Utente 456XXX
Buongiorno
5 anni fa un neurologo
a cui mi ero rivolto per un forte esaurimento
pensò bene di peggiorare il mio stato d'ansia
facendomi fare rmn al cervello che
trovò una cisti aracnoidea nel cervelletto;
ho rifatto solamente ora a distanza di 5 anni una nuova rmn
che ha misurato la cisti 32*21*22 mm ma rimansta invariata;
tutto bene a parte le righe finali dal confronto è emerso
"lievemente più evidente un modesto ampliamento degli spazi liquorali corticali in sede frontale bilaterale e al vertice un poco
sproporzionato in base all'età"

ho appunto 43 anni appena compiuti sono un avvocato e stress a parte non ho nulla da dichiarare!
ho letto aimè che la riduzione della corteccia cerebrale è una questione che apre scenari inquietanti a cui non voglio pensare
oggi ho un consulto da un neurochirurgo
voi che ne pensate?
grazie

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

spesso non c'è una correlazione tra reperti RM di questo tipo e condizioni cliniche generali, nel senso che anche di fronte ad età molto più avanzate le capacità cognitive del paziente possono essere normali anche con marcati ampliamenti degli spazi liquorali.
Pertanto il mio consiglio è di stare tranquillo e monitorare il quadro RM periodicamente anche per tenere sotto controllo la cisti aracnoidea.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 456XXX

Grazie mille per la rapidità e competenza;
certo che, periodicamente, rifare risonanze crea di per sè ansia.
Però meglio monitorare e cercare di rimanere tranquillo che è l'impresa difficile
ma ci riuscirò
grazie ancora

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro