Utente
Buona sera, non so se sto scrivendo nella parte giusta. Non ho mai effettuato una visita neurologica, ma spiego il mio problema. é da qualche periodo che sento le mie gambe deboli, come se non mi tenessero. Spiego che come lavoro faccio la commess quindi sto anche 8 ore di seguito in piedi. Ho la sensazione che quando sto ferma le mie gambe non mi tengono e quando cammino sembra come se sbarello anche se non è vero.
4 mesi fa ho subito un trauma. mio padre è morto improvvisamente da infarto, da allora ho avuto per i primi mesi alcuni attacchi di panico, ora non liho più, tutte le sere prendp una valeriana e dormo tranquillamente anche 9-10 ore di fila. Comunque questa sensazione di sbandamenti mentre cammino e delle gambe deboli non mi fanno vivere molto bene. Ho effettuato un ECG e sto apposto.
ma questo senso di debolezza come se le gambe mi potessero cedere da un momento all'altro e questi sensi di sbandamento menre cammino da cosa può essere? Ogni tanto ho come dei mal di testa, prima di queste sensazioni, ma non li definirei cosi, visto che mi prendono solo alcune parti della testa, mi sento in punti diversi ogni volta come un peso o qualcosa che mi stringa forte la testa ( tipo un cappello stretto), la vista vedo bene ( fatta visista oculistica hanno detto che non ho nulla ) però quando ho questi giramenti di testa, debolezza alle gambe, senso di sbandamento sembra come se i miei occhi non catturassero quello che ho davanti.
Ho sbaglato a cercare i sinstomi su internet, che dice che questi mal di testa accompagnati da gambe dolenti è un ictus.
E' possibile come dice il mio medico di famiglia che è solo ansia per il periodo natalizio? spero in una vostra risposta e un vostro consiglio professionale.
grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita alla testa sembrerebbe di tipo tensivo, cioè da tensione muscolare o nervosa.
Per il resto è certamente possibile un'origine ansiosa del disturbo riferito, ovviamente dopo avere escluso eventuali cause organiche.
Non vada in Rete per autodiagnosi perchè estremamente deleterio, infatti non ci può essere ictus con paziente che svolge tranquillamente le sue attività lavorative e non, questo lo capisce bene.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta, credo abbia ragione sia di tipo rendici dovuta a una tensione muscolare in quanto ogni tanto sento il bisogno di stendere il braccio sinistro come per scricchiolarlo.
La ringrazio mi ha molto tranquillizzato

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro