Utente 439XXX
Caro Dott.,le riscrivo con nuovi esiti perché ancora non sono venuto a capo del mio problema.da circa 16 mesi perdo temporaneamente (3-6 minuti) la vista da un occhio (sempre il destro) , di solito inizia con lieve sensazione di torpore all'occhio e gradualmente si offusca la vista , con delle macchie bianche per poi completare la perdita totale del visus. La vista ritorna gradualmente come è scomparsa .
Prima e in seguito a questi fenomeni a volte sono riscontrabili mal di testa . Problema mai avvenuto sottosforzo , oppure sottostress...anche se in quei momenti ogni tanto avverto giramenti di testa simili a svenimento che a volte anche si presentano in situazioni casuali anche di tranquillità!
Spesso ho pesantezza sotto gli occhi e difficoltà a inclinare il capo o peggio ancora stare a testa in giù!
controlli e visite
Emocromo :ipotetica lieve piastrinopenia 90.000
Omocisteina : 6. nella norma
holter pressiorio : lieve ipertensione .
Eco-color-doppler TSA negativo , fatto per ben 3 volte .
Eco Tiroide : Piccola immagine nodulare/ovalare solida , debolmente ipoecogena.
Visita oclulistica :Otc.fondo oculare, negativo
Ecocardiogramma con ecocolordopple : nella norma
Ecg : Rs a fc 63 bm . Nei limiti .
visita neurologica : Segno di Babinsky a sx?
EEG : tracciato anomalo per presenza onde aguzze , mediovoltate , diffuse , a tratti con lievi temporali a sx che si accentuano in corso di iperpnea.
EEG con privazione di sonno : ipersincronismo ipnagogico.
Transcranico microbolle : positivo .in manovra di valsalva numerosi segnali microembolii con effetto tendina , presenza di forame di grosse dimensioni.
RMN con e senza MDC : si riconoscono alcune focalità iperintense nelle sequenze pesate in T2 e FlaiR della sostanza bianca sovratentoriale bi-emisferica , da riferire a esiti gliotici aspecifici.
Studio 3D TOP regolare rappr. Poligono del Willis.
RM cervicale : Nell'emisoma sx di D3 si osserva una formazione rotondeggiante ,iperintensa in T1 e T2 , caratterizzata da abbattimento del segnale in STIR , riferibile ad angioma tipico. All'altezza della limitante somatica superiore D5 si rileva una minuta focalità iperintensa nella sequenza T2 saggittale , non presa di MDC.
TRANSESOFAGEO : Forame ovale pervio , presenza di severo shunt destro sinistro . Margini:posteroinf:12. Anterosup. :13. Distanza separazione setti circa 3mm.
ISOELETTROFOCUSING LIQUOR : Elettroforesi negativo per sintesi intratecale .
Devo rifare RNM con MDC per essere sicuri se a livello dell'encefalo siano lesioni ischemiche o da malattia deminializzante o altro..perché a quanto capito non chiare nelle precedenti.
Questo è tutto quello di più significativo che ho fatto .mi hanno prescritto solo la cardioaspirin.
Lei cosa ne pensa?Quale altro esame posso fare? anche se mi sembra strano che mi siano apparsi ora a 33 anni i primi sintomi dopo una vita da sportivo(calcio e pesi.) e ultimamente mai sotto sforzo.
Spero di capire.
La ringrazio tanto , Distinti Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è difficile trattare un caso del genere a distanza in quanto, come Lei stesso scrive, in 16 mesi non ha avuto una diagnosi precisa.
Possiamo solo avanzare delle ipotesi che La prego di prendere come tali, senza alcuna pretesa diagnostica.
Tra queste ipotesi forse quelle più probabili sono rappresentate dall'aura emicranica senza cefalea, a volte con cefalea. Non si possono escludere TIA carotidei, anche con ecodoppler TSA negativo, questo può essere avvalorato dalla presenza degli "esiti gliotici aspecifici" alla RM encefalica.
Lo stesso FOP con severo shunt destro-sinistro potrebbe essere una causa. Ritengo che Le abbiano consigliato la chiusura. Altra ipotesi, un crisi epilettica parziale di tipo visivo, con EEG alterato, anche se non specifico in regione occipitale.
Come vede il ventaglio delle ipotesi è ampio, saranno i colleghi che La seguono a divenire ad una diagnosi corretta.
Utile potrebbe essere un EEG registrato per 24 ore.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 439XXX

Gentilissimo Dott., per la chiusura del F. O. P. Si sta valutando.
Inoltre pure io credo nella tesi dell'emicrania con aura visiva!
Può essere quest'ultima che mi porta pesantezza sotto gli occhi con delle occhiaie? Questo accentuato specialmente abbassando la testa!
Lasciare l'aura è pericoloso?
Cosa fare in quei momenti di aura visiva con perdita totale di vista da un occhio ?
Grazie per le risposte!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

"Può essere quest'ultima che mi porta pesantezza sotto gli occhi con delle occhiaie?" Durante l'attacco potrebbe essere, al di fuori è poco probabile.
Durante l'aura visiva non si fa nulla, se seguita da cefalea importante è corretto, senza abusare, utilizzare un antidolorifico per minimizzare la successiva cefalea.
Una terapia di prevenzione è adatta quando ci sono sono le indicazioni.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 439XXX

Gentilissimo Dott. , nonostante la cardioaspirina ho avuto altri casi di perdita della vista da sempre lo stesso occhio. La frequenza è sempre circa ogni 10 giorni e sembra essere a intervalli regolari.
Inoltre conducendo degli approfondimenti clinici è emerso ciò :
Piastrine 100.000
Omocisteina 6
Proteina C 106
Proteina S 93
Fattore VIII 72
Assenza di LAC
Autoanticorpi = negativi

Presenza in OMOZIGOSI della mutazioni C677T nel gene MTHFR

Presenza della isoforma proteica E3/E2

Presenza del genotipo 4G/5G

Pensa che la perdita della vista possa ricondursi a tali fattori?

Spesso ho pesantezza sotto gli occhi. Giramenti di testa alzandomi anche se lentamente. Pensa possono essere correlati a una eventuale trombofilia.

Avendo alterato EEG anche con quello a privazione di sonno , può ricondurre a emicrania con aura decapitata?

La ringrazio.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la mutazione omozigote C677T-MTHFR e il FOP possono giustificare il reperto riscontrato a livello encefalico.
Un FOP severo di solito va chiuso.
La sintomatologia che descrive invece non può originare da questi fattori.
Riguardo l'EEG, teoricamente il Suo esito potrebbe associarsi all'emicrania decapitata, in generale però.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro