Utente
Buongiorno, Vi scrivo perchè la paura mi sta mangiando e non riesco a venire a capo di questa cosa.
Da due mesi ho cominciato a soffrire di fastidio alla luce e fastidiose miodesopsie, tutti i giorni da quando mi sveglio fino alla sera (cioè quando la luce è ormai diminuita).
In seguito sono cominciati dei mal di testa localizzati a tempie, nuca e spesso intorno e dietro all'occhio destro: sono mal di testa intermittenti che cominciano in un momento qualsiasi della giornata, senza nessun motivo apparente, e se ne vanno così come sono arrivati. A volte durano una decina di minuti, altre volte solo pochi secondi. Non sono mai tanto dolorosi al punto di impedirmi di svolgere le mie attività quotidiane.
Ho avuto due episodi di parestesia: uno a metà cranio e uno a metà volto, sempre alla parte sinistra. Sono durati due-tre giorni e sono avvenuti separatamente l'uno dall'altro, a distanza di circa tre settimane.
Nell'ultimo periodo ho sempre sonno, mi sento debole e spesso ho dolore ai muscoli delle cosce senza aver fatto nessun tipo di attività fisica.
Quando piego in avanti schiena e collo sento tirare tutti i muscoli intorno alla spina dorsale (se piego solo il collo e resto dritta con la schiena non sento dolore).
La visita neurologica non ha riscontrato nulla, mi è stata consigliata RM senza contrasto e sto aspettando i risultati. Le mie domande sono tre:
-Non ho ancora avuto nessuna diagnosi ufficiale, ma (ipotizzando), una eventuale cefalea tensiva potrebbe avere questi sintomi? O devo accogliere anche l'ipotesi di una malattia demielinizzante?
-Se non si trattasse di cefalea tensiva, appurato che il fondo oculare sta bene e che non ho problemi di disidratazione, a quale disturbo neurologico potrebbero essere ricondotte queste miodesopsie che sono presenti anche in assenza di mal di testa?
-La RM senza contrasto è affidabile tanto quanto quella con il contrasto?
Grazie mille, spero che, nei limiti del consulto a distanza, possiate aiutarmi a risolvere questi miei dubbi. Buona serata

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

1. La sintomatologia descritta è compatibile con una cefalea di tipo tensivo, senza le miodesopsie però che potrebbero essere un sintomo a se stante.

2. Generalmente non sono correlate in maniera specifica a malattie neurologiche ma oculistiche. Se l'oculista le ha escluse potrebbe stare tranquilla. Infatti in età giovanile a volte possono essere associate a stress, disturbi del sonno, abuso di alcolici, di altre sostanze, di caffè, ad uso prolungato del monitor del pc, ecc.
Queste associazioni si possono prendere in considerazione quando sono stati esclusi problemi oculistici, anche importanti.

3. La RM senza mezzo di contrasto riesce a riscontrare problematiche neurologiche encefaliche, in caso di dubbi diagnostici sarà lo stesso neuroradiologo che consiglierà l'approfondimento con mezzo di contrasto.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la celere risposta, è stato chiarissimo.
Buona giornata

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dottore, le scrivo per aggiornarla sulla mia situazione. Sono arrivati i risultati della RM e il referto evidenzia una "sinusopatia infiammatoria modesta in sede etmoido-sfenoidale, appena più evidente in sede mascellare, specie a destra".
Cosa mi consiglia di fare al riguardo?
Grazie ancora

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il reperto riscontrato alla RM è di competenza otorino ed indica genericamente una sinusite.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro