Utente
Salve dottori, vi espongo il problema che mi affligge da un mese..premessa d'obbligo..sono stato riconosciuto come soggetto ipocondriaco, ansioso e sovente sotto stress, per anni sono stato in visita da psicologi e psichiatri perchè ho avuto un vissuto difficilissimo che mi ha segnato profondamente... nell'ultimo anno e mezzo ho temuto di avere ogni sorta di malattia, dai tumori a colon, vescica, testicoli e addirittura seno (per una pallina sotto il capezzolo) a attacchi cardiaci..un mese fa ho avuto dolore all'inguine e c'erano dei linfonodi gonfi..attacchi di panico immediati, corsa in ospedale, tachicardia..temevo un linfoma e ho fatto tutti gli esami del sangue, due visite ematologiche, rx torace ecc ecc.. diagnosi di medico di famiglia ed ematologa: "Il paziente non ha nulla, urge visita psichiatrica". La cosa che mi preoccupava era questa sorta di prurito, mai estremamente fastidioso (la notte dormo senza problemi) alternato a formicolio diffuso (gambe, piedi,mani,gomiti,schiena,testicoli,bacino...non dò peso a prurito viso e cuoio capelluto perchè lì ho screpolature e roba tipo forfora, una sorta di dermatite localizzata) e punture di spilli, che avverto per lo più steso e seduto e molto meno quando svolgo attività e mi distraggo.. mi ero tranquillizzato, ho ripreso a lavorare e a giocare a calcio senza alcun problema camminando tantissimo, ma ora sono terrorizzato dall'idea che questi formicolii possano dipendere da una sclerosi multipla..il medico di famiglia, che mi conosce da 20 anni, mi ha liquidato subito: "Somatizzazione ansiosa, problemi psicotici da ipocondria", contestandomi il fatto che come sempre ho letto 500 articoli su internet..non appena un medico mi rassicura, cerco subito on line qualcosa che smentisca..e so che non va bene! Ma non vorrei neanche che, dopo tanti "a lupo a lupo" stavolta ci sia qualcosa che non va... ribadisco: non sono stanco, gioco a calcio,mangio,ho una vita sociale intensa (solo per 10 giorni mi sono isolato da tutto, preparandomi a "vivere da malato") e le parestesie sono peggiorate da quando ho letto che erano sintomi di sm (ad ora mai invalidanti, nel senso che formicolio e torpore sono leggeri,alternati ad un fastidio al collo che credo non c'entri nulla)... scusandomi per quanto sono stato prolisso, chiedo 1)l'emocromo completo risultato perfetto avrebbe posto sospetti di sm? 2)concordate con medico ed ematologo che non occorre visita neurologica? Testuale: "Durassero anche per mesi o anni, questi fastidi sono certamente di natura psichiatrica (del resto tremo di paura anche mentre vi scrivo)... in passato ho somatizzato con problemi urinari e di colite... vorrei solo capire se iniziare questo percorso di psichiatria o se, con una possibilità su mille che sia sm, devo fare altre indagini..il medico ha detto che non è affatto necessario e non vuol sentire parlare di visita neurologica e risonanze magnetiche! Vi ringrazio di tutto

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

1. No
2. Concordo e mi associo al consiglio di rivolgersi allo psichiatra.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
carissimo dottor ferraloro...la prima cosa che devo dirLe è un immenso "grazie", da parte mia e della mia famiglia..non solo perchè ha escluso al 100% che io possa avere la sclerosi multipla, ma soprattutto perchè in un giorno di festa come quello di oggi ha trovato tempo e pazienza per me..è molto importante e vorrei ricambiare in qualche modo...domani mattina inizierò il mio percorso psichiatrico-psicologico, purtroppo non ho mai creduto alle malattie da somatizzazione ansiosa, ma se anche un esperto come lei lo conferma non posso fare altro che spegnere internet e cercare di reagire... la saluto con un'ultima riflessione..in passato, quando mi diagnosticarono il colon irritabile, dissero che era strettamente collegato all'ansia e al discorso urinario, dal momento che il colon premeva sulla vescica e dava la sensazione di dover urinare anche quando non era necessario...il fatto che ora, oltre alle parestesie, urino con maggiore frequenza mi aveva fatto pensare ulteriormente alla sm...ora invece mi pare di capire che è anche questo frutto di natura psicologica...e quindi mi ha ulteriormente tranquillizzato..insomma...ho somatizzato più di un sintomo...spero di poter tornare quanto prima a vivere la normalità..purtroppo quando si cresce in un ambiente "difficile", tra malattie gravi di persone care, assenza totale di un genitore che fa crescere i figli in un clima di "Terrore" e violenza fisica la mente alla lunga ne risente..e spero davvero che tutto sia frutto di questo e non di una terribile malattia... a quel punto conviverò con questi formicolii, punture di spillo ecc ecc e, magari, risolverò i miei problemi interni...GRAZIE!! oltre alla risposta rispetto a quanto detto ora Le chiedo solo se domani posso aggiornarla rispetto al parere dello psichiatra e se ho capito bene la Sua risposta: un emocromo perfetto non esclude la sm?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ha perfettamente capito, l'emocromo non è un esame utile per la diagnosi di SM.
Noi, a distanza, ci basiamo sul vostro racconto e su quello che vi dicono i medici che realmente seguono il paziente. Non possiamo dare nulla per scontato ed escludere totalmente una problematica. Diamo solo delle indicazioni di massima senza alcuna pretesa diagnostica.

Ok, mi faccia sapere cosa Le dirà lo psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
sisi, è chiaro che "a distanza" è deontologicamente corretto non dare nulla per scontato, anche perchè ci si basa su quanto il paziente racconta..mi sembra però di aver capito dalle sue risposte che è totalmente d'accordo con quanto detto dal mio medico, ovvero che non ci sono affatto i presupposti per pensare alla sclerosi multipla e che tutto sia frutto di somatizzazione ansiosa derivante da problemi di natura psicologica..il medico di famiglia, come le dicevo, non ritiene affatto necessarie visite neurologiche o risonanze magnetiche anche se il problema delle parestesie o i disturbi urinari (fatto anche analisi urine) continuassero a lungo...mi pare di capire che lei sia totalmente d'accordo :D

[#5] dopo  
Utente
Caro dottore buongiorno.stamattina sono stato dal medico di famiglia,ha ribadito che anche questi saltuari crampi alle gambe e le parestesie sono di origine psicogena e che non urge nessun controllo a prescindere dalla durata dei sintomi..la visita psichiatrica tende a confermare in toto questa tesi,si ritiene che ansia stress misto a depressione e ipocondria accumulata per anni abbiano fatto"esplodere" il corpo con punture di spillo parestesie miinzione piu frequente ecc ecc e che in caso di sm dopo un mese avrei avvertito molta stanchezza..le chiedo 1) cosa ne pensa? 2) ha mai avuto casi simili di perdurante somatizzazione? 3)effettivamente il fatto che gioco a calcio e cammino molto é la conferma che non o nulla o sarebbe prematuro?4)che é la cosa che mi preme maggiormente..l incubo é di vivere una serenità apparente,nel senso che temo che se tra mesi sto ancora cosi il medico prenderà in considerazione l ipotesi sm,,oggi dice che é certo al 100% a prescindere dalla durata dei,sintomi..concorda? Se ad oggi c è una possibilità su cento,dati i sintomi riferiti,vorrei togliermi il dubbio ora,non vedere come evolve.se invece lei crede che effettivamente non hp nulla che faccia pensare alla sclerosi da oggi non ci penserò piiu.grazie .

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come faccio a rispondere senza averLa visitata?
Da ciò che riferisce il disturbo sembra di tipo psicosomatico ma ovviamente non sono un mago.
Se Lei vive con questo dubbio effettui una visita neurologica.
Mi pare che anche lo psichiatra abbia riscontrato l'origine psichica dei Suoi disturbi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
Eviterò di disturbarla in futuro,le chiedo soltanto se vuole rispondere ai punti 2 e 3 e se il fatto che il formicolio sia diffuso anche a schiena,glutei e pancia e che dopo un mese di parestesie gioco regolarmente a calcio sia ininfluente o confermi che non é sm. La ringrazio

[#8]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non disturba, stia tranquillo.

2. Moltissimi.
3. E' molto più probabile che non abbia nulla di demielinizzante ma ovviamente a distanza non Le posso dare la certezza.
Un formicolio diffuso di solito indica una somatizzazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente
Grazie,mi ha tranquillizzato...quello che umilmente contesto ai medici-ovviamente non mi riferisco a lei - é la frase "non hai nulla,poi se tra qualche mese stai ancora cosi facciamo tutte le indagini". Ritengo da ignorante che una cosa o c è o non c è,quindi spero che il mio medico di famiglia,con il suo verdetto cosi certo,sia stato in grado gia ora di scongiurare con certezza il mio timore..non so se mi sono spiegato:)

[#10] dopo  
Utente
Dottore buonasera,volevo aggiornarla..mercoledì vedrò lo psichiatra e l'orientamento é quello di iniziare anche una cura farmacologica..intanto da un paio di giorni ho fastidio all occhio sinistro..premetto che non ci vedo bene da anni,ma volevo chiederle se anche disturbi visivi possono avere origini ansiose e psicosomatiche...non ho dolore, piu che altro lo sento"stanco"..e da quando questo sintomo si é presentato e mi sono concentrato su di esso i prurito,parestesie e punture di spillo sono nettamente diminuiti..aggiungo..questa sensazione iniziò l altro ieri,poi andai a giocare a calcio e a mangiare una pizza con la squadra e stavo benissimo,idem ieri mattina..dal pomeriggio mentre ero allo stadio notavo questa pesantezza,come un occhio stanco quando si ha sonno..anche in questo caso la comparsa di questo"problema" é di poco successiva ad aver letto su internet che problemi di vista sono tipici di Sm..aggiungo che non ho difficoltà a distinguere oggetti e colori

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

<< la comparsa di questo"problema" é di poco successiva ad aver letto su internet che problemi di vista sono tipici di Sm..>> già questo è tipico di disturbo d'ansia....comunque nella SM il disturbo visivo non si manifesta in questo modo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Posso chiederle come si manifesta? Un mese fa avevo dolore se toccavo le palpebre ma senza problemi di vista e si é risolto da solo.,scusi se la stresso,mi creda sto male e piango sempre pensando alle malattie..oggi sono uscito a fare due passi,sembrava che anche il sole mi desse fastidio..il dottore dice che anche aver preso molto freddo può incidere

[#13] dopo  
Utente
Aggiungo...é come se avessi "qualcuno che mi soffia nell'occhio", la sensazione che si ha quando si ha sonno

[#14]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se le dicessi come si manifesta una neurite ottica dopo un po' avvertirebbe i sintomi anche Lei, nei soggetti suggestionabili questo si verifica frequentemente.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#15] dopo  
Utente
Dottore mi creda, mi dispiace tanto averla disturbata e le sono grato per avermi tranquillizzato per l ennesima volta...effettivamente appena il medico disse che nella Sm la parestesia non è un semplice formicolio ma uno o piu arti perennemente addormentati ho avuto il piede addormentato per due giorni...non mi prenda per pazzo. Ho tantissimi amici e da sempre opero nel sociale. Semplicemente non sapevo e non credevo che ansia stress depressione e ipocondria portassero tutti questi malesseri fisici..avevo letto che nella Sm i sintomi si alternano e in questo caso il disturbo all occhio é subentrato con il calo del prurito...forse questo mi ha spaventato...ps per rispondere con una battuta a quanto detto da lei,sono convinto che a breve avvertirò anche dolore quando muovo gli occhi e vista annebbiata:')

[#16] dopo  
Utente
Dottore buonasera. Ho avuto un nuovo incontro con la psicologa. Lei ritiene che l ipocondria possa derivare da una serie di episodi drammatici che hanno contraddistinto la mia vita e la somatizzazione é emblema di "un corpo che non ce la fa piu ad essere sotto stress". Il problema all occhio migliora, derivava da un colpo di freddo. Passata questa ansia,riecco le parestesie: in realtà non so nemmeno se il termine sia giusto dal momento che ad ora rarissimamente gli arti li sentivo addormentati e sono sempre riuscito a svolgere regolarmente ogni attività lavorativa e sportiva.le faccio due domande:1) la psicologa dice che se fosse stata Sm, dopo un mese avrei avuto problemi motori e certo non sarei riuscito a giocare a calcio.corretto? 2) il fatto che questa sensazione di leggero intorpidimento piede gamba braccio e mano (che a volte durante la giornata sparisce) sia quasi sempre lato sinistro é indicativa di qualcosa o non cambia la sostanza di quanto gia detto? La psicologa ribadisce che la visita neurologica non è necessaria a prescindere da quanto dureranno ancora questi problemi e afferma che é evidente che non ho problemi di deambulazione o sensibilità (anche quando ho formicolio e intorpidimento distinguo caldo e freddo e se pizzico o stringo qualcosa sento sempre il dolore o il contatto)

[#17]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

che Lei non abbia la SM lo hanno detto già tutti i medici che l'hanno visitata ma le cose dette dalla psicologa non sono corrette, questa è una precisazione doverosa non tanto per Lei ma per altri utenti che leggeranno questo consulto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente
Posso chiederle una risposta al secondo quesito?

[#19] dopo  
Utente
Aggiungo...la,psicologa sbaglia rispetto al fatto che in persistenza di sintomi sensitivi non vada comunque fatta una visita neurologica (e il medico concorda ) o per il fatto che avrei dovuto avere altri problemi dopo un mese?

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

le notizie date sul decorso della SM e sui criteri diagnostici non sono corretti, consideri che uno psicologo non è medico e non è neurologo, pertanto non dovrebbe avventurarsi in percorsi diagnostici addirittura specialistici.
Comunque Lei stia tranquillo e continui serenamente il lavoro iniziato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente
Nel ringraziarla le chiedo infine se concorda col medico che la visita neurologica non serve a prescindere dalla durata dei sintomi..un abbraccio e grazie

[#22]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Questo a distanza non è possibile saperlo ma se diversi medici non l'hanno consigliata può stare tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente
Non mi chiami scostumato,ma mi farebbe piacere parlarle a telefono.é possibile? Grazie a prescindere

[#24]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Mi può telefonare stasera alle 20.30.
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente
Ho provato a chiamare,diceva "non raggiungibile" ma la ringrazio lo stesso...stasera sono andato a giocare,ho avuto di nuovo problemi alla vista.non era offuscata ne annebbiata,semplicemente un Po affaticata,premesso che soffro di miopia..allarmato e in totale ansia ho chiamato la guardia medica per un parere. Hanno detto che si può somatizzare anche con problemi di vista e mi hanno chiesto di indossare gli occhiali per vedere se la situazione migliorasse..e ci vedevo molto meglio..hanno detto che se il calo di vista dipendesse da neurite e sm gli occhiali sarebbero ininfluenti e che il colpo di freddo di venerdi scorso unito ad ansia ipocondria e stanchezza hanno fatto il resto. Due domande 1)concorda? 2)il fatto che durante la partita non ho avvertito parestesia e prurito ed ero agitato solo dal problema visivo conferma che é somatizzazione ansiosa? Spesso un,"sintomo" fa nettamente calare l'altro

[#26]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Evidentemente ero in una zona dove non c'era campo.
Le ricordo che le rassicurazioni accentuano l'ansia e peggiorano il problema, pertanto lo affronti direttamente col neurologo e, se di origine psicosomatica, successivamente con lo psichiatra o con lo psicologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente
Gentile dottore, volevo aggiornarla... ho sostenuto la visita psichiatrica in presenza della psicologa che mi segue da anni. Questo psichiatra è stato per anni anche medico di base, quindi ha potuto fare una valutazione complessiva... a suo giudizio ogni sintomo è frutto di somatizzazione ansiosa di origine ipocondriaca-depressiva ed ha ritenuto non necessaria la visita neurologica prescrivendomi:
-cipralex dopo colazione
-2 volte al giorno prima di pranzo e cena levopraid
-10 gocce di xanax prima di andare a dormire se eccessivamente teso

Quindi lo stesso parere del medico di famiglia. Da un paio di giorni sono subentrate tipo delle contrazioni involontarie diffuse- non dolorose- che durano pochi secondi, talvolta alle gambe (che in questa settimana ho sforzato tantissimo per lavoro, cammino molto e faccio sport) talvolta sopracciglia, talvolta braccia, glutei,schiena...volevo chiedere se può essere l'effetto collaterale dei farmaci, se può essere ansia, nervosismo e stress che il corpo sta scaricando o se devo preoccuparmi,. Aggiungo che da un po' di tempo i miei amici hann notato che ho ricominciato ad avere un tic alla testa che in passato accompagnava momenti di grande tensione stress e depressione

[#28] dopo  
Utente
aggiungo che il problema agli occhi si è risolto mettendo gli occhiali...mi hanno riscontrato miopia ed astigmatismo occhio sinistro e ora la situazione è decisamente migliorata..aggiungo un'ultima domanda..i tre professionisti che mi seguono (psichiatra,psicologo e medico di famiglia) hanno affermato che la diagnosi è quella a prescindere dalla durata dei sintomi, che tutto è somatizzabile e che stress,ansia e depressione (pensi che io h24 sono concentrato sui miei problemi di salute, piango e ho quasi annullato la vita sociale) sono devastanti per il corpo e per i muscoli..è d'accordo, posso stare definitivamente tranquillo è iniziare questo lungo percorso senza pensare alla sm?

[#29]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche a distanza la mia impressione è sempre stata la medesima dello psichiatra, infatti se rilegge le risposte che Le ho dato quasi sempre, tra le righe, s'intuisce la mia idea sul disturbo d'ansia e la sintomatologia psicosomatica.
Pertanto concordo perfettamente con quanto Le ha detto lo psichiatra che ha pure prescritto un'adeguata terapia.
Le "contrazioni involontarie diffuse"? Tutte le ipotesi che avanza possono essere valide. Stia tranquillo.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#30] dopo  
Utente
Ormai ha capito perfettamente che ogni fastidio che avverto lo associo a quella brutta cosa, la ringrazio per la pazienza..più che altro mi preoccupava questo fatto che, a letto, oltre a queste contrazioni (come se la pelle pulsasse per qualche secondo in varie zone del corpo), sembra quasi che "la schiena faccia dei piccoli scatti involontari", non so neanche come definirli, ma letta anche la sua risposta credo di potermi definitivamente tranquillizzare.... quando tutto sarà finito, come minimo se passa per Salerno avrà una cena pagata :D

[#31] dopo  
Utente
Gentile dottore, anzitutto tantissimi auguri di cuore per un felicissimo anno nuovo.
La disturbo per aggiornarLa rispetto alla situazione. Sto seguendo i consigli dello psichiatra e attuando la cura che mi ha prescritto, i confronti con il medico di base sono frequenti così come le sue rassicurazioni. L'effetto collaterale riscontrato è un calo del desiderio sessuale (ma è l'ultimo dei miei pensieri :D ) e quelle contrazioni al muscolo della gamba sinistra che il medico di base ritiene tipiche nelle prime settimane di assunzione di antidepressivi (con oggi sono 20 giorni). La prima settimana, per mia sorpresa, ho notato dei miglioramenti di umore e sintomatologia, ho ripreso a lavorare e a giocare a calcio, riuscivo a distrarmi e le parestesie erano nettamente diminuite...successivamente, pur con un umore discreto, il sintomo prevalente e a tratti unico è un prurito persistente che prende gambe, ma soprattutto schiena e glutei...ci sono momenti della giornata in cui cala nettamente, altri in cui è più fastidioso.. volevo chiederLe 1)è un decorso normale? il medico dice che migliorare l'umore non porta automaticamente a far sparire i disturbi psicosomatici e che in alcune persone ci possono volere mesi. In più il percorso di psicoterapia non è ancora iniziato 2)domanda generale: la sclerosi multipla può dare come sintomo iniziale un prurito diffuso e persistente per un paio di mesi o il fatto che il prurito sia stato il sintomo caratteristico di questo periodo negativo deve rasserenarmi definitivamente? 3)tra le analisi del sangue che ho effettuato a metà novembre ci sono anche ves e proteina c reattiva.. è vero che in caso di sm i valori sarebbero risultati quasi certamente sballati? 4) per alterazione della sensibilità si intende esclusivamente la sensazione di "parte del corpo addormentata", quindi forte formicolio, o nelle parestesie rientrano anche prurito diffuso e leggero formicolio migrante?
La ringrazio per la pazienza e le mando un forte abbraccio..

[#32]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

grazie e ricambio gli auguri per un felice 2016!

1) Concordo con quanto detto dal medico curante, ci vuole tempo.

2) Non viene riportato nelle varie casistiche come sintomo tipico iniziale.

3) Non sempre.

4) Nelle parestesie sono compresi i formicolii, le punture di spillo, ma a rigore il prurito non ne fa parte.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro