Sclerosi multipla e sclerosi sistemica

Gentile Dottore/Dottoressa,

Sono una ragazza di 24 anni, studentessa, mediamente attiva ma non sportiva. Mia madre è ammalata di sclerosi sistemica, molto seriamente.

Da qualche mese ho avuto degli episodi, se così si possono definire, piuttosto singolari.

Premetto che soffro di cefalea oftalmica (diagnosticata da un neurologo), ma non direi troppo frequentemente. Comunque, ho notato che ultimamente accuso dei problemi nell'articolazione del linguaggio sia a livello di composizione di frase (difficoltà fisica a parlare, quasi da balbuziente), inverto parole (come per esempio natale di albero), e spesso sbaglio a dire dei termini, o meglio, per esempio voglio dire natale e invece dico pasqua. Tutto come fosse naturale. Di solito non faccio caso a simili eventi ma la frequenza degli episodi è alta, tanto che sia mia madre che il mio ragazzo l'hanno notato.

Inoltre, mi capita di avere indolenzimento ai muscoli senza aver fatto attività fisica, e formicolii.

Ho letto che chi ha in famiglia qualcuno che soffre di patologie autoimmuni è probabile che possa sviluppare una patologia autoimmune senza che necessariamente sia la stessa malattia. è possibile che questi sintomi siano legati ad una patologia autoimmune seria come la sclerosi multipla?

Mi rendo conto che la diagnosi sia piuttosto difficile soprattuto dato che questi sintomi credo siano comuni a molte patologie come stress. Non so se sia il caso di parlarne con il mio medico di base oppure ignorare la cosa. Lei cosa mi consiglierebbe? Visto già la gravità della malattia di mia madre non vorrei aggiungere stress in famiglia.

Le pongo i miei più cordiali saluti e la ringrazio,

S.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita non è tipica di esordio di SM.
<<Ignorare la cosa >>? Ritengo di no, non perché pensi chissà cosa ma per affrontare in ogni caso il problema e migliorare la qualità della vita, pertanto ne parli inizialmente col medico curante che La conosce già e sicuramente Le indicherà come procedere, cioè se "archiviare" il caso o effettuare una visita specialistica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,

La ringrazio moltissimo per la celere risposta.

L'ultima domanda che ho da farle è se è vero che chi ha in famiglia (in questo caso mia madre) qualcuno che soffre di patologie autoimmuni (sclerodermia) è predisposto a sviluppare eventuali altre patologie sempre autoimmuni.

Comunque, ne parlerò al mio medico curante che senz'altro saprà come aiutarmi.

Un codiale saluto,

S.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 66,2k 2k 23
Gentile Utente,

ci potrebbe essere un aumento del fattore di rischio ma non tale da vivere con questa preoccupazione, stia serena e non si faccia condizionare.

Cordialmente

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa