare che potrebbe venirmi un attacco per quanto sto male, anche se non ho mai interrotto le mie attività quotidiane: esco con gli amici e non mi privo di nulla, ma sto male lo stesso.

Lei pensa che una terapia farmacologica possa ridarmi la mia vita? Non so più cosa fare, sono disperata.
Mi scusi per il lungo sfogo, spero che lei possa darmi qualche consiglio.

E grazie, come sempre.

[#12] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

spesso associare la farmacoterapia alla psicoterapia può dare ottimi risultati.
Se ricorda, alla replica #1 Le consigliavo proprio questa associazione, quindi non posso che concordare.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#13] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dottore, mi scusi se la disturbo ancora ma non potrò vedere il mio neurologo fino a mercoledì ed oggi mi è successa una cosa che mi ha preoccupata molto.

All'improvviso ho sentito un calore fortissimo alla testa e al viso, mi sentivo come stordita, confusa e sul punto di svenire. Avevo il viso e le orecchie praticamente viola e poi mi sono apparse delle macchie rosse su tutto il corpo che si sono schiarite e poi completamente scomparse in pochi minuti, il tempo di calmarmi insomma.

Secondo lei anche questo può essere una manifestazione dell'ansia? O è più probabile che sia un colpo di sole? Non mi era mai capitata una cosa simile.
Quando è successo ero appena arrivata al mare e i miei genitori mi hanno portata subito via.

La ringrazio ancora.

[#14] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come prima impressione il disturbo sembrerebbe psicosomatico con reazione neurovegetativa (vasodilatazione), ovviamente è solo un'ipotesi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente 383XXX

Quindi non è grave? Posso stare tranquilla?
La mia paura è che possa essere sintomo di gravi malattie neurologiche. Ora mi sento come intontita e debole.
Mi scuso ancora per le numerose domande.

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Con i famosi limiti del consulto a distanza non sembrerebbe nulla d'importante, se dovesse ripetersi si rivolga al Suo medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera, mi scusi se la disturbo di nuovo.
Dopo l'episodio del forte calore alla testa ho paura di soffrire di pressione alta.
È possibile in base all'episodio descritto nel consulto precedente?
Comunque appena mi sono calmata sono andata immediatamente in farmacia a misurare la pressione, che è risultata addirittura bassina (103/70), quindi non riesco a capire se questo calore fosse solo una sensazione o se fosse una vera crisi ipertensiva.

Io non ho mai la pressione alta, anche al pronto soccorso dopo l'attacco d'ansia avevo 120/80, ed anche quando mi sono fatta visitare dal mio medico. Ho sempre la giusta pressione, al massimo un pochino bassa. È possibile che io soffra di pressione alta? Dovrebbe essere sempre alta giusto?
I sintomi di una crisi ipertensiva sono diversi da quelli da me descritti?

Mi hanno spaventato particolarmente il viso e le orecchie completamente rosso fuoco, per non parlare del calore alla testa che pensavo scoppiasse da un momento all'altro.

La ringrazio immensamente come sempre.

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non penso il disturbo sia stato causato da un rialzo pressorio considerato che la sua pressione arteriosa è tendenzialmente bassa.
L'origine psicosomatica mi pare la più probabile.
Affronti adeguatamente questo problema.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio davvero tanto, lei mi rassicura sempre.
Domani vedrò il mio neurologo ed inizierò una terapia che spero possa essere risolutiva.

[#20] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dottore, mi piacerebbe avere la sua opinione sulla terapia che mi è stata prescritta dal mio neurologo poco fa.

Zarelis 37,5 mg 1 compressa la mattina per una settimana, poi dalla seconda settimana 75 mg sempre 1 compressa la mattina ed il Lexotan al bisogno.

Cosa ne pensa?

La ringrazio di nuovo per la sua disponibilità.

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è una buona terapia, per vedere però i primi risultati deve avere un po' di pazienza, 3-4 settimane.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio per la sua disponibilità, buona serata anche a lei.

[#23] dopo  
Utente 383XXX

Dottore le faccio un'ultima domanda, poi non la disturbo più.

Quante possibilità ci sono che lo Zarelis possa provocare un aumento di peso?
Qualche anno fa ho avuto gravi problemi di autostima a causa del mio corpo e sono dimagrita 25 kg, se dovessi aumentare di peso di nuovo per me sarebbe una tragedia.

La ringrazio di nuovo.

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'impatto della venlafaxina, principio attivo dello zarelis, sul peso corporeo non è molto significativo come potrebbe essere con altri antidepressivi, infatti questo effetto viene catalogato come "non comune" potendosi avere in linea di massima uguale probabilità sia di un aumento che di una riduzione del peso. Consideri inoltre che un effetto comune, invece, potrebbe essere una riduzione dell'appetito.
Ovviamente stiamo parlando di medie statistiche.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 383XXX

Dottore, stamattina ho preso la prima compressa e mi ritrovo con tremori e pupille dilatate.

Devo preoccuparmi?

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nei primi giorni di terapia non è raro il riscontro di alcuni effetti collaterali che se non sono importanti non precludono il proseguimento della cura. Di solito poi questi effetti non desiderati regrediscono spontaneamente in qualche settimana. Se questo non dovesse avvenire o i sintomi fossero "invalidanti" dovrebbe rivolgersi allo specialista per comunicare il problema.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 383XXX

Devo dire che non è invalidante per ora, fortunatamente.

Un'altra cosa: stupidamente ho letto il foglio illustrativo dello Zarelis e mi sono spaventata tantissimo per quanto riguarda effetti collaterali come convulsioni o emorragie.

Per quanto riguarda le convulsioni, è possibile che si manifestino durante la cura anche se il soggetto è sano? Intendo non affetto da epilessia o simili.

La ringrazio ancora.

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Stia tranquilla, sono effetti estremamente rari in soggetti predisposti.
Nella mia esperienza non è mai successa questa evenienza.

Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio per la sua estrema pazienza e gentilezza.

Comunque il mio neurologo ha detto che è normale avere qualche effetto collaterale all'inizio, anzi se si sta bene subito vuol dire che c'è qualche problema, purché questi disturbi siano gestibili ovviamente.
Aspetterò con pazienza che la terapia faccia effetto.

[#30] dopo  
Utente 383XXX

Dottore mi scusi se la disturbo ancora, sto avvertendo estrema stanchezza, sonnolenza e debolezza muscolare, in più da oggi è ricomparsa un po' d'ansia con i classici sintomi quali fame d'aria, oppressione toracica e senso di svenimento.
Inoltre mi sembra come se il cuore facesse meno battiti, non le so spiegare.

Premetto che da ansiosa quale sono sto assumendo il farmaco con un po' di timore, potrebbe essere questo il motivo del mio malessere? O è il farmaco che fa tutto ciò?

La ringrazio ancora

[#31] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le ha detto lo specialista e come avevo scritto nella replica #26, i primi giorni di terapia, in media un paio di settimane, possono manifestarsi alcuni effetti collaterali che poi tendono a regredire col prosieguo della cura. Anche un'accentuazione dell'ansia è da considerare normale.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#32] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio e mi scuso per le mie numerose domande, mi rendo conto di essere petulante ma purtroppo mi spavento facilmente.

Mi sento come intontita, ad esempio se qualcuno mi parla dopo un po' non riesco a seguire il discorso perché mi gira continuamente la testa e sto tutto il giorno a letto.
So che è normale e che devo aspettare, so anche che lo Zarelis è "attivante" quindi sicuramente mi sento così perché ho iniziato la cura da soli tre giorni e ci vuole tempo.

Comunque la ringrazio perché mi ha tranquillizzata tanto.

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla, ci mancherebbe.
In presenza di sintomi importanti si rivolga allo specialista che La sta seguendo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 383XXX

Come se non bastasse, soffro anche di una lieve asma e mi è stato prescritto Foster spray al bisogno.
E' da considerarsi pericolosa l'interazione tra Zarelis e broncodilatatori?

La ringrazio ancora tantissimo e auguro un buon fine settimana anche a lei.

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non sono state descritte interazioni negative tra i due farmaci, è però consigliabile attuare una gastroprotezione, in tal senso ne parli col medico curante.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 383XXX

Dottore mi ritrovo a disturbarla anche di domenica, mi scusi tanto.

I miei sintomi sono: mi sento come rallentata, intontita, non dico distaccata perché è esagerato ma abbastanza intontita, stanca e debole.
Ho controllato e sono tutti effetti molto comuni nelle prime due settimane però sul bugiardino c'è scritto di contattare il medico o recarsi al pronto soccorso.
Per di più la mia ansia (dolore/oppressione al petto, fame d'aria) rimane sempre uguale.

Mi scusi se mi rivolgo a lei ma purtroppo è domenica e non posso contattare il mio neurologo,
Volevo farle una domanda: sono effetti ritenuti gravi oppure posso stare tranquilla che passeranno?
Ho paura che la mia paura del farmaco stia accentuando tutti i sintomi, dato che il farmaco va ad agire sul cervello ho il pensiero costante che potrebbe farmi molto male.

Potrebbe rassicurarmi su questo aspetto?

Grazie mille, e scusi ancora per il disturbo.

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

deve essere Lei a decidere l'entità dei sintomi, se non sono invalidanti starei tranquilla.
Domani contatti il neurologo.
Per quanto riguarda il farmaco, non abbia nessuna paura, di per sé lo zarelis è un farmaco ben tollerato, poi è ovvio, esistono situazioni individuali che si distaccano dalla media.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 383XXX

Non so come ringraziarla, lei è sempre gentilissimo.
Ora che mi sono tranquillizzata il senso di straniamento è praticamente scomparso, mi sento solo leggermente intontita.
Penso che tutto questo acuirsi dei sintomi sia dovuto alla mia eccessiva paura del farmaco, che mi fa reagire in modo spropositato.
La ringrazio di nuovo.

[#39] dopo  
Utente 383XXX

Buongiorno dottore, volevo farle una domanda probabilmente stupida.

Vorrei fare il tatuaggio semi-permanente alle sopracciglia (tecnica micropigmentazione), la ragazza che me lo fa è una professionista, prende antidepressivi da anni e mi ha detto che il massimo che può succedere è che non prenda il colore.

Secondo lei questo "tatuaggio" potrebbe avere interazioni col farmaco? Intendo se possa interferire con la sua efficacia o peggio, se interferisca con la mia salute.

PS. Sono quasi due settimane che assumo Zarelis e devo dire che già sto meglio, ho ancora un po' di ansia ma ho ricominciato a vivere e non mi sembra vero.

La ringrazio in anticipo per la sua risposta.

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non sono riportate interazioni negative tra la venlafaxina (zarelis) e le sostanze usate per i tatuaggi anche se non ci sono studi importanti in tal senso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 383XXX

Dottore mi scusi se la disturbo ancora, oggi ho un forte male di testa.
Solitamente prendo moment, potrebbe esserci un'interazione con la venlafaxina?

La ringrazio.

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Non è conveniente assumere frequentemente moment durante la terapia con venlafaxina ma "una tantum" potrebbe farlo considerato che già ha assunto il farmaco in passato.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#43] dopo  
Utente 383XXX

So che qui non si possono consigliare farmaci, ma cosa potrei prendere in caso di mal di testa oppure influenza? So che gli antinfiammatori potrebbero avere delle interazioni, ma non so cosa prendere.

La ringrazio

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Per la prescrizione di farmaci deve parlare col medico curante.

Dr. Antonio Ferraloro

[#45] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, mi scusi per l'ennesima domanda.

Ho aumentato il dosaggio da 37.5 a 75 mg, i benefici dovrebbero vedersi dopo 3/4 settimane dall'aumento del dosaggio oppure dall'inizio della terapia?
Preciso che già sto meglio, ma questo punto non mi è chiaro.

La ringrazio per la sua disponibilità.

[#46] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Per vedere i benefici causati dall'aumento del dosaggio del farmaco devono trascorrere le canoniche 2-4 settimane dall'incremento stesso.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#47] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio dottore, con l'aumento del dosaggio mi è tornata un po' di ansia, ma niente di insopportabile.

La ringrazio ancora per la sua disponibilità.

[#48] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, mi scusi nuovamente per il disturbo.

Sono 2/3 giorni che appena mi alzo per qualche secondo mi gira la testa, tanto da dovermi sedere un attimo. Da cosa potrebbe dipendere?
Premetto che il giorno in cui ho aumentato il dosaggio del farmaco mi sono venute anche le mestruazioni, forse la causa dei miei giramenti di testa è da imputare a questo e al caldo insopportabile.

La ringrazio come sempre per la sua disponibilità.

[#49] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le cause che menziona possono essere possibili, il caldo in quanto può ridurre la pressione arteriosa.

Dr. Antonio Ferraloro

[#50] dopo  
Utente 383XXX

Ultima domanda dottore, mi scusi ancora.
È normale che con l'aumento del dosaggio mi sia tornata un po' d'ansia (leggera oppressione toracica, respiro corto)?
La ringrazio in anticipo.

[#51] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, i primi giorni dopo un incremento del dosaggio è normale che possa succedere.
Dr. Antonio Ferraloro

[#52] dopo  
Utente 383XXX

Buongiorno dottore, mi scusi il disturbo.

Prendo Zarelis 75 da 8 giorni e sicuramente sto molto meglio, l'unico problema è che a volte è come se il mio cervello si stancasse, le faccio un esempio: se vado al centro commerciale, dopo un po' mi sento come rallentata, tipo "ubriaca" ed è come se le persone che mi passano accanto e le voci fossero lontane.

Secondo lei è lo Zarelis a causare questo disturbo o potrebbe essere ansia leggermente amplificata?
So che 8 giorni sono pochi per sentire i benefici del farmaco, ma non riesco a capire l'origine del disturbo.

La ringrazio di nuovo.

[#53] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le due condizioni che Lei menziona possono essere sostenute dalla stessa causa, cioè il farmaco nei primi giorni di trattamento potrebbe aumentare l'ansia, se così fosse tra qualche settimana la sintomatologia dovrebbe regredire spontaneamente.
Dr. Antonio Ferraloro

[#54] dopo  
Utente 383XXX

Tra una settimana devo partire, spero che il disturbo passi presto.

In realtà è un disturbo che ho sempre avuto anche prima della cura con Zarelis, si è amplificato tantissimo i primi giorni di terapia ed ora che ho aumentato il dosaggio c'è, ma è molto leggero, nulla al confronto con l'inizio della terapia.

Come sempre la ringrazio infinitamente.

[#55] dopo  
Utente 383XXX

Dottore mi scusi se approfitto della sua disponibilità.

Ho letto il bugiardino dello Zarelis e non sono riportate interazioni negative tra la venlafaxina e i raggi solari, dato che amo andare al mare e che, tra una settimana, sarò in crociera e mi sarà impossibile sfuggire ai raggi solari, volevo essere rassicurata su questo aspetto, in modo da partire senza preoccupazioni.

Ad esempio oggi ho preso il sole, non ho avuto nessuna reazione cutanea ma ad un certo punto mi sono fissata ad ascoltare il cuore e ho notato che i battiti erano leggermente accelerati.
È normale oppure, assumendo questo farmaco, dovrei fare attenzione?

La ringrazio.

[#56] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si faccia tranquillamente la crociera e non pensi nulla, non ci sono problemi col farmaco che assume.
Stia serena.

Buone vacanze
Dr. Antonio Ferraloro

[#57] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio tantissimo per avermi rassicurata ancora una volta.

[#58] dopo  
Utente 383XXX

Salve dottore.

Ho appena saputo che ad un mio amico d'infanzia è stato diagnosticato un disturbo psicotico.

Volevo chiederle: la psicosi è un disturbo a sè oppure l'ansia potrebbe esserne un'anticamera?

Venire a conoscenza delle reali condizioni del mio amico mi ha angosciata parecchio.
La ringrazio di nuovo.

[#59] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Un disturbo d'ansia non ha nulla a che vedere con un disturbo psicotico.
Dr. Antonio Ferraloro

[#60] dopo  
Utente 383XXX

Dottore ultimamente avverto un disturbo agli occhi che mi preoccupa molto.
Mi sveglio con tantissime crosticine e devo aprire gli occhi aiutandomi con le mani, inoltre sento una sensazione di corpo estraneo nell'occhio sinistro e sento entrambi gli occhi estremamente secchi, specialmente quando c'è vento avverto un aumento della secchezza.

Ovviamente sono ricaduta nell'incubo SM, non so come fare perché il mio neurologo non ritiene necessario nessun esame strumentale, ma ho paura.

Secondo lei è solamente un effetto dell'antidepressivo o semplicemente occhi secchi?

La ringrazio.

[#61] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La secchezza dell'occhio o una eventuale blefarite non c'entra nulla con la SM, nel Suo caso potrebbe essere un problema dell'occhio stesso o, meno probabilmente, un effetto collaterale del farmaco.
Dr. Antonio Ferraloro

[#62] dopo  
Utente 383XXX

Non ho dolori interni agli occhi in effetti, ho solo un mal di testa localizzato al centro della fronte e questa secchezza fastidiosa agli occhi. Oggi però già sto meglio, non ho più la sensazione di corpo estraneo nell'occhio.
Il tutto è iniziato Lunedì sera, mi sono ritrovata in mezzo ad una tromba d'aria e gli occhi il giorno dopo erano rossi e secchi, potrei aver preso una freddata?

La ringrazio e mi scusi per il disturbo.

[#63] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione.

Devo dire che sto molto meglio, il peso sul petto è notevolmente diminuito seppur ancora presente (in forma lievissima) e ogni tanto avverto fiato corto ma è una sensazione che dura pochi secondi.
L'unica cosa che avverto è un fastidioso gonfiore di stomaco che si manifesta come un peso sotto lo sterno, ma non mi posso lamentare, va molto meglio.

È normale avvertire ancora qualche disturbo dopo quasi un mese?

La ringrazio.

[#64] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che la maggioranza dei sintomi sia regredita.
Per quanto riguarda il gonfiore addominale, non è da escludere, se persistesse, l'assunzione di farmaci mirati al problema da associare allo zarelis che mi pare si stia dimostrando particolarmente efficace.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#65] dopo  
Utente 383XXX

Sicuramente si sta rivelando più che efficace, la maggior parte dei sintomi che avevo prima sono completamente spariti.
L'unica cosa che continua a preoccuparmi è questo peso sul petto, che mi fa pensare ancora ad un problema di origine cardiaco, anche se razionalmente so che non è possibile.

La ringrazio ancora per i suoi consigli, contatterò uno specialista per il gonfiore addominale.

[#66] dopo  
Utente 383XXX

Mi scusi se scrivo di nuovo mi ero dimenticata di dirle una cosa.
Da qualche giorno avverto un leggero tremore alle mani, posso stare tranquilla?
La ringrazio di nuovo.

[#67] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Considerata l'età è concreta la possibile origine ansiosa del tremore.
Se dovesse persistere ne parli col medico curante.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#68] dopo  
Utente 383XXX

Ho notato che in vacanza non ho avuto nessun problema di questo tipo, ora invece noto questi lievi tremori. Ho notato però che anche mia madre e mia sorella hanno gli stessi lievi tremori, comunque se il disturbo dovesse persistere contatterò il medico.

Grazie mille.

[#69] dopo  
Utente 383XXX

Dottore mi scusi la domanda probabilmente stupida e di origine prettamente ansiosa: alla luce di tutti i sintomi spiegati nei consulti precedenti, lei escluderebbe la SM?
Il mio neurologo non vuole prescrivermi esami strumentali perché non lo ritiene necessario, ma io finché non ne avrò la certezza avrò sempre paura di avere questa malattia.

La ringrazio di nuovo

[#70] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La Sua paura di avere una malattia in particolare, nonostante le rassicurazioni dei vari medici consultati, è un chiaro sintomo appartenente alla sfera dei disturbi d'ansia ed è questa che va curata.
Le nostre rassicurazioni, Le sembrerà strano, rafforzano e cronicizzano il problema.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#71] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore.

Stamattina ho dimenticato di prendere la compressa, ho rimediato prendendola alle 16.30, va bene lo stesso?

Grazie mille in anticipo

[#72] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Sì, va bene lo stesso, stia tranquillo.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#73] dopo  
Utente 383XXX

Salve dottore, le scrivo per un nuovo sintomo.
Da ieri mi sono accorta di una strana sensazione alla vista, ad esempio se guardo da lontano sento gli occhi come appesantiti ed ho una strana strana sensazione che purtroppo non so spiegare.
Escluderei il farmaco come causa del disturbo, dato che questa sensazione va e viene, quando non ci penso neanche me ne accorgo.
Potrebbe essere dovuto all'ansia? Sto soffrendo di bruciori di stomaco che mi preoccupano ultimamente, quindi forse è dovuto ad una leggera ansia.

La ringrazio

[#74] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ritengo con buona probabilità che il sintomo sia causato dall'ansia.
Dr. Antonio Ferraloro

[#75] dopo  
Utente 383XXX

Mi sono dimenticata di scrivere che il sintomo è accompagnato da un leggero mal di testa, come una leggera pressione sulla fronte e sugli occhi, ma credo che sia la stessa cosa.

La ringrazio come sempre.

[#76] dopo  
Utente 383XXX

Dottore volevo farle una domanda.
Assumo Zarelis da poco più di un mese, è normale che mi sia tornata una lieve ansia?
Si manifesta con bruciori di stomaco e peso sul petto.

La ringrazio.

[#77] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Delle fluttuazioni della sintomatologia sono non rare a verificarsi, per cui è normale ciò che riporta.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#78] dopo  
Utente 383XXX

C'è un limite di tempo oltre il quale andrebbe riconsiderata la terapia?

La ringrazio tantissimo.

[#79] dopo  
Utente 383XXX

Dottore è pericoloso prendere la tachipirina insieme allo Zarelis?

La ringrazio in anticipo

[#80] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la tachipirina assunta "una tantum" non crea problemi particolari associata allo zarelis, sempre che Lei l'abbia già utilizzata in passato. Ovviamente sarebbe da evitare un uso continuativo.
La terapia va valutata la prima volta mediamente dopo circa 30-40 giorni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#81] dopo  
Utente 383XXX

Si ho già assunto la tachipirina in passato, quindi stasera la prenderò per far abbassare la febbre.

Ci sono antipiretici che posso prendere insieme allo Zarelis? In tal caso ne discuterò con il mio medico.

La ringrazio ancora

[#82] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
In maniera continuativa sono tutti sconsigliati, eccetto casi particolari a giudizio del medico curante considerando il rapporto rischio-beneficio.

Dr. Antonio Ferraloro

[#83] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, ieri mi sono svegliata con un mal di testa fortissimo che è durato per tutto il giorno fino alla sera. Il dolore era localizzato nella zona della fronte e degli occhi, era un dolore pulsante.
Verso la sera avevo anche un po' di alterazione (37.5).
Oggi non ho mal di testa e nemmeno la febbre, ma mi sento come "intontita", in tutto ciò ho ancora alcuni sintomi ansiosi come bruciori di stomaco, peso sul petto, nodo alla gola (fortunatamente in forma molto lieve).

Aggiungo che ieri avevo anche problemi alla vista, vedevo poco da lontano e non so se sia da imputare al mal di testa.

Ormai ho capito che il farmaco non c'entra nulla, ma cosa potrebbe essere? Devo preoccuparmi?

La ringrazio e le auguro una buona serata.

[#84] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la causa dei disturbi riferiti non è possibile stabilirla a distanza, deve essere valutata dal medico curante mediante una visita diretta che consiglio di effettuare.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#85] dopo  
Utente 383XXX

Dottore ho sempre sofferto di questo tipo di mal di testa, con conseguenti disturbi alla vista, solo adesso gli do peso perché ho questo stato ansioso, non me ne ero mai preoccupata prima.

Mi consiglia una visita perché potrebbe essere qualcosa di grave? Sono preoccupata.

La ringrazio

[#86] dopo  
Utente 383XXX

Mi scusi il secondo post, con problemi alla vista intendo che quando guardo da lontano dopo un po' mi peggiora il mal di testa. Mi scusi non mi so spiegare bene, la vista resta uguale.

Ho letto i sintomi della cefalea tensiva e sembrano coincidere con i miei.

La ringrazio di nuovo

[#87] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
La visita la consiglio perché deve essere fatta una diagnosi corretta e prescritta eventualmente un"adeguata terapia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#88] dopo  
Utente 383XXX

Dottore poco fa ho avvertito uno strano tremolio al polpaccio, penso si tratti di fascicolazione dato che erano piccoli spasmi del muscolo, durato pochi secondi.
Dato che nessuno vuole farmi fare esami approfonditi, ogni minimo sintomo lo ricollego ad un'eventuale patologia cerebrale, non so più come fare.

Secondo lei posso stare tranquilla?
La ringrazio ancora per la sua gentilezza e disponibilità.

[#89] dopo  
Utente 383XXX

Buongiorno dottore, inizio col ringraziarla per tutti i suoi preziosi consigli e per la sua gentilezza.
Finalmente posso dire di stare bene.
Ho una domanda da farle: stamattina, avendo finito la scatola da 75 mg, ho preso due compresse di 37.5 mg insieme. Si può fare?

La ringrazio ancora

[#90] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi fa piacere che finalmente stia bene.

Sì, si può fare ma sarebbe più razionale riprendere la cpr da 75 mg.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#91] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, mi ritrovo a disturbarla di nuovo.
Nonostante tutto sommato io stia abbastanza bene, a volte mi ritrovo ad avere dei disturbi, specialmente in corrispondenza del ciclo mestruale. Sono due mesi che dopo l'ovulazione mi sveglio la mattina zuppa di sudore, ed oggi ho riavuto anche il classico bruciore al petto e senso di respiro affannoso, sensazioni durate circa 5/10 secondi e poi scomparse, ora mi è rimasto il fastidio al petto (sono al terzo giorno di ciclo).
È normale avere questi "episodi" dopo quasi 4 mesi di terapia? Sono legati in qualche modo al ciclo mestruale questi piccoli episodi di ansia?
O sono anormali e dovrei parlarne col mio neurologo?
Specifico che attualmente mi trovo anche in uno stato influenzale (forte tosse e raffreddore).


La ringrazio in anticipo e le auguro una buona serata.

[#92] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se questi disturbi generalmente si associano al ciclo mestruale è probabile che siano correlati anche con variazioni ormonali tipiche del periodo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#93] dopo  
Utente 383XXX

Mi scusi dottore se la disturbo ancora, volevo chiederle se fosse normale avere sporadici episodi di ansia anche durante la terapia, seppur lieve e facilmente gestibile.
Ho intrapreso la terapia cognitivo-comportamentale da poco, ma comunque dopo quasi sei mesi di terapia farmacologica mi sembra strano avere ancora qualche episodio del genere, anche se quasi sempre in correlazione al ciclo mestruale (prima e dopo).

La ringrazio in anticipo

[#94] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dei periodi di accentuazione dell'ansia sono normali anche durante la terapia farmacologica, sono delle fluttuazioni "fisiologiche".

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#95] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, dopo quasi 8 mesi sto iniziando a scalare il farmaco.
Dato che ho ancora una scatola di Zarelis 75mg, il mio neurologo mi ha detto di prenderne mezza al giorno fino alla fine della scatola, per poi sospenderlo definitivamente.
Lei cosa ne pensa? Mi piacerebbe avere anche il suo parere.

La ringrazio in anticipo.

[#96] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

immagino che Lei stia bene, ma da quanto tempo?
Dr. Antonio Ferraloro

[#97] dopo  
Utente 383XXX

Sto bene da agosto 2015. Da due mesi ho anche intrapreso la terapia cognitivo- comportamentale che mi sta portando tantissimi benefici, ho capito il problema e ci lavoro su.

Cosa ne pensa? Vorrei una sua opinione anche sul metodo, cioè se metà compressa da 75 al giorno vada bene per poi sospendere del tutto.

La ringrazio.

[#98] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo zarelis da 75 mg è a Rilascio Prolungato, per questa tipologia di farmaci non è corretto dimezzare la compressa, è certamente consigliabile utilizzare, quando si deve dimezzare il dosaggio, la confezione da 37,5 ed assumere ovviamente la compressa intera.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#99] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio per il consiglio.
Oggi comunque ho assunto metà compressa da 75, ma domani mi procurerò la scatola da 35,7. Va bene lo stesso?
Grazie ancora

[#100] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, la cpr da 37,5 va assunta intera per il periodo indicato dallo specialista.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#101] dopo  
Utente 383XXX

Salve dottore, ho assunto la compressa da 37,5 per circa un mese (28 giorni) ed oggi è il secondo giorno che non la prendo più.
So che quello di 37,5 è il dosaggio minimo e che quindi l'interruzione sarebbe stata "brusca" ma oggi sto avvertendo delle vertigini. È normale?
Quanto durano gli effetti della sospensione?

La ringrazio

[#102] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, può essere un sintomo da sospensione, di solito questi sintomi si esauriscono spontaneamente nell'arco di un paio di settimane.
Se persistono dopo tale periodo potrebbero essere sintomi ansiosi che riemergono perché la terapia è stata sospesa precocemente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#103] dopo  
Utente 383XXX

Lei pensa che 8 mesi siano pochi? Da 2 mesi e mezzo faccio anche terapia psicologica e mi sento molto meglio.
Comunque mi sento bene, niente ansia per ora, solo qualche vertigine sopportabile.

La ringrazio ancora

[#104] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
No, non penso questo, Le ho solo detto che il sintomo può essere da sospensione del farmaco ed in tal caso dovrebbe regredire in 15-20 giorni, se questo non succede si può prendere in considerazione l'altra ipotesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#105] dopo  
Utente 383XXX

Salve dottore, le vertigini stanno regredendo, sono quasi sparite.
Ora però avverto una lieve nausea, bruciore di stomaco e anche una leggera ansia.
Il mio neurologo mi ha detto che sono sicuramente sintomi da imputare alla sospensione del farmaco, ma come al solito mi farebbe piacere avere anche il suo parere.

La ringrazio ancora

[#106] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo con quanto detto dal neurologo, ci sono buone probabilità che siano sintomi da sospensione.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#107] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera Dottore, la disturbo anche a Pasqua, ne approfitto per farle sentiti auguri.
Non posso contattare il mio dottore, quindi mi rivolgo a lei.
Avverto da ieri ansia (che si manifesta con bruciore di stomaco e al petto), nausea e testa pesante. Preciso che mi deve venire il ciclo, ed ho sempre avvertito disturbi simili anche durante la cura con Zarelis, è possibile che questi disturbi siano accentuati anche dall'interruzione della cura? Fino a ieri sono stata bene, salvo vertigini (ora scomparse) e un po' di nausea.

La ringrazio in anticipo

[#108] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in effetti è possibile che la sintomatologia riferita possa essere accentuata dalla sospensione della terapia, considerato che anche prima in periodo premestruale questi sintomi erano presenti.

Cordiali saluti e buona Pasqua
Dr. Antonio Ferraloro

[#109] dopo  
Utente 383XXX

Mi scusi se rispondo solo oggi, non ho avuto modo di leggere le email.
La ringrazio per la sua risposta che mi ha rincuorata molto, confesso di aver molta paura di un presunto riaffiorare dei sintomi ansiosi, però ho sospeso la terapia da soli 8 giorni, stringerò i denti.
Sono fiduciosa, comunque, penso che andrà tutto bene.

La ringrazio infinitamente per il suo prezioso supporto.

[#110] dopo  
Utente 383XXX

Buongiorno dottore, dall'ultima volta che le ho scritto sono successe un po' di cose. Ho ripreso la terapia perché sono riaffiorati i sintomi ansiosi. Circa un mese e mezzo fa, però, in accordo con il mio neurologo, ho deciso di iniziare a scalare il farmaco da 75mg a 37,5mg, ma dopo circa 30 giorni ho cominciato a stare male di nuovo ed ho ripreso la compressa da 75mg. La assumo da 7 giorni, il problema è che avverto da un po' di tempo dolore agli occhi e alla testa che si presenta come una pressione sulla fronte e sopra la testa, stanchezza e debolezza muscolare e tutto ciò mi crea ansia. Stupidamente ho cominciato a cercare le possibili cause su internet e l'ansia aumenta, specialmente per aver letto di eventuali infezioni batteriche che possono causare meningite.
Secondo lei questi sintomi sono da imputare all'aumento del farmaco, e quindi andranno a sparire entro le due/tre settimane famose, oppure c'è qualcos'altro?
Ho sempre sofferto di questi mal di testa nei periodi più stressanti ma stavolta sta durando più del solito.
È possibile che Zarelis non faccia più effetto su di me? Non so cosa pensare.

La ringrazio di nuovo infinitamente

[#111] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le cause possono essere diverse, al momento la più probabile sembrerebbe essere un effetto collaterale dovuto all'aumento dello zarelis. Chiede se possibile che il farmaco in questione non Le faccia più effetto, questa possibilità esiste ma ancora è prematuro potersi esprimere in tal senso.
Si vedrà in base al decorso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#112] dopo  
Utente 383XXX

Lei escluderebbe una patologia di origine neurologica? È la mia paura più grande.
La ringrazio tantissimo, aspetterò ancora una/due settimane per vedere se i sintomi spariranno, in caso contrario sarà necessario modificare la cura?

Grazie infinite

[#113] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una patologia di origine neurologica è stata esclusa dal neurologo che non ritenuto opportuno nemmeno effettuare esami diagnostici, peraltro in due anni Lei è stata essenzialmente bene.
Quello che si dovrà fare in caso di insuccesso della terapia è prematuro dirlo oggi, poi si vedrà, intanto stia tranquilla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#114] dopo  
Utente 383XXX

Salve dottore, dall'ultima volta che le ho scritto sono stata abbastanza bene, ho studiato e fatto gli esami. Oggi però mi è tornata un po' di ansia, è da considerarsi normale pur essendo in terapia oppure è lo Zarelis che non fa più effetto su di me?
È la mia paura più grande.

La ringrazio ancora infinitamente

[#115] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

qualche giornata "negativa" può capitare a tutti, soprattutto ai soggetti ansiosi, stia tranquilla, passerà.
Mi fa comunque piacere che stia bene.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#116] dopo  
Utente 383XXX

La ringrazio dottore, ho sempre paura che lo Zarelis non faccia più effetto perché sono stata benissimo in questi due anni, non vorrei dover ricominciare tutto daccapo.
Probabilmente il mio essere in ansia è dato dal caldo esagerato di questi giorni e dallo stress accumulato per gli esami universitari, cercherò di non pensarci.

La ringrazio ancora

[#117] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Probabilmente sì, lo zarelis non causa assuefazione.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#118] dopo  
Utente 383XXX

Buongiorno dottore, mi scusi se la disturbo di nuovo, ma stamattina mi è uscito il sangue dal naso e mi sono spaventata tantissimo perché non mi era mai capitato, forse una volta da bambina.
In questo periodo ho il raffreddore e faccio uso di Vicks Sinex spray tutte le sere, inoltre ho il ciclo.
Secondo lei è grave? O magari è dipeso dal caldo e da un insieme di questi fattori? La ringrazio in anticipo

[#119] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è possibile che l'episodio di epistassi sia stato causato dalla somma dei fattori che Lei menziona ma se dovesse ripetersi è indicata una visita otorino.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#120] dopo  
Utente 383XXX

Mi è riuscito il sangue proprio adesso, sono terrorizzata non so che fare.
Prenoterò una visita dall'otorino, la ringrazio di nuovo

[#121] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ok, faccia la visita otorino, nel frattempo potrebbe recarsi al P.S., se in quell'ospedale ci fosse un reparto ORL è probabile che il collega chieda subito la consulenza dell'otorino.
Mi faccia sapere gli sviluppi del caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#122] dopo  
Utente 383XXX

Lei ritiene sia il caso di andare al pronto soccorso? In entrambi i casi ho perso qualche goccia di sangue, non ne a uscito tanto.
Ho paura

[#123] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo dicevo per accelerare il consulto con l'otorino, se il sangue è solo qualche goccia non occorre che vada al P.S..
Dr. Antonio Ferraloro

[#124] dopo  
Utente 383XXX

Fortunatamente ho la visita con l'otorino domani, adesso sono andata in farmacia a misurare la pressione per escludere ipertensione, infatti è risultata 122 su 77. È buona giusto?

La ringrazio infinitamente, domani le farò sapere dopo la visita con lo specialista

[#125] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, ho fatto la visita con l'otorino ed è risultata una varice gonfia nella native, fortunatamente nulla di grave.
Volevo chiederle un'altra cosa, con il caldo ho sempre avuto stanchezza anche prima del manifestarsi dei sintomi ansiosi, è normale che ultimamente io sia sempre stanca e ansiosa?
La mia paura ricorrente è quella di sviluppare una depressione.

La ringrazio infinitamente come sempre

[#126] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

va bene per la visita ORL.

"E' normale che ultimamente io sia sempre stanca e ansiosa? ", ovviamente non è normale ma in un soggetto già di base ansioso come Lei è "normale" che tale sintomatologia si accentui con il caldo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#127] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, mi scusi se la disturbo di nuovo.
Quando mi sento particolarmente ansiosa, a volte, mi viene la paura di poter sviluppare una psicosi o un disturbo psichiatrico grave. È una cosa sempre riconducibile all'ipocondria o c'è veramente questa possibilità?
Sto abbastanza bene devo dire, prendo ancora lo zarelis, ma quando mi sento giù mi vengono ugualmente questi pensieri.
Spero di non dover iniziare di nuovo la cura con un altro farmaco, mi sto fissando che non faccia più effetto e mi preoccupo.

La ringrazio tanto

[#128] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

stia tranquilla, è solo la sua ipocondria a farle pensare queste cose, lasci perdere quesi pensieri.
Trascorra una serena estate.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#129] dopo  
Utente 383XXX

Quindi devo stare tranquilla riguardo l'efficacia dello zarelis?
Ogni tanto mi sale una leggera ansia, che arriva e se ne va nel giro di pochi secondi, non mi preoccupano questi stati d'ansia infatti, mi preoccupa di più il dover cambiare terapia.
Spero sia solo frutto delle mie fissazioni.

La ringrazio tantissimo

[#130] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, stia tranquilla, non si crei problemi inesistenti.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#131] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore,
Ho preso adesso la solita compressa di zarelis 75 e mi è venuto il dubbio di averla presa anche stamattina.
Purtroppo non riesco a ricordare se l'ho presa o meno.
Nel caso in cui io ne abbia assunte due cosa può succedere? È grave?

La ringrazio in anticipo

[#132] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente

tranquilla, non succede nulla, al massimo un po' di agitazione in più, un po' di nervosismo ma nulla di più.
Consideri che esiste anche il dosaggio da 150, oltre quello da 225, per cui non si ponga problemi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#133] dopo  
Utente 383XXX

Buonasera dottore, le scrivo per chiederle se ci siano interazioni pericolose tra Zarelis e Bentelan.
Ho fatto un filler labbra e il dottore, in caso di gonfiore, mi ha consigliato di assumere una pasticca di Bentelan.

La ringrazio infinitamente in anticipo

[#134] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

terapie prolungate con cortisonici in pazienti che assumono questa tipologia di antidepressivi non è consigliata, tuttavia al bisogno è possibile assumere il bentelan.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro