Utente 459XXX
Buongiorno a tutti. Voglio anticipare che sono molti anni che ho questi disturbi. Sono una persona ansiosa e lo ammetto molto paurosa. Da ragazzo soffrivo di attacchi di panico. Da diversi anni invece soffro di disturbi del sonno: fatico a prendere nonostante sia stanco morto tutto il giorno e mi sveglio dopo un paio d'ore per riaddormentarmi e risvegliarmi in continuazione fino al mattino. A volte mi sembra di aver dormito ma indipendentemente dalla qualità del sonno, subito appena sveglio ho la percezione di uno stato di intorpidimento corporeo, fastidio agli occhi come se mi sbandasse la vista. Mi da molto fastidio la luce e al tatto gli occhi mi dolgono.Arranco per arrivare al pomeriggio dove trovo sollievo crollando a letto anche solo un'ora. Siccome faccio l'autista da giovane ero più forte ma col passare del tempo mi stremo mi sembra di non potercela più fare, di svenire dal sonno. Anticipatamente ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
dal suo resoconto appare evidente che lei soffra di "insonnia intermittente" per la quale ora si trova, come si dice, in "debito di sonno", cui va ascritta la sua eccessiva sonnolenza diurna. Il problema di fondo che va curato è la causa del suo disturbo del sonno, che consiste probabilmente nella persistenza di un disturbo d'ansia, magari mascherata. Si rivolga ad un Neurologo per un corretto inquadramento della problematica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it