Utente
Buongiorno,
ho fatto in data 05/05/2015 un ANGIORM DEL DISTRETTO VASCOLARE INTRACRANICO E RM ENCEFALO, i risultati sono nella norma, ma si nota una piccola lacuna di tipo gliotico (diam mm4) che interessa la corona radiata a destra.
Posso sapere cosa significa, quali potrebbero essere le cause e se ci sono controlli aggiuntivi da fare.
Aggiungo che in famiglia ci sono stati casi di emorragia cerebrale piuttosto frequenti (bis nonna nonna e papà).
Grazie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il reperto riscontrato potrebbe anche non essere patologico, bisogna vedere le immagini dell'esame per dare un parere attendibile. Le cause possono essere varie, a volte non dimostrabili soprattutto quando l'area gliotica è singola e di piccole dimensioni.
Altrimenti può avere origine vascolare, infiammatoria, traumatica, essere causata da un attacco emicranico o da lieve sofferenza alla nascita.
Ritengo che abbia già fatto visionare l'esame ad un neurologo.
Perché ha effettuato la RM?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,
grazie per la sollecita risposta, al momento ho fatto visionare il referto solo al medico curante che mi ha suggerito di contattare un neurologo , sto cercando informazioni su qualche bravo neurologo nella provincia di Perugia per un consulto.
Ho fatto la RM per un controllo preventivo vista la familiarità con patologie vascolari.
Crede che sarebbe il caso di fare esami più approfonditi?
Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da questa postazione, considerato l'esito apparentemente non preoccupante della RM, pare sufficiente l'esame già effettuato, in ogni caso sarà il neurologo ad indicare come e se procedere in base alla visita neurologica e alla visione diretta delle immagini della RM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro